Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

Scanner Envy 1100 TT, the classic Rib

Pubblicato il:

Condividi:

Il segreto del successo è semplice: fruibilità degli spazi all’aperto, ottime performance e facilità di conduzione. E tutto questo si trova su un battello che misura 11 metri fuori tutto

Se nel futuro qualcuno volesse studiare il fenomeno maxi rib, non potrebbe fare a meno di esaminare Envy 1100 TT. Gli elementi che ne hanno fatto una tendenza diffusa ci sono tutti e, infatti, è anche uno dei modelli più di successo di Scanner. La prima caratteristica per ottenere la patente di maxi rib Doc è che la lunghezza superi i dieci metri. E così è. Undici per l’esattezza, ma si tratta di quella fuori tutto perché può anche essere omologato come natante. Lo scafo, infatti, si ferma un centimetro prima dei fatidici dieci metri. In questo caso cambia anche la categoria di omologazione, perché Envy 1100 natante è una categoria C e non B.

I volumi interni consentono di avere una cuccetta matrimoniale che serve per avere un po’ di privacy durante la giornata e non tanto come cabina per la crociera.

IL LAYOUT PREVEDE TUTTO QUELLO CHE CI SI ASPETTA DA UN BATTELLO PNEUMATICO DI QUESTE DIMENSIONI. LA MOTORIZZAZIONE ENTROFUORIBORDO, INOLTRE, CONCEDE PIÙ SPAZIO ALLA PIATTAFORMA DI POPPA.

Scanner è stato uno dei primi, non l’unico, a installare i motori entrofuoribordo. “Una scelta ancora molto apprezzata – conferma Fabio Montremito – dato che la maggioranza delle persone che lo acquistano, predilige i piedi poppieri ai fuoribordo”. La ragione è facilmente intuibile. Un gommone si usa soprattutto in pozzetto e a poppa e con i piedi poppieri lo spazio è certamente più sfruttabile. I fuoribordo limitano la spiaggetta di poppa. Inoltre, un battello pneumatico con gli entrofuoribordo è più elegante. Quali sono i contro? In primis, le performance. Durante il test a Varazze però ho avuto modo di confutare questa convinzione. Sicuramente in versione fuoribordo Envy 1100 TT avrebbe guadagnato qualcosa in termini di velocità e accelerazione, ma i piedi poppieri non hanno certo sfigurato. Si tratta di due Volvo V8 a benzina da 350 cavalli. È probabile che un propulsore diesel avrebbe fatto registrare performance differenti. I due benzina mi hanno permesso di arrivare a una velocità massima di quasi 46 nodi. Una velocità più che sufficiente, soprattutto se si ha intenzione di usare il battello per diporto.

Scanner Envy 1100 TT

La velocità minima per planare è molto bassa, bastano, infatti, poco meno di undici nodi. La carena è molto efficiente, non c’è dubbio. Non serve, infatti, molta spinta per tenere lo scafo fuori dall’acqua: 2200 giri, 10,8 nodi e 28,1 litri/ora per entrambi i motori. E non serve nemmeno molto tempo per raggiungere la planata: in soli due secondi e mezzo, Envy 1100 plana. Una performance migliore, anche con dei fuoribordo, è difficile da immaginare. Estremi a parte, per quanto riguarda la velocità di crociera, il range è ovviamente molto ampio, dato che tra minima di planata e massima velocità passano circa 35 nodi. Ma gli entrofuoribordo benzina mi sono piaciuti anche per i consumi. A 25 nodi ci vogliono circa 65 litri/ora che, tradotto in miglia, significa circa 2,5 litri per miglio. A 30 nodi di velocità la musica non cambia: circa 100 litri/ora di consumo istantaneo che vuol dire tre litri per percorrere un miglio. Il mare fuori dal porto di Varazze era assolutamente piatto e quindi posso solo raccontare una sensazione rispetto alla capacità di affrontare le onde. In ogni caso, passando sulla scia, l’idea che mi sono fatto è che Envy 1100 non abbia problemi particolari.

OTTIMA LA SENSAZIONE DI SICUREZZA E DI CONTROLLO. LA CARENA È INCOLLATA ALL’ACQUA, MA È ANCHE CAPACE DI CORRERE FINO AD OLTRE 45 NODI DI VELOCITÀ.

Anche l’assetto è perfetto, a qualsiasi andatura. E, di conseguenza, anche la visibilità. Il parabrezza protegge bene, la vista non è mai ostacolata e non lo è nemmeno guardando verso poppa, visto che gli entrofuoribordo si trovano in sala macchine e non aggrappati allo specchio di poppa. È facile da condurre, lo scafo sembra incollato sull’acqua e la virata, anche quando è stretta, non dà mai problemi. Per le manovre in porto, inoltre, c’è il joystick. In pagella, se non è da dieci, si merita almeno nove. TT è l’acronimo di T-Top, una versione leggermente differente da quella con Hard Top. Quella con T-Top è più aperta e il parabrezza non è collegato al tetto come nella versione Hard Top. Oltre a questa opzione, quasi tutto è personalizzabile: colorazioni, strumentazione, cuscinerie e tipo di rivestimento del piano di calpestio della coperta. Volendo cercare il pelo nell’uovo, c’è una sola cosa che non mi ha convinto durante la navigazione ed è l’assenza di un tientibene a portata di mano per il copilota. Attenzione, non sto dicendo che mancano, sono presenti lungo i camminamenti per arrivare a prua così come intorno al cassero e alla plancia, solo che questi non sono facilmente raggiungibili quando si è seduti in consolle. Ce ne vorrebbe uno alla base del seggiolino oppure sotto il tettuccio del T-Top. Envy 1100 TT ha anche una indiscutibile caratteristica che ha fatto il successo dei maxi rib ed è un layout pensato per l’utilizzo giornaliero.

Indipendentemente dalle dimensioni, i rib sono battelli nati principalmente come day boat. Envy 1100 non fa eccezione anche se dispone di una minima volumetria interna che è stata allestita con una cuccetta matrimoniale e con un wc. Non si tratta di volumi da crociera, nemmeno a corto raggio, ma solo di un locale al chiuso con servizi per rendere ancora più confortevole la giornata al mare.

SCANNER MARINE
Via Gautieri, 19
I-28060 Casalbeltrame (NO)
T. +39 0321 838973
www.scanner-marine.com

PROGETTO
Donato Montemitro Design 

SCAFO
Lunghezza f.t. 11,00m • Lunghezza scafo 9,99m • Larghezza massima 3,60m • Diametro tubolari 0,60-0,65 cm • Numero comparti 6 • Dislocamento 4.000 kg • Serbatoio carburante 700 l • Serbatoio acqua 170 l • Motorizzazione massima installabile 800 cv

MOTORI
2xVolvo V8-350/C • Potenza 261 kW (350 cv) • 8 cilindri a V • Cilindrata 5,3 l • Iniezione diretta benzina • Peso a secco 450 kg

CERTIFICAZIONE CE
CAT B

PREZZO
330.000 € + Iva, versione full optional come da prova. 260.000 € + Iva, versione base (Marzo 2024)

(Scanner Envy 1100 TT, the classic Rib – Marzo 2024)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui