Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

Salone Nautico 2023, com’è felice Venezia

Pubblicato il:

Condividi:

Chissà? Forse, Françoise Dorin, guardando la Serenissima da lassù, proprio mentre fervono i preparativi per la quarta edizione del Salone Nautico, riscriverebbe volentieri quel capolavoro che la voce di Charles Aznavour ha reso celebre nel mondo: Com’è triste Venezia. Non lo sapremo mai, ma teniamoci stretto il dubbio, perché nella città lagunare, oltre all’arte e al salmastro, si respira già aria di gran festa. L’Arsenale, dal 31 Maggio al 4 Giugno, ospiterà la nautica, pardon La Nautica.

Salone Nautico di Venezia 202e

A leggere l’elenco degli espositori, è chiaro fin da subito come l’evento abbia tutte le carte in regola per tenere testa alle vetrine più storiche e blasonate, Cannes, Genova e Monaco. Ci saranno nomi pesanti dello yachting internazionale, come Ferretti Group, Sanlorenzo, Azimut|Benetti, tre autentiche potenze di fuoco con cui – diciamolo con orgoglio – l’Italia vince sempre. Ci saranno Sunseeker, Bénéteau, Rizzardi, Absolute, FIM, Cantiere del Pardo. E ancora, Explorer YachtGreenline, Sirena Yachts, Arcadia Yachts. Non mancheranno eccellenti debutti. Sarà la prima volta di Invictus, Fountaine Pajot, Nautor Swan, Solaris Power Yachts, Prestige Yacht, Rio Yachts, Senses Yacht, Omikron.

Nomi importanti supportati da numeri importanti: rispetto alla scorsa edizione, quella alle porte registra il 50 per cento di presenze in più nella vela, e un significativo +30 rispetto alla partecipazione di imbarcazioni con propulsioni elettriche. Il tema legato alla salvaguardia dell’ambiente, del resto, è nodale (e necessario). Lo stesso sindaco della città, Luigi Brugnaro, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento, ne ha fatto un punto fermo: «È importantissimo lavorare nella sostenibilità, altra sfida che ci siamo prefissati. L’inaugurazione della Biennale della Sostenibilità nei giorni del Salone Nautico ne dà conferma e l’intreccio delle manifestazioni vuole essere un forte segnale dell’impegno che stiamo mettendo su questo fronte». Naturalmente, Brugnaro ha esternato anche grande entusiasmo e ribadito la centralità di Venezia nella Blue Economy: «Il Salone non è solo mercato, è anche e soprattutto momento di scambio di saperi, di conoscenze di lavoro. È importante che i giovani vengano alla manifestazione fieristica. Potranno vedere la professionalità e il lavoro che la nautica può portare nel loro futuro, soprattutto visitando gli stand della cantieristica locale e internazionale».

sindaco_ Venezia_ brugnaro_salone_nautico_2023

Sempre nel corso della conferenza stampa si sono espressi anche Alberto Galassi, amministratore delegato di Ferretti Group, Giovanna Vitelli, presidente di Azimut|Benetti e Massimo Perotti, ceo di Sanlorenzo.


L’avvocato Alberto Galassi, uomo di arte e di grandi passioni, ha sottolineato l’importanza della location: «Pensiamo alla meraviglia delle prove in mare. Che cosa c’è di più emozionante di uscire lasciandosi alle spalle lo splendore dell’Arsenale? Ferretti Group ha creduto nel Salone Nautico di Venezia fin dalla sua prima edizione. Venezia per noi è casa, palcoscenico naturale, boutique esclusiva. Qui presenteremo in anteprima mondiale il nuovo Wallywhy150, l’ultimo straordinario modello della gamma Wallywhy. Grazie e complimenti, ogni anno sempre più, all’amministrazione cittadina per come ha saputo far crescere un Salone che ora, oltre a essere una stupenda realtà della nautica, è un evento internazionale di assoluto prestigio».

Giovanna Vitelli ha ricordato che Venezia è l’emblema dell’italianità: «È stato molto importante aprire un’occasione fieristica rivolta al mercato dell’Est Europa e concentrata sui temi della sostenibilità che sono strategici per il nostro settore. Colgo l’occasione anche per complimentarmi con la macchina organizzativa per la professionalità e la competenza dimostrata sin dalla prima edizione, cosa per nulla scontata in una manifestazione nata da poco».

Così Massimo Perotti: «Sanlorenzo investe su Venezia da alcuni anni e nel 2024 inaugurerà la sede della sua Fondazione Sanlorenzo in un palazzo proprio di fronte alla Chiesa della Salute. Non solo. Siamo soci fondatori della Fondazione Venezia Capitale Mondiale della Sostenibilità che inaugurerà la sua Biennale dedicata in occasione del Salone Nautico. Sanlorenzo è sempre più attenta a questi temi che sono strategici per tutto il settore. Saremo presenti nello spazio scenografico del bacino di carenaggio piccolo, sotto l’installazione di Lorenzo Quinn. Porteremo anche il tender Bluegame alimentato a idrogeno, su foil, che affiancherà American Magic in occasione della prossima Coppa America. Sarà in grado di raggiungere 50 nodi con un’autonomia di 180 miglia con fuel cell». Insomma, lo spettacolo è assicurato. Non resta che mettere Venezia in agenda.

L’evento è organizzato da Vela S.p.A per conto del Comune di Venezia e con la collaborazione della Marina Militare Italiana. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui