Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

T500 by Tankoa: un globetrotter divino

Pubblicato il:

Condividi:

Il nome, Tethys, rimanda immediatamente alla mitologia greca ed in particolare alla Dea del mare, figlia di Urano e Gea e moglie di Oceano, dal quale ebbe più di 3.000 figli, tra i quali le 41 ninfe Oceanidi o Oceanine. Se, pur augurando felice e lunga vita, oltre che massima “fertilità”, al costruttore genovese, sembra remota la possibilità di dare alla luce un numero così importante di simili creature (fosse solo per la produzione limitata a pochi esemplari all’anno insita nella connotazione di “boutique shipyard”), nel richiamo alla vastità del mare e alle lunghe navigazioni si riassume tutta la filosofia del progetto. Non è un caso che il cantiere amministrato dall’ing. Vincenzo Poerio abbia scelto di soprannominare il T500 Tethys “SUV dei sette mari”. Explorer di 50 metri, con una stazza lorda sotto i 500 GT, è stato infatti concepito per navigazioni a lungo raggio e attrezzato di tutto ciò che serve per affrontare tanto una tranquilla crociera nel Mare Nostrum quanto spedizioni impegnative a latitudini più elevate e in ogni stagione dell’anno.

Nel progetto è richiamato anche il dono della metamorfosi che nella Dea del mare si narra contribuisse ad aumentarne notevolmente il fascino. Una dote che nel T500 si esprime nella massima flessibilità offerta dallo studio Hot Lab – con cui Tankoa Yachts ha sviluppato esterni ed interni – nelle diverse configurazioni della piattaforma poppiera (con, in alternativa, una piscina a sfioro, un enorme spazio per il ricovero di tender e toys o un helipad) così come nel layout del ponte inferiore, con due zone utilizzabili, a seconda delle specifiche richieste, come cabine aggiuntive, palestra, cinema, ufficio dell’armatore o spazi ricreativi. Altra area degna di nota è il solarium, che prevede vasca idromassaggio, prendisole, bar con barbecue, area relax e un bagno giorno. Gli spazi interni accolgono comodamente un grande numero di ospiti, grazie ad ampi saloni su entrambi i ponti e almeno cinque (nella versione standard) cabine, con la suite armatoriale che si sviluppa a tutto baglio sul ponte principale ed è completa di sala da bagno, cabina armadio e un ufficio con area relax. L’area poppiera del ponte superiore è arredata per pranzi all’aria aperta e per godere dei momenti di relax in un’area lounge, attrezzata di bar, con una vista sul mare impagabile.

«Il cinquanta metri T500 Tethys che siamo orgogliosi di presentare – commenta Vincenzo Poerio, Ceo di Tankoa Yachts (a sinistra insieme a Antonio Romano, Giuseppe Mazza, Enrico Lumini) – va a completare la nostra gamma. Sappiamo che gli armatori attuali, come quelli futuri, sono alla ricerca, soprattutto, di flessibilità ed è quello che comunica il nostro nuovo modello. L’unico limite è l’immaginazione dell’armatore stesso».
Anche in termini di propulsione, a proposito di flessibilità e personalizzazione, si potrà scegliere tra diverse soluzioni: quella tradizionale, ibrida o diesel-elettrica.
Un mare di opportunità che ben si raccordano con l’indole del viaggiatore, espressa anche nel claim “Architecture for Voyagers” scelto dallo studio milanese Hot Lab, che per voce di Enrico Lumini, Partner & Head of Design, commenta così il nuovo T500 Tethys: «È fluido e dinamico nelle forme, ma sempre geometricamente puro e privo di inutili complicazioni costruttive. È mascolino, per adeguarsi alla propria nicchia di mercato, ma anche accomodante, accogliente e rassicurante, come deve essere un explorer. È contemporaneo, ma rispettoso del proprio valore e della tradizione. Credo che con questo nuovo T500 Tethys, Tankoa e Hot Lab abbiano trovato il punto di equilibrio perfetto per un superyacht contemporaneo e futuristico allo stesso tempo».

«Siamo estremamente felici e orgogliosi di presentare questo innovativo progetto di explorer con un cantiere all’avanguardia come Tankoa» conclude Antonio Romano, Partner e Marketing & Strategy di Hot Lab. «Sin dal primo giorno abbiamo apprezzato le elevate competenze di tutte le persone che operano in Tankoa».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui