Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

ISA Classic 65 M Resilience, nothing by chance

Pubblicato il:

Condividi:

Resilience, disegnato da Team for Design – Enrico Gobbi, è un superyacht di 65 metri di lunghezza progettato per essere un ambiente di benessere dove tutto è stato pensato per rendere l’esperienza a bordo molto particolare

by Massimo Longoni – photo by Blueiprod and Tom van Oossanen

La forma di una nave da diporto deriva da una problematica della funzione risolta con coerenza e semplicità. La forma diventa quindi essa stessa una funzione, una manifestazione che incontriamo nello spazio e che non può essere separata dallo scopo a cui è adibita. Con questa direttrice Team for Design – Enrico Gobbi ha realizzato il progetto di Resilience, nave da diporto costruita in acciaio e alluminio da ISA ad Ancona nei cantieri di Palumbo Superyachts, di cui il brand fa parte.

SOPRA AL SUNDECK PRINCIPALE C’È IL PONTE DI OSSERVAZIONE. SI TRATTA DI UN’AREA MOLTO RISERVATA CHE INCLUDE UN PRENDISOLE ED UN TAVOLINO CON SEDIE DOVE GLI OSPITI POSSONO GODERE DI UN PUNTO PANORAMICO UNICO IN TOTALE PRIVACY E PACE.

A bordo tutto è stato studiato per permettere agli ospiti di godere appieno del proprio tempo, intervallando momenti di assoluto relax a momenti di brio, riuscendo a soddisfare ogni più piccolo capriccio. Su questo superyacht tutto infatti è curato nei minimi particolari con infinite accortezze per sentirsi coccolati a bordo. L’ISA Classic 65 metri, concepito fin dall’inizio come una vetrina delle capacità tecnico produttive del Cantiere, ha una stazza internazionale di oltre 1.400 Gross Tonnage e si sviluppa su 6 ponti. Il team tecnico di Palumbo Superyachts si è occupato dell’architettura navale. Edmiston e RVB Marine hanno supervisionato il progetto per conto dell’armatore in veste di suoi rappresentanti.

Il salone principale e la sala da pranzo sono arredati con ampi divani e un tavolo per 12 commensali. Questa zona è stata progettata con porte su tutti i lati così che, quando sono tutte aperte, sia in contiguità con l’area della piscina di poppa. Le porte scorrevoli divisorie tra il soggiorno e la zona pranzo consentono, dipendentemente dall’uso richiesto, di unire queste aree in un unico grande ambiente o di mantenerle separate, conferendo estrema flessibilità all’intero spazio.

Enrico Gobbi ha dichiarato: «Nulla è lasciato al caso in questo design. Anche la verniciatura esterna in bicolore blu e bianco è stata studiata secondo lo stesso concetto delle finestrature nere, per conferire allo yacht un profilo filante e dinamico da prua a poppa per tutta la lunghezza dello scafo. Un’altra caratteristica distintiva, che ne alleggerisce la forma facendola inoltre apparire più elegante, è il disegno dell’albero che, con due grandi ali di sostegno delle cupole dei satelliti, contribuisce all’effetto filante del profilo. Il design degli interni è stato studiato in collaborazione con Carlo Lionetti, Co-Director interiors per Team for Design su Resilience. Abbiamo voluto esprimere uno stile moderno e ricercato a dimostrazione di una altrettanto meticolosa attenzione all’uso dell’acciaio ed ai dettagli in generale». Nel progetto generale sono stati molto ben studiati l’equilibrio e il rapporto tra spazi esterni e spazi interni. Le finiture degli interni e il lussuoso design moderno sono parte di un gioco di equilibri che coniuga la ricercatezza alla semplicità.

La cabina armatoriale, sul main deck, è a tutto baglio, larga 12 metri, comprende due terrazze private abbattibili su entrambe le fiancate. Sul letto centrale svetta un lampadario su misura, disegnato da Enrico Gobbi e realizzato da Preciosa, in cristallo ed acciaio cromato lucido. I materiali utilizzati sono evocativi, come il Palissandro bruno per l’impiallacciatura dei mobili e i piani in onice che conferiscono un aspetto moderno, raffinato e ricercato.

Nel lower deck, il portellone di poppa da 4×4 metri si allinea a filo della plancetta quando abbassata, e quando combinato all’apertura delle due porte laterali, porta il beach club ad una superficie di oltre 180 metri quadrati. Versatilità ed effetti luce sono gli elementi chiave di questa porzione del lower deck composta da un’area lounge, bar, docce, palestra, sauna, sala massaggi e da una zona di accoglienza ospiti durante l’imbarco/sbarco dai tender.

Il beach club è dotato di tre diversi accessi al resto dello yacht: una scala esterna dal ponte di poppa, una scala interna a destra della zona massaggi, ed un corridoio scenico in vetro trasparente che, attraversando la sala macchine, collega direttamente il beach club con la lobby del lower deck e con le cabine ospiti. Questa è una peculiare caratteristica che, oltre alla comodità, offre agli ospiti un interessante sguardo sul cuore pulsante dello yacht che raramente si ha modo di vedere. La palette cromatica del beach club si basa su diverse tonalità di blu cobalto delle superfici metalliche e laccate in abbinamento a materiali naturali come il teak.

Il lower deck dispone di 4 ampie cabine ospiti collegate al main deck da una scala circolare. Questa si snoda attraverso tutti i ponti ed è decorata da una splendida rappresentazione di meduse in vetro di vari colori, progettata da Enrico Gobbi e realizzata da Preciosa, che invita a volgere lo sguardo verso il cielo. Un tributo al mare, quest’opera d’arte simboleggia la vastità dell’oceano e l’armonia delle forme e del movimento, ed appare meravigliosa quando illuminata di notte.

L’illuminazione dello yacht è stata studiata nei minimi dettagli, ed in quest’area prevede una corsia di luci Led a soffitto che corrono simmetricamente rispetto al portellone centrale, dirigendo lo sguardo verso la parete sullo sfondo. Quest’ultima è formata da onde sinuose di teak e Led che si riflettono sulle due lastre in acciaio inox e vetro del soffitto che in realtà è il pavimento della piscina del main deck. Questa soluzione permette alla luce di filtrare attraverso l’acqua, creando una suggestiva e magica atmosfera soprattutto di notte. A prua del bridge deck trovano collocazione la plancia integrata con separata sala radio, la cabina del Comandante e la sesta cabina Vip con terrazza privata.

ISA Classic 65 M Resilience

La piscina di poppa, lunga 6 metri e attrezzata per il nuoto controcorrente, è un elemento particolarmente scenografico. Il pozzetto è completato da un ampio divano a C con tavolino e divano frontale.

Spostandoci verso poppa, incontriamo il comodo e riservato studio armatoriale dotato sia di terrazzo sia di bagno (oltre che di un divano-letto per un eventuale ospite in più).

Superata la lobby, si entra nello spazioso sky lounge.  Qui si è accolti da comodi divani appositamente studiati per rilassarsi e guardare film, ed una zona bar con un pianoforte Edelweiss trasparente a coda. Anche il bar è un vero elemento di design, con sfondo in onice retroilluminato ed uno straordinario sistema di illuminazione. All’esterno del bridge deck, il tavolo da 12 posti è corredato da sedie realizzate da Vaar in acciaio lucido e mogano, tutto su misura. Il pozzetto esterno è completato da comodi prendisole e divani oltre che attrezzato per cinema all’aperto con ampio schermo piatto a scomparsa nell’hardtop di poppa.

Videoworks ha realizzato
sul nuovo MY
Resilience 65m
le più sofisticate tecnologie
per l’home entertainment,
l’audio/video,
l’illuminazione
e la domotica.

 

Il sundeck è senza dubbio una delle zone più versatili di Resilience, grazie all’articolato sistema di aperture delle porte scorrevoli a scrigno in grado di rendere questo ponte completamente aperto, oppure chiuso e climatizzato nella sezione centrale per l’utilizzo in condizioni meteo avverse o di temperatura molto calda.

LA ZONA EQUIPAGGIO, POSIZIONATA A PRUA DEL LOWER DECK PUÒ COMODAMENTE OSPITARE FINO A 15 PERSONE SUDDIVISE IN 8 CABINE, OLTRE ALLA CABINA DEL COMANDANTE SUL BRIDGE DECK.

Partendo da prua, l’appartata Jacuzzi in mosaico, affiancata da ampi prendisole e con una doccia esterna, permette agli ospiti di godere appieno dei momenti di relax. Una serie di porte semicircolari in vetro posizionate all’interno, sotto l’hard top, danno accesso alla scala d’ingresso, prima di raggiungere attraverso una seconda porta scorrevole il soggiorno e la zona pranzo del sundeck. Questi sono illuminati naturalmente dai due lucernari laterali simmetrici, uno sopra il tavolo da pranzo (per 12 ospiti), e l’altro sopra la zona relax.

Una seconda porta in vetro semicircolare, completamente a scomparsa, conduce poi al pozzetto di poppa, dove l’elemento focale è un caminetto circolare realizzato su misura in vetro cracklè e acciaio inox lucido. L’area è completata da altri prendisole ed un’ampia area barbecue. Resilience è disponibile per il charter attraverso Edmiston.

Engine room
I due motori Mtu 12V da 1.500kW ciascuno raggiungono 17,5 nodi di velocità massima, 14 nodi di velocità di crociera e ad 11 nodi producono un’autonomia di 5.500 miglia nautiche.

ISA YACHTS
www.isayachts.com

www.palumbosuperyachts.com

PROGETTO
Palumbo Superyachts (naval architecture) • Team for Design – Enrico Gobbi (exterior and interior design)

SCAFO
Lunghezza f.t. 64,76m • Lunghezza al galleggiamento 55m • Baglio massimo 11,50m • Pescaggio a pieno carico 3,50m • Dislocamento a mezzo carico 1.050 t • Stazza internazionale 1.420 GT • Capacità serbatoio carburante 115.000 l • Capacità serbatoio acqua 34.000 l • Capacità serbatoio acque grigie/nere 25.000 l • Cabine armatore e ospiti 6 per 12 persone • Cabine equipaggio 9 per 16 persone

MOTORI PRINCIPALI
2 x Mtu 12V 4000M63 da 1.500 kW

CLASSIFICAZIONE
ABS, A1, CYS/ AMS, ACCU COMP.LY3

PREZZO
In charter a partire da € 600.000 per settimana

Charter info: www.edmiston.com

(ISA Classic 65 M Resilience, nothing by chance – Agosto 2023)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui