Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

Confindustria Nautica e ICE al FLIBS con le aziende italiane

Pubblicato il:

Condividi:

Il Fort Lauderdale International Boat Show (in svolgimento sino a domenica 30 ottobre) ha visto ICE Agenzia e Confindustria Nautica organizzare una partecipazione collettiva di aziende italiane per il supporto e lo sviluppo delle attività di business e di networking degli operatori. In collaborazione con il Consolato Generale d’Italia a Miami, Confindustria Nautica e ICE Agenzia hanno presentato al pubblico statunitense, nel corso di un evento mirato, i dati aggiornati dell’andamento dell’industria nautica da diporto italiana e una preview del 63° Salone Nautico Internazionale che si terrà a Genova dal 21 al 26 settembre 2023.
La presentazione si è aperta con l’intervento del direttore dell’Ufficio Studi di Confindustria NauticaStefano Pagani Isnardi, dal titolo “The Italian Marine Industry: a global excellence”. I dati aggiornati del settore, illustrati in occasione del 62° Salone Nautico Internazionale di Genova, testimoniano come il 2021 si sia rivelato l’anno con il migliore incremento di fatturato di sempre per l’industria italiana della nautica, con un +31,1% rispetto all’anno precedente, per un valore di 6,1 miliardi.

«Il nostro è uno dei settori in cui l’Italia è leader mondiale» ha ricordato l’ing. Pagani. «Abbiamo una fortissima propensione all’export, con un tasso di esportazione dell’88% della produzione nazionale di unità da diporto. L’industria nautica da diporto italiana vede negli USA il primo mercato in assoluto di destinazione dei cantieri italiani, per un valore di 573 milioni di dollari, pari a una quota del 16,4% dell’export che a marzo 2022 ha toccato il massimo storico di 3,37 miliardi di euro. Siamo leader mondiali nella produzione di superyacht (con 523 imbarcazioni in costruzione su un totale di 1024, oltre il 50% degli ordini globali) e leader di mercato anche nei settori dei maxi rib, della componentistica e degli accessori».
Alessandro Campagna, direttore commerciale de I Saloni Nautici, ha invece illustrato i risultati record della 62esima edizione del Salone Nautico Internazionale di Genova e lanciato la prossima, di cui sono state accennate novità e nuovo formato: «Quella dello scorso settembre è stata un’edizione importante, con 103.812 visitatori (+10.7% rispetto al 2021), 998 brand esposti, oltre 1.000 imbarcazioni, 4.463 prove in mare, 168 novità presentate e 35 Paesi rappresentati. Gli organizzatori sono già al lavoro per la 63esima edizione che si svolgerà in un’area in continua evoluzione, sede del progetto del nuovo Waterfront di Levante, firmato dall’archistar Renzo Piano. Il progetto, che sarà completato nel 2024 e consegnerà al Salone Nautico nuove aree espositive a terra, già nel 2023 offrirà 200 posti barca in più».
L’attività internazionale di Confindustria Nautica e ICE Agenzia proseguirà con l’organizzazione di una collettiva di aziende italiane all’interno dell’Italian Pavilion al METSTRADE di Amsterdam (dal 15 al 17 novembre 2022), il salone mondiale dedicato agli operatori del settore della componentistica e degli accessori per la nautica da diporto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui