Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

Tefin e CMD, nuove virtù per Vertus Yachts

Pubblicato il:

Condividi:

Il neonato brand di daycruiser elettrici e ipertecnologici Vertus Yachts fa salire a bordo della nuova gamma progettata da Valerio Rivellini due partner d’eccezione: Tefin, marchio di riferimento nell’assistenza elettrica ed elettronica navale, e CMD, che da oltre trent’anni progetta e realizza motori e sistemi complessi per l’industria automobilistica, nautica ed aeronautica.
Rivolgendosi ai due benchmark internazionali, il pioneristico marchio lanciato da Fabio e Alfonso Galdi – che produrrà le sue barche in Italia e le distribuirà inizialmente negli Stati Uniti – conferma così la volontà d’innovare radicalmente il settore attraverso una linea di daycruiser elettrici ad alte prestazioni e affidabilità per garantire il massimo livello di qualità e innovazione tecnologica.
Tefin opera infatti in tutto il mondo nel campo dell’assistenza elettrica ed elettronica navale ed è un punto di riferimento nel comparto marittimo, Oil&Gas e militare. È forte di oltre vent’anni di esperienza e di un know how tecnologico e ambientale di livello, supportato da partner internazionali di alto profilo, squadre di tecnici specializzati e attrezzature all’avanguardia.
Fondata nel 1989, CMD è invece leader globale nella progettazione e realizzazione di motori e sistemi complessi per l’industria automobilistica, nautica ed aeronautica, diventata simbolo di eccellenza nell’ambito motoristico.

L’apporto dei due partner consentirà lo studio di un sistema di propulsione basato su due motori elettrici a magneti permanenti di 250 kW di potenza, un pacco batterie di oltre 640 kWh e un SEM (Smart Energy Management) basato su AI (intelligenza artificiale). La velocità massima prevista per il primo 43 piedi sarà di circa 34 nodi, mentre alla velocità di crociera compresa tra 20 e 22 nodi potrà contare su un’autonomia prossima alle 4 ore.
Un motore termico di bordo funzionerà da ricarica rapida della batteria e incrementerà il raggio di navigazione, da 200 fino a 300 miglia in base alla capacità del serbatoio carburante, lanciando nel settore la possibilità di attuare per la prima volta un extended range di grande utilità.
La gamma Vertus Yachts, il cui primo esemplare (nella foto d’apertura il profilo della versione T-Top) verrà varato il prossimo autunno, presenterà dunque un software inedito, oltre a una serie di innovazioni, tra cui la possibilità di gestire le barche da remoto.
«Abbiamo voluto affidarci a due partner riconosciuti a livello mondiale – ha ribadito il Ceo Fabio Galdi – per aggiungere ulteriori competenze ed esperienze al nostro progetto ed essere certi di presentare una barca mai realizzata prima».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui