Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

TISG: il rilancio di Picchiotti parte da un Gentleman (33)

Pubblicato il:

Condividi:

Una linea di yacht che celebra lo stile e la classe senza tempo del brand Picchiotti, nome che dal 1575 rappresenta l’eccellenza e l’eleganza della tradizione navale italiana. Parte così, a soli sei mesi dall’acquisizione, il rilancio del marchio da parte di The Italian Sea Group, operatore globale della nautica di lusso e primo produttore in Italia di yacht sopra i 50 metri che fa capo all’imprenditore Giovanni Costantino.


Il progetto, nato dalla collaborazione con Luca Dini e la sua Design & Architecture, rappresenta l’intesa tra le idee ed esigenze di rilancio di TISG, che aveva l’obiettivo di ripercorrere l’essenza stilistica storica di Picchiotti, con la partecipazione di Kurt Lehman e la sua Yacht Moments Consultant.
Gentleman”, questo il nome della flotta, introduce TISG nel segmento della produzione in serie di yacht e superyacht, mantenendo fermo il proprio posizionamento ultra high-level.

Il rilancio nasce dall’ambizione di creare un prodotto ispirato alla silhouette dei panfili americani degli Anni Sessanta, dei quali riprende le linee classiche e senza tempo declinanandole con esclusività ed eleganza e aggiungendo soluzioni ingegneristiche innovative e un design fortemente distintivo. Vuole anche essere un invito a un’esperienza di navigazione più a misura d’uomo, un tuffo nell’aristocrazia del dopoguerra, sinonimo di libertà in mare, con i plus del comfort e del lusso di un superyacht.
La ricerca stilistica di Luca Dini ha incontrato la visione del fondatore e Ceo di The Italian Sea Group Giovanni Costantino: «Questa nuova linea, chiaramente ispirata agli anni d’oro dello yachting del dopoguerra, sia per il layout sia per i materiali, mi ha immediatamente conquistato perché rende omaggio a modelli storici delle Serie Giglio o Mistral di Picchiotti, esaltandone i valori stilistici e la cultura del mare. Sono molto orgoglioso di dare nuova voce a un brand patrimonio di tutta l’industria nautica, uno dei cantieri più antichi al mondo».

«Abbiamo scelto di sviluppare un’intera flotta dai 24 ai 55 metri – dichiara Luca Dini – per soddisfare il più ampio range di mercato. Un progetto in forte controtendenza dedicato a quegli armatori che vogliono distinguersi, ma sono ben radicati alla tradizione e al concetto elegante di marineria».

Coerentemente con la strategia del Gruppo, sempre più orientata alla sostenibilità, lo scafo e la sovrastruttura della nuova flotta Picchiotti saranno realizzati totalmente in alluminio con linee e finiture estremamente eleganti: dal mogano lucido dei dettagli delle fiancate alle cromature d’acciaio di prua e ai lati della poppa. L’approccio green passa anche da un approfondito studio sull’efficienza delle linee di carena, sull’autonomia e i consumi e sulla propulsione, che sarà ibrida o full electric.
Tra i segni distintivi segnaliamo anche il camminamento laterale che sul ponte principale consente di passare da poppa a prua, il beach club che si apre direttamente sulla piattaforma prendisole tramite grandi vetrate scorrevoli e il tender: un Gentleman Picchiotti in miniatura, con le stesse identiche linee e finiture.
Il rilancio del marchio da parte di TISG è partito ufficialmente il 15 luglio, con la posa della chiglia della prima unità, che sarà consegnata nell’estate del 2024. Il Gruppo anticipa intanto altre 15 costruzioni già programmate.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui