Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

Ferretti Yachts Infynito 90 M/Y Love

Pubblicato il:

Condividi:

Inaugurato ufficialmente un nuovo sito produttivo del gruppo Ferretti a Ravenna. Nell’occasione è stato varato l’Infynito 90 M/Y Love

by Francesca Ciancio

C’è una marea di caschi da lavoro colorati ad attendere il taglio del nastro per il varo di l’Infynito 90 M/Y Love, il primo yacht realizzato interamente nel nuovo cantiere del Gruppo Ferretti nell’area portuale di Ravenna. Tanti giovani, molte donne, diverse nazionalità. Si scattano selfie e a qualcuno scappa una lacrima davanti alla propria “creatura” che comincerà a navigare il mese prossimo. Il 4 giugno scorso è stato un giorno di festa per la nautica romagnola che ufficializza anche l’attività ravennate del gruppo nativo di Forlì. La presentazione del maxi flybridge, acquistato da una coppia slovena, è coincisa infatti con il varo dello scalo.

«Questo è solo il primo passo di un percorso molto lungo, non in termini di ultimazione degli spazi, ma di vita» secondo il Ceo Alberto Galassi

Il sito produttivo sarà il secondo più grande del gruppo italiano di super yacht: 70 mila metri quadrati, dopo una prima acquisizione nel marzo 2023, che a regime diventeranno centomila entro la primavera del 2025. Darà lavoro a mille persone con un’importante presenza femminile su alcune linee e già da adesso ha una direttrice, l’ingegnere Anna Galasso. L’area è attiva dal dicembre del 2023 e al momento sono cinque le imbarcazioni in lavorazione, tra cui una versione 80 di Infynito (ma è prevista anche la 100). Ed è questa linea a essere al centro dell’attività del cantiere, a cui si affiancherà quella del brand Wally, sia a motore, sia a vela, che, come promette il Ceo di Ferretti Group, Alberto Galassisaranno le più belle al mondo”.

Il numero uno della società di nautica quotata in borsa assicura un grande futuro al cantiere di Ravenna: “Questo è solo il primo passo di un percorso molto lungo, non in termini di ultimazione degli spazi – sottolinea Galassi – ma di vita. Immaginate una città popolata da centinaia di persone che lavorano a imbarcazioni magnifiche. Tutto questo però non sarebbe stato possibile senza un’amministrazione comunale all’altezza di tanta ambizione”.

Il sindaco Michele De Pascale: «Ravenna inseguiva da anni questa vocazione nautica e ora può contare su un’opportunità occupazionale importantissima».

A ricevere i ringraziamenti del Ceo è il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale che ricorda i primi contatti con Ferretti Group: “Quando c’è stata prospettata l’ipotesi di questo investimento, la nostra reazione è stata da subito entusiasta. Ravenna inseguiva da anni questa vocazione nautica e ora può contare su un’opportunità occupazionale importantissima. Il nostro è un porto complesso perché si fa di tutto, ma non avevamo mai avuto un’attività con una densità di lavoro per metro quadro così alta”. Inoltre, De Pascale si focalizza su un lavoro di sinergia tra Comune, Regione, autorità portuale e università finalizzato alla formazione delle future leve del cantiere.

Nel cantiere ravennate verrano costruite anche le barche a vela targate Wally che secondo il Ceo Galassi «saranno le barche a vela più belle del mondo».

Sullo sfondo del palco c’è Infynito 90, il super yacht con una lunghezza fuori tutto di 26,97 metri e un baglio massimo di 7,33 metri. Un modello frutto della collaborazione tra il Comitato Strategico di Prodotto presieduto dall’ingegnere Piero Ferrari e il Dipartimento Engineering Ferretti Group, con l’exterior design curato dall’architetto Filippo Salvetti e la progettazione degli interni dallo studio di design Ideaeitalia.

Tra gli elementi distintivi, la spettacolare all-season terrace per vivere la prua dell’imbarcazione appieno e con uno sguardo sul mare a 360 gradi. Un unicum nel panorama dei grandi yacht: “La prua – spiega Galassi – è di solito la parte della barca che si usa meno. Infynito capovolge questa abitudine. L’idea è piaciuta e sono state vendute già nove unità da settembre scorso. Poi è una zona che si può customizzare, con una SPA con jacuzzi, un bar privato o una sofisticata lounge da cui guardare l’infinito”.

Altra peculiarità della linea è il basso consumo di emissioni che risponde al concetto di sostenibilità a cui il gruppo Ferretti sta lavorando da tempo: “Consideri – continua il Ceo – che lo stesso modello uscito dai canteri di Cattolica ha raggiunto Cannes per il Salone Nautico senza l’accensione dei generatori per due giorni e mezzo”. Un percorso green che continuerà anche nella nuova avventura delle barche a vela: “Si immagini un’imbarcazione senza generatori e che sceglie la tecnologia delle celle a combustibile a idrogeno. Lì sì che vai solo a vento e ossigeno!”. Questo il sogno di Galassi, ma forse anche un’anteprima sui prossimi progetti.

(Ferretti Yachts Infynito 90 M/Y Love – Giugno 2024)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui