Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

Vini da barca: Mandrarossa, la Sicilia a bordo

Pubblicato il:

Condividi:

Venticinque: le candeline che spegne quest’anno. Trentotto: i paesi del mondo in cui esporta. Ventisette: il numero totale delle etichette. Cinquecento: gli ettari vitati. È Mandrarossa, top brand fondato nel 1999, che fa capo a Cantine Settesoli. Siamo naturalmente in Sicilia, terra di grandi vini, benedetti dal sole e dal mare, precisamente in quello che oggi viene chiamato Menfishire, anche se, per completezza di informazioni, la cantina possiede vigneti pure sull’Etna e sull’Isola di Pantelleria.

VINI DA BARCA
Gente di Mare 2.0 propone qui uno strepitoso Rosé, alla sua prima annata, la 2023.
Sapiente blend di Nero d’Avola, Syrah e Nerello Mascalese, al naso è un vero trionfo di profumi di frutta rossa matura e delicati accenni di rosa. Ha un sorso freschissimo, con un’equilibrata vena acida, in cui svettano mirtilli, fragoline e violetta. Un autentico must have per l’estate da avere sempre fresco a bordo. Perfetto come aperitivo o per accompagnare piatti a base di pesce. Provatelo con una tartarina di tonno o con un cartoccino di alici fritte.

 

E poi c’è “lui”, Urra di Mare, un bianco che celebra – come dice il nome stesso – tutta la sapidità del mare. Fa parte della linea Innovativi, ed è un Sauvignon Blanc prodotto da Mandrarossa per la prima volta nel 2010. «La 2023 è un annata particolare. Interpreta appieno il vero carattere del Sauvignon Blanc. Riflette fedelmente il territorio di provenienza» ha spiegato Filippo Buttafuoco, Responsabile viticolo. Di colore giallo paglierino con riflessi brillanti, ha un bouquet aromatico complesso che spazia dagli agrumi alla pesca, con gradevoli sfumature di menta e basilico. Fruttato e minerale, ha un finale fresco e persistente. La cantina lo consiglia con ostriche, insalate di mare e pesce alla griglia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui