Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

Nautico di Genova, un caleidoscopio di opportunità

Pubblicato il:

Condividi:

Si respira aria di estrema operosità, laboriosità e dinamicità al Nautico in corso a Genova sino a martedì 27 settembre. Mano a mano che ci si avvicina al complesso espositivo, percorrendo l’ultimo tratto della sopraelevata, appare infatti sempre più evidente la portata della “wave of the future” (claim che accompagna il Salone), dagli importanti lavori in corso che interessano l’area limitrofa all’ex padiglione circolare, a quelli che ridisegneranno l’ingresso di Piazzale Kennedy e le nuove aree del Waterfront di Levante. Una volta varcati gli ingressi, la folla di visitatori segue il percorso che porta immediatamente nel cuore dell’esposizione, l’area Living the Sea dedicata al turismo nautico, che funge da porta d’ingresso ideale al percorso di scoperta delle tante (ben 168) novità presentate e, in genere, di tutta l’offerta messa in mostra all’appuntamento clou della stagione. Che conferma il successo del format multispecialistico e del layout ottimizzato ad hoc per l’edizione in svolgimento: più di 200.000 metri quadrati di superficie complessiva, con l’85% delle aree completamente all’aperto, per poter ospitare le oltre 1.000 imbarcazioni presenti. Un’opportunità imperdibile ripagata immediatamente dall’apprezzamento del pubblico. In attesa di conoscere i dati ufficiali degli accessi 2022, il pienone dei visitatori era davanti ai nostri occhi: dalle code all’esterno, ben prima dell’apertura dei cancelli, a quelle per le prove in mare, le visite a bordo, gli eventi, le premiazioni e gli approfondimenti in programma per tutta la sei giorni in ognuna delle aree espositive: sotto la tensostruttura che ospita Living the Sea e negli spazi dedicati a Yacht & Superyachts, Sailing World, Boating Discovery (il mondo fuoribordo) e Tech Trade (componentistica e accessori).

Articolato anche il cartellone di eventi presso l’Eberhard & Co. Theatre e di convegni e seminari tecnici al Mezzanino del Padiglione Blu. Diverse le occasioni in cui anche i rappresentanti del territorio sono intervenuti a sostegno di un evento che si conferma, oggi più che mai, bandiera e volano di un settore strategico per l’economia del Paese. Tra queste la presentazione dell’avanzamento dei lavori inerenti il nuovo volto del Waterfront di Levante: «Un progetto di valore – ha ricordato Giovanni Toti, Presidente Regione Liguria – che abbiamo visto crescere. Da qualche anno in Liguria spira un vento positivo e lo respiriamo in questo Salone Nautico. Il nuovo Waterfront di Levante, patrimonio pubblico che viene trasformato, è un luogo che riassume questo fervore».
«Un luogo di rigenerazione urbana, che sarà un landmark della città» ha aggiunto il primo cittadino, Marco Bucci. «Da qui al 2024 – ha specificato il Sindaco di Genova – continueremo ad assistere a nuovi cambiamenti, che riguardano i posti barca, 200 in più in vista del prossimo Salone Nautico, un grande parco, spazio residenziale e per l’hospitality».

Prospettici anche gli interventi dei rappresentanti dei soggetti privati coinvolti nel progetto firmato Renzo Piano: «Un’opera in cui stiamo investendo quasi 300 milioni di euro – ha spiegato Massimo MorettiDirettore Generale – CDS Holding -, un incubatore di nuova economia per la città, che recupera porzioni di mare per Genova, con ormeggi per la nautica da diporto. Sono poi previsti un parco Mediterraneo, un polo con 9.000 metri quadrati di pannelli fotovoltaici e un impianto talassotermico, residenze, commercio, sport, uffici e ospitalità».
«Con questa raccolta di capitali – ha ribadito Corrado Trabacchi, Orion Capital Managers – Genova verrà riconosciuta nel mondo per un progetto che sta entusiasmando tutti. Portare gli investitori non è stato difficile: il progetto del Waterfront ha generato entusiasmo perché coniuga aspetti importanti, primo fra tutti la sostenibilità».
Di sostenibilità e di industria nautica si parlerà anche oggi, sabato 24, a partire dalle 16 nella Sala Innovation (Mezzanino del Padiglione Blu), nell’incontro a cura di Deloitte.
Il calendario dettagliato dei convegni istituzionali e tecnici realizzati in collaborazione con Confindustria Nautica è disponibile al link dedicato del sito del Nautico. Il programma aggiornato del palinsesto Eberhard & Co. Theatre è invece recuperabile cliccando qui.
Agli appassionati di cinema ricordiamo poi l’appuntamento con Sea2See, la rassegna dedicata ai grandi film di mare che approda a Genova – con la collaborazione del Salone Nautico, di Confindustria Nautica e la partecipata I Saloni Nauticida oggi, sabato 24, a lunedì 26 settembre, con tre serate a ingresso libero presso la Sala Grecale dei Magazzini del Cotone.
Tre proiezioni dedicate a tre differenti modi di vivere e guardare il mare: come risorsa; come spunto di cultura, fonte di follia e coraggio; come scuola di vita. Sono le chiavi di lettura della rassegna di cui è madrina Rachele Fogar, modella appassionata di vela e di sport estremi, figlia del celebre esploratore Ambrogio.
L’orario di inizio delle proiezioni è alle 21,30 con apertura alle 21. Si parte, quindi, questa sera con I Guardiani del Mare – Sea Sheperd Italia (regia di Irene Saderini). Seguiranno Le Grand Bleu (regia di Luc Besson), in onda domenica 25 settembre, e The Weekend Sailor (regia di Bernardo Arsuaga), in programma lunedì 26.
Essendo l’ingresso gratuito sino a esaurimento posti, è necessaria la prenotazione attraverso la piattaforma EventBrite.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui