Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

Arcadia A115 svela i primi segreti, varo nel 2021

Pubblicato il:

Condividi:

Il quinto esemplare di Arcadia A115, in costruzione on spec, sarà varato nel primi mesi 2021. Rinnovato completamente lo stile in collaborazione con lo studio Hot Lab. Come gli altri quattro modelli, è progettato sia per uso privato sia commerciale lasciando la scelta all’armatore.
Leggerezza strutturale e leggerezza visiva sono le parole chiave che introducono il concetto di Arcadia A115. La contrapposizione tra interni ed esterni scompare, creando un unico ambiente che fluisce naturalmente tra interni ed esterni: basti pensare all’upper deck, dove i 140 metri quadrati complessivi creano un unico ambiente conviviale, con il jardin d’hiver, le vetrate a tutta altezza che permettono di vivere a stretto contatto con l’ambiente circostante in ogni stagione. Sull’A115, come su tutti gli yacht del cantiere, non si accede dall’interno all’esterno o viceversa, si vive tutto l’ambiente. In reve, un rapporto unico dentro-fuori ben radicato nella filosofia Arcadia.
“Volendo fare anche solo due esempi – spiega Enrico Lumini di Hot Lab – possiamo citare il jardin d’hiver sull’upper deck e l’arco che collega la parte prodiera con quella poppiera dello yacht. Nel jardin d’hiver abbiamo lavorato in modo tale che la trasparenza evidente da chi osserva l’A115 da fuori sia vissuta anche dall’interno, con soluzioni di mobilio basso e concentrato all’interno del volume, lontano dai montanti e dalle ampie vetrate. Anche per elementi voluminosi, come la tv da 75 pollici, abbiamo lavorato su soluzioni che alleggerissero l’impatto visivo il più possibile, utilizzando per esempio soluzioni sospese. L’arco, invece, è un elemento molto forte, distintivo della gamma A di Arcadia Tachts. Proprio in sua corrispondenza, sui vari ponti sono stati realizzati degli archi analoghi per richiamare anche dall’interno la linea esterna. In particolare, mi riferisco alle lobby e alle scale, che su A115 sono uno spazio molto importante da valorizzare”.
“Tutti i precedenti A115 – sottolinea Ugo Pellegrino, amministratore unico del cantiere di Torre Annunziata – hanno riscontrato un enorme successo nel mercato del charter, con una media di oltre dieci settimane di noleggio all’anno. Per questo motivo, nella costruzione on spec di questa unità abbiamo deciso di implementare tutte le specifiche commerciali richieste, così che l’armatore possa decidere anche in un secondo momento se fruire di questa possibilità. In ogni caso, siamo certi che anche nel caso si opti per un utilizzo privato, le caratteristiche richieste dalla charter class si riveleranno un vantaggio anche per l’equipaggio imbarcato”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui