Overmarine Group chiude il 2020 con due botti

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News

  • Overmarine Group: Mangusta GranSport 33
    Overmarine Group: Mangusta GranSport 33
  • Mangusta Oceano 43
    Mangusta Oceano 43

Overmarine Group chiude il 2020 con due botti: vendute due navi delle linee Mangusta Oceano e Mangusta GranSport.
“Siamo felici di aver concluso questo difficile anno con la vendita di due navi, un Mangusta Oceano 43 e un Mangusta GranSport 33 – spiega Maurizio Balducci, ad del Gruppo – I clienti hanno riconosciuto la qualità del prodotto e la solidità del nostro cantiere, cosa che ci ha permesso di chiudere queste vendite nonostante le difficoltà del periodo”.
Mangusta Oceano 43 denominato Project Como, è la sesta unità di questa serie, ed è stato venduto in collaborazione con Gaston e Alex Lees-Buckley della brokerage house Camper & Nicholsons i quali hanno collaborato con Francesca Ragnetti, sales manager del gruppo viareggino. La vendita segue di pochi mesi quella dell’unità precedete destinata al mercato americano, mentre questa resterà in Europa.
Questo superyacht offre un infinity pool a prua, un beach club a poppa, con il portellone che aprendosi crea una piattaforma sul mare di 45 mq (484 sq/ft) e una grande cabina armatore sul ponte principale con un balcone automatico che l’armatore può aprire e chiudere in autonomia. A bordo la parola chiave è luce: luce naturale che entra dalle ampie vetrate e dagli skylights e lighting design che invade piacevolmente tutti gli ambienti.
Con una velocità di crociera di 11 nodi e un’autonomia transatlantica di 4.500 miglia nautiche, Mangusta Oceano 43 può raggiungere qualsiasi destinazione l’armatore desideri.
La terza unità della serie Mangusta GranSport 33Project Ponza, è stata venduta a un armatore europeo in collaborazione con Christine Lavie di International Yacht Charter.
“L’armatore aveva acquistato un Mangusta pre-owned e dopo solo una stagione a bordo ha deciso di realizzarne una nuova da customizzare secondo i propri desideri”, racconta Ivan Adzic, area manager Francia, che ha gestito la vendita.
Mangusta GranSport 33 è l’entry level della linea fast displacement ed è equipaggiato con un pacchetto propulsivo costituito da 4 motori Volvo Penta D13 da 735kW (1000HP) accoppiati a 4 IPS pods che garantiscono ottima efficienza, straordinaria manovrabilità e permettono di  raggiungere la velocità massima di 26 nodi mantenendo elevati livelli di comfort. L’imbarcazione risulta tra le migliori della categoria in termini di spazi e volumi, come dimostra la suite armatoriale di 40 mq (132 sq/ft), posta sul main deck. Sempre sul ponte principale, si ritrova in un ampio salone luminoso dalle grandi finestre a tutta altezza, due delle quali apribili, che offrono ventilazione naturale ed un’impareggiabile vista sul mare. Dall’ampio flybridge di 56 mq (184 sq/ft) si può raggiungere facilmente prua, dove si trova, sullo stesso livello, un’ulteriore area di socializzazione composta da una zona lounge e prendisole attrezzata e una piscina con idromassaggio.
Altri punti di forza sono il garage, che è in grado di contenere un tender da 5,65m e due moto d’acqua, e la pedana di poppa estendibile. Il superyacht ha caratteristiche analoghe a yacht di 38-40 metri, ma con facilità di gestione e costi di un 30 metri.
Le linee esterne di entrambe le navi sono firmate da Alberto Mancini che ha lavorato insieme con gli uffici tecnici di Overmarine Group per dare forma a navi dal profilo elegante e dalla forte personalità, con un perfetto equilibrio tra aree esterne ed interne che è insito nel Dna Mangusta. Le due unità sono attualmente in costruzione negli stabilimenti produttivi di Overmarine Group: Mangusta Oceano 43 a Pisa, cantiere dedicato alla produzione in acciaio e alluminio, Mangusta GranSport 33 a Viareggio. La consegna di entrambe le navi è prevista per l’estate 2021.
Overmarine Group, di proprietà della famiglia Balducci dalla sua fondazione, è un’azienda con alle spalle oltre 300 navi costruite, di cui più di 100 di dimensioni di oltre 30 metri. Il gruppo occupa la quarta posizione tra i cantieri italiani ed è tra i primi dieci a livello mondiale con 19 navi in costruzione, di cui 8 con consegna nel 2021, e una lunghezza media di 43,3 metri. Il focus del cantiere è quello di costruire navi all’avanguardia, garantendo la migliore qualità e il massimo comfort, il tutto unito alla capacità di interpretare le richieste e le esigenze degli armatori.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *