Riviera Genova al Boot, con Astra non perdi la bussola

Pubblicato il:

Condividi:

La compagna fedele di chi va per mare e di cui non può fare a meno? Decisamente la bussola. Se poi si tratta della bussola che non c’era, ancora meglio. Nasce Astra, lanciata al Boot Düsseldorf 2020 da Riviera Genova Srl, azienda leader nella progettazione e costruzione accessori nautici e bussole fin dal 1976. Si tratta di una nuova bussola magnetica realizzata appositamente per le installazioni a cielino. Pur mantenendo immutata la tradizione marinara della semplicità e della praticità d’uso, la bussola magnetica è tutt’oggi uno strumento indispensabile per la navigazione e, in qualche modo, mette prudentemente al riparo da ogni malfunzionamento delle apparecchiature elettroniche deputate al controllo della rotta.
Astra è il risultato di anni investiti da Riviera Genova in ricerca e sviluppo nel settore specifico delle bussole per la cantieristica navale sia da diporto sia da lavoro, bussola ideata per soddisfare le esigenze dei cantieri alla continua ricerca di ottimizzazione degli spazi sulle plance di comando, sempre più congestionate da monitor, indicatori vari e strumentazione elettronica di ogni tipo. L’obiettivo è quello di sfruttare superfici inutilizzate ovvero, in questo caso, il cielino delle imbarcazioni prospicente alla plancia.
Il progetto è stato sviluppato partendo da modelli di bussole Riviera dal funzionamento consolidato e apportando varianti e migliorie per affinare il prodotto. Ad esempio, il sistema a doppio asse della rosa agevola la stabilità della lettura senza bisogno di bilanciamento indipendentemente dalle diverse zone magnetiche terrestri. Il meccanismo interno si basa su un sistema a doppio cardano che neutralizza i movimenti di rollio e beccheggio dell’imbarcazione in modo che non rappresentino un ostacolo al corretto funzionamento della bussola. I materiali utilizzati sono il risultato di 60 anni di esperienza nello stampaggio di materie plastiche eseguito all’interno dell’azienda stessa, sia in campo nautico sia per il settore dell’automotive. La calotta trasparente è in policarbonato, materiale plastico che risulta resistente a graffi e urti. Il trattamento anti raggi UV eseguito sulla calotta garantisce resistenza agli effetti dovuti all’esposizione solare. Le parti esterne di Astra sono in ABS, materiale che possiede eccezionali proprietà meccaniche nonché doti di resistenza garantendo al contempo pregevoli qualità estetiche. Risulta altresì resistente a solventi, alcool e olii e viene anch’esso trattato per resistere nel tempo agli agenti atmosferici e meteo-marini. Le certificazioni ottenute dall’azienda per i prodotti e per il suo sistema qualità confermano l’impegno costante alla ricerca di affidabilità e pregio nella produzione.

━ ultimi articoli

Amer F 100, globetrotter di razza

Parco nei consumi, esaltante nelle prestazioni e raffinato nel design, il 29 metri di Amer Yachts è un bell'esempio di made in Italy. Tanto...

Mirazur, approdo francese con «accento» italiano

  (di Maurizio Bertera) Nel giugno 2019 il Mirazur venne designato miglior ristorante del mondo dalla The World's 5 Best Restaurants, la classifica più prestigiosa del...

Navigare green non è uno slogan

Condividiamo con voi, data la stringente attualità del tema, il diario di bordo scritto all'indomani di un'esperienza vissuta nell'estate del 2014 con la convinzione...

Salpa Il Ristonauta, al timone Maurizio Bertera

Cari lettori, ci siamo: se, incuriositi dalle importanti novità anticipate a fine anno con l'annuncio della nuova rotta intrapresa da Gentedimare 2.0, vi stavate...

Club Nautico Marina di Carrara, un futuro avanti tutta

(di Olimpia De Casa) È lucida la visione di Carlandrea Simonelli, presidente del Club Nautico Marina di Carrara, che, da velista e armatore che ben...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui