Castiglion del Bosco, il Rosso che sa di Tramontana

Comments (0) Wine boat

  • Castiglion del Bosco, tasting con formaggi
  • Rosso di Montalcino, Castiglion del Bosco
  • Castiglion del Bosco

Un rosso, sissignori. Anche in piena estate. Talmente fresco e vibrante da essere perfetto per un aperitivo a bordo o una cena in rada. È il Rosso di Montalcino 2018 Gauggiole di Castiglion Del Bosco. Domato dall’esperienza e dalla sensibilità dell’enologa della maison vinicola, Cecilia Leoneschi, questo vino esprime nella sua annata 2018 un’anima e un corpo elettrizzanti. Al naso sono riconoscibili note agrumate e sentori di viola, mentre in bocca esplode un’acidità che, insieme ai tannini gentili e rotondi, fa di questo vino un grandissimo vino. È sorprendente come il palato si foderi di freschezza, oltretutto di una rara persistenza. È come se il vento di Tramontana spingesse sul palato e continuasse a soffiare anche nel finale. Lo si può accostare a un delizioso tagliere di formaggi e salumi, ma merita anche sperimentazioni (provate da chi scrive). Con una tartare di tonno, e servito fresco (bastano tre minuti in frigorifero), fa cantare gli angeli. (C.R)

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *