Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

Omikron OT-60, silence please

Pubblicato il:

Condividi:

Questo yacht, disegnato da Lorenzo Argento e costruito dal cantiere greco Omikron Yachts, Gruppo Olympic Marine, consente di navigare a motore con la quiete di una barca a vela

by Maurizio Darai

Già quando ci avviciniamo in banchina e saliamo a bordo ci rendiamo subito conto di avere a che fare con una barca che non risponde a nessuno standard che abitualmente troviamo su uno yacht a motore; la linea d’acqua la fa somigliare più a una barca a vela che ad un motoscafo. Il cantiere, infatti, ha studiato con il suo ufficio tecnico una carena dislocante di derivazione velica che permette una navigazione fino a 16 nodi con dei consumi ridotti. La motorizzazione nel modello che abbiamo testato è assicurata da due motori di 250 cavalli ciascuno.

Omikron OT-60

Il concept degli interni e il design esterno sono firmati da Lorenzo Argento. 

La salita a bordo da poppa è resa comoda da una passerella a lunghezza fissa, che quando è in posizione di riposo fa parte del grande pozzetto esterno e che solleva fino a 600 kg per movimentare un eventuale tender, alloggiato nell’ampia plancetta. L’arredamento del pozzetto è in stile minimal, con due grandi tavoli con divani a L trasformabili in due comodi sofa; tutto l’arredamento interno ed esterno è stato pensato dal designer Lorenzo Argento con lo studio Ciarmoli Queda, particolarmente attenti alla semplicità delle forme senza dimenticare la comodità e l’armonia estetica.

Il décor degli interni è firmato da Ciarmoli Queda Studio, che ha scelto di utilizzare materiali naturali, colori neutri e finiture tattili che invitano gli ospiti a rilassarsi e a ricaricarsi nel massimo comfort. La cucina si trova sul lato di dritta e non fa rimpiangere minimamente quella della propria casa, da notare l’impianto di aspirazione a scomparsa dietro il piano a induzione e il capiente frigo che si trova alle spalle del piano di lavoro. Il design è firmato da Lorenzo Argento, che ha progettato un’imbarcazione che permette all’armatore di apprezzare nella sua totalità la bellezza del viaggio, lavorando sia sulle linee esterne sia sul layout degli interni.

Interni
La grande porta di accesso alla zona living interna, al centro della barca, è affiancata a dritta e a sinistra da due vetrate completamente ribaltabili verso l’alto che creano un tutt’uno tra la zona interna e il pozzetto esterno; grazie a questa vetrata e a tutte le finestrature laterali il living è inondato di luce che arriva fino alla cucina, alloggiata verso prua dopo le scale che portano alle cabine.

Omikron OT-60

La cucina si trova sul lato di dritta e non fa rimpiangere minimamente quella della propria casa con l’impianto di aspirazione a scomparsa dietro il piano a induzione e il capiente frigo che si trova alle spalle del piano di lavoro. Sul lato di dritta, verso poppa è posizionata la cabina a due letti singoli con relativo bagno con box doccia. Sul lato di sinistra, invece, la spaziosa cabina armatore che, come tutte le altre ha, oltre ai canonici oblo apribili sulla murata, anche un passo d’uomo come si compete alle barche a vela; da notare anche le aperture sui cielini di tutti e tre le toilette. Sul lato di sinistra, prima della porta della cabina armatore c’è il completissimo quadro elettrico con un’accessibilità che permette, se necessario, una manutenzione senza problemi.

Verso prua si apre la porta della cabina matrimoniale Vip, molto spaziosa e luminosa grazie al boccaporto che si trova sopra il letto che funge anche da uscita di emergenza. La toilette, come dicevamo comodissima, ha un piccolo tambuccio apribile oltre all’oblò laterale. Il locale per l’equipaggio si trova all’estrema prua ed è composto da una cabina con due letti sovrapposti e un locale bagno con doccia. L’accessibilità è assicurata da un tambuccio di comode dimensioni sotto cui si apre una scala verticale in acciaio antisdrucciolo.

Esterni
I passavanti, illuminati di notte, sono di dimensioni abbondanti e dotati di draglie e candelieri come nella filosofia delle barche a vela. A metà barca, sul trincarino ci sono due innesti per poter montare una scaletta per scendere e salire a bordo comodamente se ormeggiati all’inglese, ovviamente in corrispondenza le draglie sono apribili con moschettone a pellicano. Sopra la tuga è posizionato il prendisole prodiero che la copre tutta, mentre sopra la cabina è situato il secondo prendisole raggiungibile mediante una scaletta che si posiziona all’occorrenza grazie a dei sicuri innesti.

Tutti i piani d’ormeggio sono ben studiati e dimensionati per un 60 piedi, spicca la robustezza del sistema di ancoraggio che il cantiere cura in maniera maniacale vista l’intensità dei venti in Grecia. Anche a poppa l’ormeggiare è estremamente comodo grazie alle generose dimensioni della plancetta. Durante la manovra abbiamo testato i verricelli di tonneggio che hanno retto bene lo sforzo del vento; da notare la comoda seconda stazione di manovra a poppa sul lato di sinistra.

Omikron OT-60

I passavanti illuminati di notte, sono di dimensioni abbondanti e dotati di draglie e candelieri come nella filosofia delle barche a vela.

Al centro del pozzetto si apre il portello di accesso alla sala macchine. Come si vede dalla foto, appena scesi  troviamo il quadro di distribuzione elettrica, raggiungibilissimo in qualsiasi condizione di mare. La sala macchine è bene illuminata e tutte le principali manutenzioni sono a portata di mano; grande cura si nota nel sistema di insonorizzazione della sala macchine che prevede anche generosi silentblock sotto tutti gli organi meccanici.

Omikron Yachts è il nuovo brand di Olympic Marine che racchiude tutte le attività di costruzione, refit e riparazione del colosso nautico greco con sede a Lavrio, a 30 minuti da Atene, in un porto confortevole e riparato. Il brand è stato lanciato nel 2019 assieme al suo primo grande progetto, un importantissimo refit del gigayacht di 107 metri Dream, che ha previsto l’allungamento dello scafo di 15 metri. Oggi Omikron Yachts produce 12 unità all’anno del suo primo modello, l’OT-60, la barca a motore che regala le sensazioni di una barca a vela, e l’Argo54, un super yacht a vela sostenibile. In aggiunta ai benefici dati dalla sua posizione strategica nel Mar Egeo, Omikron Yachts trae vantaggio dai servizi, dalle strutture e dall’esperienza di Olympic Marine, fondata nel 1969, consentendogli di realizzare internamente l’intero processo di progettazione, ingegneria e costruzione.

Omikron OT-60

Lo scafo in composito è realizzato in infusione sottovuoto con resina vinilestere, la sovrastruttura è costruita in fibra di carbonio per garantire leggerezza e resistenza.

In navigazione
L’efficienza prima di tutto: il posto di comando è ergonomicamente corretto, fatto per poter navigare a lungo senza stress e aiutato da una strumentazione molto completa e una timoneria elettro idraulica di una dolcezza difficilmente riscontrabile. Ci colpisce il bassissimo rumore in qualsiasi locale della barca durante le varie andature e soprattutto il consumo totale che permette di navigare a circa 8 nodi usando solo 1,25 litri a miglio, che è simile a quello di un gommone con un motore da 100 cavalli. La giornata non era delle migliori, infatti un vento di circa 15 nodi disturbava la navigazione, ciò nonostante la carena risultava sempre a suo agio anche sulle onde più formate e gli spruzzi che arrivavano erano solo quelli spinti dal vento laterale. Abbiamo provato anche a navigare con un motore usando solamente il 50% della sua potenza e procedendo a 7 nodi e con il vento al traverso l’unità risultava manovrabile e stabile. Questa prova l’abbiamo fatta anche per testare la sicurezza della barca in condizione di avaria di uno dei due motori. Abbiamo anche provato una virata strettissima a 15 nodi di 180 gradi, l’inversione di rotta è stata raggiunta in circa 25 secondi senza nessun rollio esagerato, risultando quindi uno scafo molto stabile anche in condizioni di virate di emergenza.

Omikron OT-60

Engine room
I motori Yanmar di 250 cavalli ciascuno e lo scafo, progettato da Juan-K e ottimizzato per la crociera a 10-12 nodi, consentono all’OT-60 di percorrere 850 miglia nautiche a 10 nodi, consumando solo 1,5 litri per miglio nautico.

OMIKRON YACHTS
77 km. Athens Sounion Rd.
EL 19500 – Lavrion
www.omikronyachts.com

PROGETTO
Omikron Technical Office • Lorenzo Argento (designer) • Juan Kouyoumdjian (scafo)

SCAFO
Lunghezza f.t. 18,41m • Larghezza 6,06m • Pescaggio 0,86m • Dislocamento 20 t • Serbatoio carburante 1.200 l (optional 1.500 l) • Serbatoio acqua dolce600 l

MOTORE
2 x Yanmar 183 kW/250 cv

CERTIFICAZIONE CE
CAT A 12 persone

PREZZO
A partire da 1.650.000 € – Iva esclusa (Novembre 2023)

(Omikron OT-60, silence please – Novembre 2023)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui