MSC Crociere e Fincantieri, le due facce della stessa «moneta»

Pubblicato il:

Condividi:

Per ammirarla, e «viverla», in tutto il suo maestoso splendore bisognerà attendere il 2022. Stiamo parlando di MSC Seascape, ovvero la prossima ammiraglia di MSC Crociere, attualmente in costruzione presso lo stabilimento Fincantieri di Monfalcone. La scelta del nome, reso noto lo scorso 24 giugno in occasione della tradizionale Coin Ceremony, è un tributo alla bellezza degli oceani e all’impareggiabile vista mare di cui godranno gli ospiti a bordo, grazie a un design innovativo e alle caratteristiche architettoniche. Madrine dell’evento sono state due dipendenti storiche delle rispettive società, Monica Somma, Category Manager Retail di MSC Crociere e Jolette Vincenzi, Production Supervisor di Fincantieri che, come da tradizione, hanno collocato le due monete nella chiglia della nave. Presenti, naturalmente, anche l’Executive Chairman di MSC Crociere Pierfrancesco Vago e l’amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono. «La cerimonia testimonia la fiducia che riponiamo nell’industria delle crociere. MSC Seascape è la quinta nave che costruiamo con Fincantieri, su un totale di otto navi ordinate finora al cantiere italiano per l’intera divisione crociere del Gruppo MSC che generano un’importantissima ricaduta sull’intera economia italiana» ha dichiarato Piefrancesco Vago. Grande emozione ed entusiasmo anche nelle parole di Giuseppe Bono: «La Coin Ceremony è una delle più antiche tradizioni marinare e anche per un costruttore navale rappresenta sempre un momento speciale. Con la saldatura rivolgiamo un augurio ai futuri passeggeri e all’equipaggio, che in questo modo salgono simbolicamente a bordo per la prima volta. Sono sicuro che presto i viaggiatori potranno di nuovo solcare il mare come prima, anche su questa splendida nave che sta prendendo forma nel nostro cantiere».
MSC Seascape rappresenta, un’evoluzione dell’innovativa classe Seaside ed è è stata progettata per avvicinare ancora di più i passeggeri al mare grazie ad un design innovativo e ai 13 mila metri quadrati di spazio esterno. Con una stazza lorda di 169 mila e 400 GT, sarà in grado di ospitare 5 mila e 877 ospiti.
Le tecnologie ambientali di MSC Seascape includono sistemi di riduzione catalitica selettiva su ognuno dei quattro motori della nave, pensati per ridurre le emissioni di ossido di azoto del 90 per cento convertendo il gas in azoto innocuo e acqua e sistemi ibridi di pulizia dei gas di scarico per rimuovere il 98 per cento di ossido di zolfo prodotto dalla nave. La nave avrà sistemi avanzati di trattamento delle acque reflue con standard di purificazione superiori alla maggior parte degli impianti di trattamento sulla terraferma, sistemi avanzati di gestione dei rifiuti, sistemi di trattamento delle acque di zavorra approvati dalla Guardia Costiera degli Stati Uniti, sistemi di ultima tecnologia per la prevenzione degli scarichi di olio dai macchinari e ulteriori tecnologie per una maggiore efficienza energetica, tra cui sistemi di recupero del calore e di illuminazione a LED. La nave sarà anche dotata di un sistema di gestione del rumore irradiato sott’acqua per ridurre i potenziali effetti sui mammiferi marini. (C.R.)

ECCELLENZA IN NUMERI
270 cabine di 12 diverse tipologie e suite con balcone, comprese le ambite suite di poppa
11 punti di ristoro, 19 bar e lounge con possibilità di mangiare e bere all’aperto
sei piscine tra cui una splendida piscina a poppa con incredibile vista sull’oceano
L’MSC Yacht Club sarà il più grande e lussuoso della flotta MSC Crociere, con quasi 3.000 mq di spazio e con una vista mozzafiato sull’oceano dai ponti di prua della nave
Un’ampia passeggiata lungomare di 540 metri vicino all’acqua
Uno spettacolare Ponte dei Sospiri con pavimento in vetro al ponte 16 con un punto di vista unico sull’oceano

 

━ ultimi articoli

Amer F 100, globetrotter di razza

Parco nei consumi, esaltante nelle prestazioni e raffinato nel design, il 29 metri di Amer Yachts è un bell'esempio di made in Italy. Tanto...

Mirazur, approdo francese con «accento» italiano

  (di Maurizio Bertera) Nel giugno 2019 il Mirazur venne designato miglior ristorante del mondo dalla The World's 5 Best Restaurants, la classifica più prestigiosa del...

Navigare green non è uno slogan

Condividiamo con voi, data la stringente attualità del tema, il diario di bordo scritto all'indomani di un'esperienza vissuta nell'estate del 2014 con la convinzione...

Salpa Il Ristonauta, al timone Maurizio Bertera

Cari lettori, ci siamo: se, incuriositi dalle importanti novità anticipate a fine anno con l'annuncio della nuova rotta intrapresa da Gentedimare 2.0, vi stavate...

Club Nautico Marina di Carrara, un futuro avanti tutta

(di Olimpia De Casa) È lucida la visione di Carlandrea Simonelli, presidente del Club Nautico Marina di Carrara, che, da velista e armatore che ben...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui