Otam Custom Range 115, la forma preziosa dell’alluminio

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News

In principio fu 35m Gipsy. Pluripremiato e disegnato da Tommaso Spadolini, è stato la prima unità del segmento produttivo OTAM Aluminium Custom Range. E sulla scia di questo successo Otam presenta Custom Range 115. «La filosofia alla base di questo segmento produttivo è di essere completamente su misura e quindi di rivolgersi a clienti che non vogliono solo una barca, ma  desiderano poter costruire il loro progetto ideale prendendo parte al processo di sviluppo» racconta Matteo Belardinelli, sales director del cantiere genovese. «Oltre i 30 metri preferiamo costruire in alluminio, piuttosto che in compositi avanzati, perché offre una totale flessibilità di personalizzazione, dall’estetica esterna al layout e alle specifiche della propulsione» aggiunge.
Le linee esterne sono opera di BG Design Firm, lo stesso studio che ha firmato il nuovo OTAM 70 HT, e si ispirano al mondo aeronautico e automobilistico , come si conviene nella storia del marchio. «Le parole chiave che hanno guidato il design sono state sportività, purezza, semplicità e modernità», riferiscono dallo studio. «Per ottenere il giusto family feeling, abbiamo introdotto la prua aggressiva e arretrato la tuga il più possibile per spostare il peso visivo dei volumi verso poppa, caratteristica fondamentale di tutte le barche OTAM. Tutte le linee convergono in avanti in modo lineare e quasi orizzontale per dare alla forma tensione, compostezza e dinamismo» spiegano.
Lo scafo a V profonda è stato sviluppato da Umberto Tagliavini Marine Design per garantire un’ottima tenuta di mare, un morbido impatto sulle onde e alte velocità. L’approfondita Finite Element Analysis (FEM) garantisce uno scafo rigido non soggetto a flessioni o torsioni, mentre la Computional Fluid Dynamics (CFD) ha consentito di ottimizzare prestazioni e manovrabilità in mare.
I clienti possono scegliere tra una configurazione a tre motori MTU da 2600 hp uno dei quali con funzione di booster centrale ed idrogetto KaMeWa per una velocità massima di 44 nodi o due motori MTU da 2600 hp per una velocità massima di 35 nodi sempre con idrogetto KaMeWa.
Poiché nella costruzione in alluminio non vengono utilizzati stampi, i clienti possono scegliere di sviluppare e personalizzare il proprio yacht in vari modi. Per esempio, ci sono varie opzioni di layout per pozzetto di poppa, flybridge e grande ponte prodiero oltre alla possibilità di modificare la disposizione sottocoperta spostando le paratie. Un fly su uno sport cruiser come l’Otam Aluminium Custom Range 115 può sembrare fuori luogo, ma i progettisti sono riusciti a mantenere il profilo aggressivo tipico di uno sport cruiser senza rinunciare al comfort di bordo, come dimostra la presenza del fly. Infatti, guardando la barca di lato, il terzo ponte praticamente scompare nella sovrastruttura della tuga risultando quasi invisibile. Tuttavia, è un vero e proprio flybridge completo di ampi spazi per rilassarsi e pranzare. Tutte le aree all’aperto possono essere ombreggiate da bimini su supporti in fibra di carbonio. Un interessante elemento di design è il divano che dal portellone di poppa si allunga sulla grande plancetta a creare una comoda seduta che si affaccia sul mare.
Il layout interno a quattro cabine prevede, sul ponte principale, un arioso salone a pianta aperta e una zona pranzo a poppavia della timoneria: le ampie vetrate sono progettate per fornire viste panoramiche sul mare anche da seduti. Sul ponte inferiore, sono previste due cabine ospiti con bagno privato, una grande cabina VIP e, a centro barca, una cabina armatoriale a tutto baglio con palestra o SPA, oppure una pantry per il miglior servizio a bordo 24h. L’obiettivo di Otam è costruire ciò di cui i clienti hanno bisogno e chiedono. Tra la suite armatoriale e la sala macchine si trova l’alloggio dedicato all’equipaggio e la cambusa. Il garage di poppa può ospitare un tender di 4,20 m e un jet ski. Il comfort a bordo, sia in navigazione sia all’ancora, è garantito da uno giroscopio Seakeeper. «Otam ha costruito la sua reputazione con soluzioni su misura combinate ad altissime prestazioni e affidabilità facendo dell’artigianalità un tratto distintivo del Cantiere» afferma Belardinelli. «Il nuovo Otam Custom Range 115 è un altro esempio della nostra determinazione ad offrire agli armatori ancora più scelte basandoci sui medesimi principi guida. Questa è una barca che vuole essere progettata e sviluppata in collaborazione con i clienti come unico vero sinonimo di costruzione Custom» chiosa il manager.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *