Emergenza Salento
"Nel ricordo di Alessandro Risolo"

La «tempesta» perfetta di Capelli e Yamaha

Pubblicato il:

Condividi:

L’evoluzione della specie in «piccolo». Il nuovo Tempest 900 OPEN di Cantieri Capelli, motorizzato con un nerboruto Yamaha XTO 425 V8, nei suoi 9,42 metri concentra i fondamentali dei Tempest 1000 OPEN e 1000 WA.

Stiloso, filante, granitico anche con mare formato, è il gommone ideale per armatori impavidi con un debole per «la vita comoda» a bordo. Per il momento bisogna accontentarsi dei render, ma se il buongiorno si vede dal mattino, la versione in mare sarà da capogiro. Partiamo dal fondo: il divano di poppa a C viene delimitato dai trincarini che, attraverso schienali integrati, garantiscono sedute ampie e confortevoli, per navigazioni in sicurezza. È previsto un tavolo standard, removibile, che può essere riposto all’interno di gavoni di stivaggio. L’area solarium può essere ampliata scegliendo l’accessorio del prendisole addizionale di poppa. In alternativa è possibile installare un tavolo fisso, abbattibile tramite meccanismo idraulico. In ogni caso, il completamento della zona solarium permette di godere di un’area relax di ben 3 metri quadrati. Nella panca troviamo una seduta per due persone con schienale e basculante regolabile in due posizioni. L’allestimento di quest’ultima è completato da un porta-bicchieri e porta- telefoni. Tra gli optional, c’è anche il frigorifero. La consolle centrale è stata studiata per garantire ampi spazi di installazione per la strumentazione di bordo e una protezione ottimale durate la navigazione.

Come per gli altri battelli della gamma Tempest la postazione di guida è stata studiata per governare l’imbarcazione sia in piedi sia da seduti. La plancia consente di ospitare fino a due display da 12”, in aggiunta a radio (optional), strumento motori e interruttori utenze. Sulla parte superiore della console sono stati ricavati due vani ribassati aperti per riporre oggetti ed effetti personali. La parte anteriore della console è contraddistinta da un’ampia seduta per due persone.

Tra le novità del Tempest 900 OPEN, degna di menzione è una porta rivolta verso prua, perfettamente integrata nella linea della console e nascosta attraverso i cuscini dell’ampia seduta, che consente di avere accesso a un’area sottocoperta. L’area può essere impiegata come gavone di stivaggio a tutta altezza o, in alternativa, allestita con wc marino (completo di serbatoio acque nere dedicato), specchiera interna in A-look, rivestimento piano lavabo in Corian, lavabo in vetro completo di rubinetto, rivestimento calpestio in flexiteek e tasche portaoggetti.

Spostandoci verso prua, troviamo una zona prendisole generosa che può essere ampliata fino a raggiungere un’area complessiva pari a 3,5 metri quadrati. Il grande gavone di prua può essere dedicato allo stivaggio dei bagagli e dell’attrezzatura di bordo più ingombrante. Come per il Tempest 1000 OPEN, la zona di prua è completata da un grande musone in vetroresina dedicato all’installazione del verricello e al gavone ancora.

Per quanto riguarda la motorizzazione, il Tempest 900 OPEN vede installato un potente Yamaha XTO 425 V8, fuoribordo che coniuga potenza, coppia, velocità, tecnologia e prestazioni all’avanguardia. Con iniezione diretta a 4 tempi e sterzo elettronico integrale collegato direttamente al sistema Helm Master® di Yamaha, l’XTO consente anche un nuovo livello di spinta, coppia e velocità in retromarcia. Accanto alla versione monomotore si può scegliere di installare una doppia motorizzazione firmata Yamaha con una potenza massima di 500 hp. Anche le plance di poppa sono state realizzate in due differenti versioni: versione monomotore e versione bimotore. Questo ha consentito di ottenere una maggiore ampiezza per la plancia monomotore, che raggiunge una larghezza massima pari a 720 mm, contro i 420 mm della plancia bimotore.

Infine, tra gli optional c’è anche il T-Top. La nuova struttura in acciaio consente di lasciare maggior spazio ai passaggi laterali e conferire alla tuga una linea più slanciata. Grazie agli estensori posizionati sotto il T-Top è possibile agganciare un tendalino a due pali in carbonio installati nella zona di poppa dei trincarini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui