Ferretti, Galassi: “Ripartiamo da dove eravamo rimasti”

Comments (0) News, Primo piano

Ferretti: l'ad Alberto Galassi

Ferretti Group riprende l’attività produttiva in tutti gli stabilimenti – Ancona, Mondolfo, Cattolica, Forlì, La Spezia e Sarnico – e corrisponde subito il premio di produzione e il bonus del decreto legge 18/2020. L’attività riparte grazie alla nuova normativa, alla collaborazione con le istituzioni e le organizzazioni sindacali nazionali, territoriali e locali, sancita dal protocollo firmato il 15 aprile che applica e rafforza le misure preventive stabilite dai provvedimenti di legge per tutti i rientri sul lavoro, integrandole con misure volontarie adottate dal Gruppo per rafforzare la tutela dei propri dipendenti. Con lo stipendio di aprile, a tutti i lavoratori verrà anche corrisposto il saldo del premio di risultato al quale si aggiungono immediatamente i 100 euro del bonus.
“Oggi è un bel giorno perché riapriamo i nostri stabilimenti e riapriamo in sicurezza, grazie all’impegno di tanti che hanno a cuore le persone di Ferretti Group – ha detto Alberto Galassi, amministratore delegato del Gruppo – Per questo voglio ringraziare le organizzazioni sindacali, con le quali tra i primi in Italia abbiamo messo a punto il protocollo di prevenzione, e le istituzioni, in particolare le prefetture, i governatori dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini e della Liguria Giovanni Toti, insieme con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio senatore Mario Turco, per come sono stati vicini a tutta la nautica nazionale in questo periodo complesso. Il Gruppo Ferretti riprende in sicurezza da dove aveva interrotto: dalle barche vendute da costruire e consegnare, dall’interesse e dalla fiducia di tanti armatori nel mondo”.
Ferretti, quindi, riparte in tutti gli stabilimenti anche se con il 50% circa dei dipendenti su un totale di 1.500. Ma, ha aggiunto Galassi, “puntiamo ad arrivare al 90% la prossima settimana per poi raggiungere il 100% tra la seconda e la terza settimana di maggio, quando la curva dei contagi ci consentirà di togliere il criterio della volontarietà. Ricominciamo in sicurezza da dove eravamo rimasti, tutta la nautica italiana deve recuperare il tempo perduto”.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *