Trieste Venezia Two Cities One Sea, via alla prima edizione

Comments (0) News, Regate, Salone Nautico di Venezia, Ultima ora

Trieste Venezia

Via alla prima edizione della Trieste Venezia – Two Cities One Sea, la nuova regata sulla rotta di 60 miglia verso Venezia, ideata dallo Yacht Club Adriaco e organizzata nella sua edizione inaugurale in collaborazione con lo Yacht Club Venezia e il Salone Nautico Venezia.
Le previsioni di bora molto forte di giovedì 15 ottobre lungo il percorso hanno costretto il Comitato organizzatore della regata a posticipare la partenza della sfida a venerdì 16.
La regata prende il via dal bacino di San Giusto con le imbarcazioni più veloci dell’Alto Adriatico, una sfida che si preannuncia assolutamente aperta a qualsiasi risultato dato che la classifica verrà stilata secondo la formula IRC che vede in lizza cinque maxi yachts che rispondono ai nomi di Arca SGR di Furio BenussiPendragon Lightbay Sailing Team di Carlo AlberiniPortopiccolo Prosecco Doc di Claudio DemartisAnemos di Marco BonoAnywave Safilens di Alberto Leghissa e del Sistiana Sailing Team. Al vincitore della classifica IRC verrà assegnato anche il jackpot rappresentato da cinque sterline d’oro (tante quanti gli scafi al via) e il Trofeo Challenge firmato Salone Nautico Venezia.
Durante la cerimonia di premiazione, in programma alle 17,30 del 16 ottobre negli spazi dell’Arsenale, verrà assegnato anche il trofeo creato da Massimiliano Schiavon Art Team e consegnato all’imbarcazione che si aggiudicherà la line honours. Allo Yacht Club dell’imbarcazione che stabilirà il primo miglior tempo in reale, utile quale record da battere nelle edizioni successive, verrà assegnato il premio firmato Armare Ropes.
Yacht Club Adriaco e la Trieste Venezia 2020 contano sul supporto di Samer & Co. Shipping, Pacorini, Francesco Parisi, Autostar, Eurospital, Slam, Garmin, Ubi Maior, Rigoni di Asiago, Mood, Bepi Tosolini, Mate.
La regata Trieste Venezia 2020 e lo Yacht Club Adriatico supportano il messaggio di Marevivo, One Ocean Foundation e della Fondazione Io do una mano.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *