Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

Capoforte, arriva il primo modello elettrico

Pubblicato il:

Condividi:

Verrà presentato al Boot Düsseldorf (dal 21 al 29 gennaio 2023), dopo una serie limitata di eventi privati a cura del dealers’ network, SQ240i, il primo modello con motore elettrico di Capoforte.
Dopo il successo ottenuto con l’SX200, presentato all’ultimo Cannes Yachting Festival, il marchio italiano esordisce nel mondo della propulsione elettrica con un’imbarcazione che in meno di otto metri (7,38 m per l’esattezza) concentra una nuova filosofia di navigazione al passo con le più moderne tecnologie disponibili e con le più recenti esigenze di mercato.

Largo 2,46 metri, il nuovo SQ240i può trasportare sino a 8 persone ed essere spinto da un entrobordo Molabo Iscad da 50 kW o da un fuoribordo Yamaha da 3,7 kW con pod. Su queste motorizzazioni elettriche Christian Grande ha ottimizzato il disegno di carena, realizzata con tecnologia a infusione.
Il comfort è la chiave del layout di coperta che, grazie alla prua larga e stondata, consente di massimizzare lo spazio disponibile.
«L’atmosfera distesa e conviviale in coperta – spiega Christian Grande – è esaltata da un layout oltremodo versatile, in cui un ampio tavolo pieghevole può lasciar posto a un cuscino supplementare. In quest’ultima configurazione, tutta la sezione prodiera dell’imbarcazione si trasforma in un prendisole a tutto baglio, per il massimo comfort».
La consolle centrale, che consente di muoversi agevolmente e in tutta sicurezza, richiama nel disegno un elemento di arredo elegante e tecnologico, che tralascia forme ostentatamente dinamiche. All’insegna della facilità d’uso anche il grande prendisole centrale di poppa, che permette di godere appieno della comoda plancetta a tutta larghezza.
Con l’SQ240i lo spirito dei modelli Capoforte è esaltato da una combinazione di colori che, anche nella carena, evocano eleganza e leggerezza: le nuance delicate del bianco e del grigio chiaro sono animate da dettagli blu acceso. Scelte cromatiche che, con la chiarezza e brillantezza dei toni, vogliono richiamare l’energia dirompente dell’elettricità, oltre che suggerire una profonda integrazione con l’elemento acqua.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui