E che diavolo, Riva riscrive il ’68

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News, Senza categoria, Ultima ora

Riva '68 Diable

L’arte di essere Riva. L’iconico marchio, ogni qualvolta lo si pronunci, anticipa nelle sue sole quattro lettere la storia della nautica e la bellezza. È così, e non poteva essere altrimenti, anche per il progetto Riva 68’ Diable, preceduto da un altro open di straordinario fascino, il Riva Diable (a sua volta modellato sullo scafo del Riva Super America). Il 68’ Diable rientra nella gamma degli yacht open sotto i 70 piedi, un segmento in cui il brand è da tempo leader acclarato. Il progetto è nato, come del resto tutta la produzione Riva degli ultimi 27 anni, dalla brillante e talentuosa matita di Mauro Micheli, fondatore con Sergio Beretta di Officina Italiana Design, in collaborazione con il Comitato Strategico di Prodotto presieduto dall’ Ingegner Ferrari e la Direzione Engineering di Ferretti Group. Paradigmatiche come sempre eleganza, sportività e vivibilità, supportate da innovazioni tecnologiche e design, il tutto permeato da quel gusto colto per la tradizione e il dettaglio pregiato che è la cifra stilistica dell’attuale corso Riva.
Quanto agli esterni, uno dei maggiori punti di forza e di novità di questo open è il nuovissimo hard top dal design lineare e pulito in cui scompaiono alla vista gli elementi tecnici e tecnologici. Protegge e ripara le zone centrali e quindi l’area pranzo e la stazione di comando del ponte principale. Degno di nota il tettuccio apribile in due direzioni (fronte marcia e contromarcia). L’arredo del pozzetto prevede due grandi prendisole, uno a chaise-longue fronte mare e un altro che può essere coperto, insieme alla zona dining, grazie a un bimini a scorrimento automatico integrato nell’hard top. Da vivere e condividere al massimo della libertà e del relax anche la zona prodiera, al top di categoria per concept e spaziosità.
E gli interni? Il layout del ponte inferiore è all’insegna del massimo comfort, con 3 cabine a disposizione di 6 ospiti, che si sviluppano attorno a un’area open space dove una galley e una dinette rendono l’ambiente versatile e confortevole: master cabin a centro barca, cabina doppia con letti singoli a sinistra e vip a prua (ogni cabina, naturalmente, è servita da un bagno). Il modello sarà varato nel corso dell’estate 2021.

DATI TECNICI
Motorizzazione: 2 X MAN V12 potenza 1550 mhp / 1140 kW a 2300 g/min STD 2 X MAN V12 potenza 1650 mhp / 1213 kW a 2300 g/min OPT
Velocità (preliminary): massima = 37 nodi (1550 mhp) / 40 nodi (1650 mhp) crociera = 33 nodi (1550 mhp) / 34 nodi (1650 mhp)
LOA = 20,67 m (67 ft. 10 in.)
Baglio = 5,29 m (17 ft. 4 in.

Riva è un marchio di Ferretti Group. Forte dell’eredità della secolare tradizione nautica italiana, il Gruppo Ferretti è leader mondiale nella progettazione, costruzione e vendita di yacht a motore e da diporto di lusso, con un portafoglio di otto marchi prestigiosi ed esclusivi: Ferretti Yachts, Riva, Pershing, Itama, Mochi Craft, CRN, Custom Line e Wally. Guidato dall’Amministratore Delegato Avv. Alberto Galassi, il Gruppo Ferretti possiede e gestisce sei cantieri navali dislocati in tutta Italia che coniugano un’efficiente produzione industriale con un artigianato italiano di livello mondiale ed è in grado di raggiungere clienti in più di 70 paesi nel mondo grazie alla sua presenza diretta in Europa, Stati Uniti e Asia e alla sua rete di circa 60 concessionari terzi accuratamente selezionati. I motor yacht del Gruppo Ferretti, massima espressione del genio creativo e dell’eleganza Made in Italy, si distinguono da tempo per l’eccezionale qualità, le soluzioni tecnologiche all’avanguardia, i record di sicurezza e le eccellenti prestazioni in mare, oltre che per il design esclusivo e l’appeal senza tempo.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *