Soldini e Maserati, in testa alla Rolex Middle Sea Race

Comments (0) News, Primo piano, Regate

  • Soldini e Maserti Team
    Soldini e Maserti Team
  • Maserati Multi 70
    Maserati Multi 70

AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE – Alle 15.00 ora locale (13.00 UTC) di sabato 17 novembre, circa 3 ore dopo la partenza, Soldini e Maserati Multi 70 hanno superato Capo Passero e procedono al comando della flotta, con meno di un miglio di vantaggio su Mana. I due MOD 70 hanno veleggiato testa a testa dalla partenza (La Valletta) fino alla Sicilia, dove il trimarano italiano ha preso il comando. Soldini e il suo equipaggio navigano a 18.6 nodi, seguiti da Mana a 18.1 nodi. Da questo punto in avanti, fino allo Stretto di Messina, il vento inizierà a diminuire: con una distanza così ravvicinata tra i due concorrenti, sarà un tratto impegnativo.

Soldini e Maserati Multi 70 al via della 41a Rolex Middle Sea Race in partenza sabato 17 ottobre da La Valletta (Malta), e organizzata dal Royal Malta Yacht Club. Il primo scaglione delle 57 imbarcazioni iscritte alla regata, di cui 11 italiane, partirà sabato alle 11 locali (9.00 UTC). L’’ultimo a prendere il via sarà quello dei multiscafi, tra cui Maserati Multi 70. Per questa edizione della Rolex Middle Sea Race, sono previsti venti leggeri, tra i 9-10 nodi, prevalentemente da nord-ovest.
«Si preannuncia una regata lenta – spiega Giovanni Soldini – ma noi daremo il massimo come sempre».
Nella classe dei multiscafi, Soldini e Maserati Multi 70 dovranno contendersi il primo posto con cinque concorrenti. Avversario diretto sarà il MOD 70 Mana (ex Spindrift), con skipper Brian Thompson. «Thompson è fortissimo, lo abbiamo già sfidato più volte, sia a bordo di Phaedo3 sia più recentemente su Argo: sarà una bella sfida», aggiunge Soldini.
Oltre ai due MOD 70, altri tre trimarani: l’80 piedi Ultim’Emotion 2 di Antoine Rabaste, sfidato dal team italiano con il nome di LoveWater durante la Cape2Rio 2020; il 63 piedi Shockwave, con skipper Jeff Mearing e Scott Klodowski; il Multi 50 Primonial, con skipper Sébastien Rogues, che ha conquistato il terzo posto alla Transat Jacques Vabre nel 2019. Infine, nella classe dei multiscafi, anche un catamarano, Outremer 55 Light italiano Asia, con skipper Marcello Patrizi.
A bordo del trimarano italiano con Giovanni Soldini un equipaggio di 7 persone: Matteo Soldini e Oliver Herrera Perez, parte del team di Maserati Multi 70; di nuovo a bordo Vittorio Bissaro, che ha già partecipato a diverse gare con il trimarano, tra cui nel 2018 la Rolex Middle Sea Race; tornano, dopo la Cape2Rio 2020, John Elkann e Pierre Laurent Boullais; si aggiungono infine, per la prima volta a bordo, Lorenzo Bressani, che vanta 11 titoli mondiali, 8 europei e 16 italiani in varie classi, e Cédric Bader, giovane velista francese che gareggia in diverse classi, tra cui Formula 18 e Nacra 17.
Il percorso della regata parte da La Valletta ed è lungo circa 608 miglia per un giro antiorario della Sicilia, che passa a nord di Stromboli, a ovest di Favignana e Pantelleria e a sud di Lampedusa, prima di ritornare a La Valletta.
Il record di velocità dei multiscafi appartiene a Maserati Multi 70 che nel 2016 ha tagliato il traguardo in 2 giorni, 1 ora, 25 minuti e 1 secondo. Il record assoluto è invece di George David che nel 2007, a bordo del maxi monoscafo Rambler, ha terminato la regata in 1 giorno, 23 ore, 55 minuti e 3 secondi.
«Per questa edizione della regata gareggeremo in assetto MOD classico – aggiunge Soldini – Le appendici volanti sono in lavorazione: stiamo sviluppando un assetto totalmente nuovo con un timone centrale, una deriva e dei foil di ultima generazione che rivoluzioneranno il mondo del volo in oceano. I lavori dureranno ancora qualche mese, per cui fino a quel momento utilizzeremo le appendici MOD».

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *