Luna Rossa k.o. La maledizione delle Idi di marzo

Pubblicato il:

Condividi:

Emirates Team New Zealand incassa i 2 punti in palio e conduce 5-3 su Luna Rossa Prada Pirelli. Questo il verdetto della quinta giornata dell’America’s Cup 2021 dopo la settima e ottava gara. Nulla è perduto ma adesso si fa dura per il team di Patrizio Bertelli.
Dopo l’annullamento delle regate del 14 marzo per mancanza di vento, Luna Rossa e Team New Zealand ripartono dal risultato parziale di 3-3. Rocambolesca la seconda gara quando Luna Rossa aveva accumulato un vantaggio di 4 minuti e circa 2,5 km di distacco: l’AC75 italiano all’improvviso cade in acqua e non riesce più a decollare, e quando finalmente riesce a tornare sui foil il distacco da New Zealand è incolmabile. Un blackout dovuto a un salto di vento, ma per certi versi inspiegabile, che rievoca le Idi di marzo (15 marzo del 44 a.c) ad Auckland. Adesso i Kiwi sono a due vittorie dal trionfo, ma non è così scontato.
Ovviamente c’è grande delusione nel team Prada Pirelli perché le partenze, sia in gara 7 sia in gara 8, erano state perfette.
“Oggi abbiamo perso due punti – il commento di Pietro Sibello, randista – Però abbiamo dimostrato di tenere duro e in partenza abbiamo dato battaglia. Loro in queste condizioni ci sono sembrati più veloci di noi, soprattutto nella prima prova. Nella seconda regata, abbiamo eseguito un’altra partenza molto bella e anche in quel caso abbiamo lottato molto. Purtroppo c’è stato quell’errore nella seconda bolina dove siamo caduti dai foil in una virata con vento super leggero, in pieno calo, e lì ci hanno superato e hanno portato a casa il punto. Domani è un altro giorno e lo spirito deve essere questo, lottare e tener duro fino alla fine”.

━ ultimi articoli

Amer F 100, globetrotter di razza

Parco nei consumi, esaltante nelle prestazioni e raffinato nel design, il 29 metri di Amer Yachts è un bell'esempio di made in Italy. Tanto...

Mirazur, approdo francese con «accento» italiano

  (di Maurizio Bertera) Nel giugno 2019 il Mirazur venne designato miglior ristorante del mondo dalla The World's 5 Best Restaurants, la classifica più prestigiosa del...

Navigare green non è uno slogan

Condividiamo con voi, data la stringente attualità del tema, il diario di bordo scritto all'indomani di un'esperienza vissuta nell'estate del 2014 con la convinzione...

Salpa Il Ristonauta, al timone Maurizio Bertera

Cari lettori, ci siamo: se, incuriositi dalle importanti novità anticipate a fine anno con l'annuncio della nuova rotta intrapresa da Gentedimare 2.0, vi stavate...

Club Nautico Marina di Carrara, un futuro avanti tutta

(di Olimpia De Casa) È lucida la visione di Carlandrea Simonelli, presidente del Club Nautico Marina di Carrara, che, da velista e armatore che ben...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui