Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

Riva 130′, Sei Bellissima

Pubblicato il:

Condividi:

Nell’anno del 180° anniversario della fondazione di Riva, scende in acqua una nuova creatura letteralmente Bellissima. È il più grande flybridge della gamma commissionato al cantiere del Gruppo Ferretti da un armatore americano e realizzato negli stabilimenti Riva di La Spezia. Si chiama, e non poteva essere diversamente, Riva 130′ Bellissima. Lo yacht, un planante che supera i 40 metri di lunghezza fuori tutto, è una sintesi raffinata di design d’autore e ingegneria nautica, sapiente artigianalità e alta tecnologia.
Riva 130′ Bellissima è anche il primo flybridge planante della flotta a svilupparsi su tre ponti reali, interamente wide body, pur restando sotto le 300 GT. Nasce della geniale matita di Mauro Micheli – fondatore con Sergio Beretta di Officina Italiana Design, che ha curato tutta la produzione Riva degli ultimi 27 anni – in collaborazione con il comitato strategico di prodotto presieduto dall’ing. Piero Ferrari e la direzione engineering di Ferretti Group.
«Bellissima! Di nome e di fatto. Non c’era altro nome possibile per questo capolavoro Riva…» ha dichiarato l’avv. Alberto Galassi, Ceo del Gruppo Ferretti «…e non c’è modo migliore di celebrare i 180 del mito Riva: varare una nave meravigliosa – 40 metri di potenza, stile ed eleganza -, gioire con armatori estasiati e con tutti coloro che hanno immaginato, progettato e costruito un prodigio di tecnica e di estetica. Quando naviga un Riva, un Riva “Bellissima”, tutto si ferma. Un’esperienza che le parole non possono descrivere».
Fibra di carbonio, acciaio e cristallo gli elementi distintivi del design esterno, caratterizzato da tre semplici linee lungo il profilo: il parabrezza è realizzato con cristalli sferici e presenta la tipica contro-curvatura, mentre il disegno della finestratura a scafo è generato da un tratto nero lungo la fiancata argentea che risale verso la coperta. Grandi vetrate enfatizzano l’abbondanza di luce naturale negli ambienti del ponte principale e di quello superiore, regalando meravigliose viste panoramiche e interni grandiosamente luminosi.
A poppa, le potenze laterali interamente in cristallo esaltano l’aerodinamicità dell’imbarcazione utilizzando il linguaggio del fascino e dell’eleganza. Le griglie delle prese d’aria e i dettagli in fibra di carbonio rimandano, invece, alla tradizione del car design, mentre l’hard top, con il suo carattere sportivo, conferisce dinamicità e stile.
L’ammiraglia propone un nuovo concept della poppa che, ribassata e aperta verso il mare, si divide in un grande beach club e in un pozzetto di oltre 60 metri quadri di spazi vivibili, essendo jet ski, tender e seabob ricoverati nella murata di sinistra. A prua, l’armatore è accolto in una spaziosa area aperta divisa in salottino, grande prendisole e ulteriori spazi intimi e riservati. Sul ponte superiore, dove l’area esterna poppiera è adibita a zona pranzo per dieci persone, i camminamenti laterali creano due balconate chiuse e private. Da qui si accede al sundeck, un’area di relax perfetta per un aperitivo o un dopo cena en plein air.
All’interno un salone circondato da cristalli, con vista a 270 gradi e un’altezza di oltre 2 metri: uno spazio unico nel suo genere, che gioca sulle trasparenze del vetro pregiato e sulle essenze di palissandro lucido. Sapientemente utilizzato è l’intero baglio, che sfiora gli 8 metri. Cinque le cabine, con la suite armatoriale sul ponte principale e quattro (tutte con bagno ensuite) per gli ospiti sul ponte inferiore, separate da una grande lobby. Equipaggiato con una coppia di Mtu dalla potenza di 2.638 mhp ciascuno, Riva 130’ Bellissima raggiungerà 26 nodi di velocità massima e 23 nodi di crociera (dati preliminari del cantiere).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui