Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

Keir Ansonica, sinfonia nel calice

Pubblicato il:

Condividi:

(di Chiara Risolo)
Se fosse una figura retorica, sarebbe un’onomatopea. Questo bianco vibra come la erre sospesa di Keir. Suona come quel pugno di sillabe che d’un fiato si legge Ansonica. Prodotto da Tua Rita, azienda toscana di Suvereto, è un vino che resta impresso nella memoria come musica. Al naso, i violini di Vivaldi. Al palato, la complessità di un’opera wagneriana. Sullo spartito, le note di Luca D’Attoma, enologo della maison vinicola e, naturalmente, della proprietà, di Rita, Simena, Stefano e Giovanni.

Keir Ansonica, vinificato in anfora, piace da pazzi. La sua eleganza, più riconoscibile da palati dotti, si unisce a una semplicità ancestrale che lo rende familiare anche ai neofiti del sorso. Ha dentro la terra e il mare della costa e il colore del sole. Sa di macchia mediterranea e di salmastro. Non è un vino da barca, è il vino in barca. Quello che tutti gli armatori dovrebbero tenere a portata di tirebouchon per deliziare gli ospiti.
Ora acquistabile, tra gli altri, anche sul sito tuarita.it, previa iscrizione al nuovissimo (e molto vantaggioso) Wine Club.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui