Moro di Venezia, virtual regatta per i trent’anni

Comments (0) News, Primo piano, Regate

Moro di Venezia

Il Moro di Venezia compie 30 anni. Per ricordare l’impresa della mitica barca che fu di Raul Gardini, oggi, domenica 3 maggio alle 14,35, è in programma la finale della e-sealing regatta, una manifestazione virtuale sulla piattaforma Skype, che vedrà coinvolte oltre 30 persone tra soci e simpatizzanti della Compagnia della Vela, la cui missione è quella di valorizzare la cultura del mare, con una serie di iniziative aperte ai soci e al pubblico. I festeggiamenti per il compleanno sono iniziati alcuni giorni fa, a trent’anni esatti dal varo della barca. Due anni dopo, nel 1992, il Moro partecipò alla Coppa America vincendo la Louis Vuitton Cup (il trofeo fra gli sfidanti).
Nei giorni scorsi, sempre nel salotto virtuale, si sono alternati i protagonisti di quella straordinaria avventura, introdotti dal presidente della Compagnia della Vela, Pier Vettor Grimani, a cominciare dal tattico del Moro di Venezia, Tommaso Chieffi. Tutti hanno rievocato la loro irripetibile esperienza.
Nel frattempo la Compagnia della Vela, in attesa che riprendano le attività in mare, ha girato un video per lanciare la scuola di vela che partirà in estate, compatibilmente con le decisioni del governo.
«Per noi è importante continuare a far capire alle persone la bellezza e l’importanza dell’andar per mare – ha dichiarato il presidente Grimani – per questo, anche in un periodo storico difficile come questo, la Compagnia della Vela non si ferma e prosegue nel suo rapporto di vicinanza con i suoi soci e la città intera».
La finale della virtual regatta del 3 maggio ha coinvolto oltre 30 soci e simpatizzanti della Compagnia della Vela provenienti da varie regioni d’Italia. L’orario di inizio (segnale preparatorio) è previsto alle ore 14,35. La finale sarà tra i primi otto delle due batterie (quindi 16) e la finalina tra i 14 restanti. La pagina Facebook ufficiale della Compagnia della Vela riporterà tutte le informazioni informazioni.
«Durante questa pausa forzata – ha aggiunto il presidentela Compagnia Pier Vettor Grimani – ha continuato a pensare e programmare il futuro dell’associazione sportiva, con un occhio di riguardo ai più piccoli. Per questo motivo abbiamo deciso di investire molto sulla scuola di vela, che sarà un valido supporto per le famiglie. I nostri ampi spazi e le strutture di cui disponiamo ci consentiranno infatti di rispettare le norme di distanziamento sociale, consentendo ai giovani di fare attività sportiva in tutta sicurezza, sostenendo le esigenze dei genitori».
Nella foto il Moro di Venezia alla Barcolana 2017

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *