Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

Benetti cresce (molto e bene) insieme ai suoi fornitori

Pubblicato il:

Condividi:

Il brand del Gruppo Azimut|Benetti specializzato in superyacht in composito da 34 a 44 metri e in megayacht in acciaio da 37 a oltre 100 metri ha chiamato a raccolta a Viareggio oltre 200 suoi fornitori per celebrare il portafoglio ordini da record e consolidare partnership fondate su fiducia, qualità e sostenibilità. L’occasione è servita anche per annunciare nuovi investimenti per rafforzare la filiera produttiva. L’evento, dal titolo “Discover the house of yachting”, si è svolto presso il Principino del Principe di Piemonte a conclusione di un anno di risultati straordinari che Benetti ha voluto festeggiare insieme ai partner, “anelli” strategici della catena di valore del cantiere. Il costruttore toscano vanta infatti un portafoglio ordini completo sino al 2027 e 23 vari in programma per la stagione: numeri che si riflettono positivamente sull’indotto aziendale. A provarlo sono, ad esempio, le ricerche secondo cui la costruzione di un’imbarcazione di 40/50 metri di lunghezza necessita di oltre settanta artigianalità diverse, molte delle quali, tra le migliori del settore, rappresentate all’incontro di Viareggio. “Discover the house of yachting” nasce come evento celebrativo e occasione per consolidare ulteriormente le partnership, che si sono dimostrate determinanti nella passata stagione, segnata ovunque da difficoltà di approvvigionamento che non hanno tuttavia rallentato Benetti, anche in virtù del supporto dei fornitori legati al cantiere da relazioni di valore e fiducia.

«Un portafoglio ordini così esteso nel tempo ci permette di avere una visione a lungo termine delle lavorazioni e di definire con sicurezza e anticipo il piano produttivo» ha spiegato Marco Valle, amministratore delegato del Gruppo Azimut|Benetti. «Questo significa poter gestire con efficienza la produzione e poter sviluppare un programma con i fornitori: riteniamo fondamentale coinvolgerli nei progetti per il futuro e continuare a crescere insieme». Per farlo, il Gruppo ha stanziato un investimento triennale di 130 milioni di euro. Un impegno economico che servirà anche a rafforzare ulteriormente la filiera produttiva attraverso la digitalizzazione dei processi e una maggior integrazione tra partner e azienda nell’ottica di collaborazioni continuative e a lungo termine, come testimoniato da Davide Vernocchi, direttore acquisti Benetti & Lusben: «La quasi totalità dei rapporti che ci legano ai fornitori è pluriennale e arriva a coinvolgere anche diverse generazioni familiari. Questo perché cerchiamo partner che condividano i nostri valori. Chi ci sceglie lo fa anche per quello che Benetti rappresenta: qualità, efficienza e impegno verso i grandi temi della sostenibilità ambientale e sociale». Benetti, giova ricordarlo, opera nello storico headquarter di Viareggio e nell’unità produttiva di Livorno, che con una superficie di 215.000 metri quadrati è ad oggi il più grande cantiere in attività del mondo. Dispone inoltre di uffici di rappresentanza a Fort Lauderdale, Dubai, Hong Kong e Londra. Simbolo universale di stile senza tempo ed eccellenti capacità costruttive, è considerato a pieno titolo tra i grandi costruttori mondiali di megayacht.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui