Perini Navi, si fa avanti anche Palumbo Superyachts

Comments (0) News, Primo piano, Ultima ora

Perini Navi: il sito Palumbo di Marsiglia

Il gioco si fa duro. Anche Palumbo Superyachts si inserisce nel dossier Perini Navi, il cantiere dei velieri di lusso dichiarato fallito pochi giorni fa dal Tribunale fallimentare di Lucca. A oggi, con la new entry, i protagonisti della corsa al celebre marchio che ha fatto la storia della nautica mondiale, diventano quattro: Ferretti Group, Sanlorenzo Yacht, The Italian Sea Group e, appunto, il gruppo Palumbo.
In un’ottica di espansione, iniziata da svariati anni che ha portato alla acquisizione di rilevanti brand, sia cantieri di costruzione sia strutture, Palumbo Superyachts intende verificare se ci siano le condizioni per partecipare alla procedura d’asta e quindi all’acquisizione dell’azienda Perini Navi completa dei marchi e dei siti produttivi di Viareggio e La Spezia.
Per la cronaca il gruppo Palumbo annovera marchi di prestigio quali ISA Yachts, Columbus, Mondomarine, Extra Yachts e Palumbo SY Refit.
Attualmente Palumbo Superyachts ha in costruzione 10 superyacht dai 30 agli 80 metri e attraverso la divisione Palumbo SY Refit e al network di 5 cantieri (Ancona, Savona, Napoli, Marsiglia (nella foto) e Malta) di cui dispone, ha all’attivo oltre 450 refit di imbarcazioni dai 30 ai 150 metri.
Per lo storico marchio dei cantieri Perini la strada della ristrutturazione del debito si è chiusa definitivamente con la sentenza di fallimento pronunciata dal tribunale di Lucca. Perini Navi, cantiere che ha sfornato tra l’altro bellissimi yacht per i vip, dal Maltese Falcon al Morning Glory, e la controllante Fenix, la holding della famiglia Tabacchi,  avevano siglato un accordo con i fondi Blue Skye e Arena Investors per un bond da 30 milioni di euro, ma mancava l’accordo con le banche e il tribunale ha decretato il fallimento con l’avvio dell’esercizio provvisorio, che sarà gestito dal curatore Franco Della Santa cui spetterà fissare la data dell’asta per la vendita del cantiere.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *