Confindustria Nautica: la riunificazione è ufficiale

Comments (0) News, Primo piano

Confindustria Nautica

Missione compiuta. Il consiglio generale di Confindustria Nautica, riunito a Genova, ha formalizzato le adesioni dei nuovi soci e ha avviato il processo per l’integrazione degli organi direttivi dell’associazione a livello di consiglio e di assemblee di settore. In questo senso è stata avviata la raccolta delle candidature per il settore Navi da Diporto, in vista delle elezioni che saranno fissate nel prossimo mese. Si conclude così il processo di riunificazione della filiera nautica da diporto in un’unica associazione nazionale, autorevolmente rappresentativa in Italia e all’estero, inserita nella casa comune di Confindustria.
Fra i nomi che hanno aderito nei giorni scorsi figurano Baglietto Cerri Cantieri Navali (entrambi del Gruppo Gavio), il Gruppo Ferretti, Fincantieri Yachts e Perini Navi – per il settore navi – Anvera-Lg e Sacs nel settore imbarcazioni, Mase – nel settore accessori-componenti – Marina di Portofino, Marinedi Group e Porto Lotti – per i porti turistici – Compagnia Generale Telemar – nei servizi – cui si aggiungono gli studi di progettazione Zuccon International Project eFrancesco Paszkowski Design.
“Andiamo avanti, molte ulteriori adesioni sono in corso di formalizzazione – spiega il presidente di Confindustria Nautica, Saverio Cecchi – Voglio ringraziare Lamberto Tacoli per questo percorso condiviso e con piacere oggi posso salutare i nuovi soci”.
Nello stesso periodo si sono iscritti a Confindustria Nautica anche gruppi societari importanti come AON, primo gruppo in Italia e nel mondo nella consulenza dei rischi e delle risorse umane e nell’intermediazione assicurativa e riassicurativa, Boero, ISYBA (Italian Ship e Yacht Broker Association), Coast to Coast Investimenti e la testata online Pressmare.
Grande successo di adesioni alla neonata VIII Assemblea di Settore Reti di vendita e assistenza nautiche. Sono già circa quaranta le iscrizioni, tra cui quelle di alcuni importanti brand storici come Nautica Glem (Catania) e Peter nautica (Bari) – fra i maggiori operatori in Sicilia e in Puglia – alcuni dei riferimenti come Marina Verbella e Solcio, rispettivamente sulle sponde lombarda e piemontese del Lago Maggiore, uno tra i leader nel Nord Ovest Maresport team (Padova), un punto di aggregazione a MilanoNautisportOltre Nautica a Roma, Campello Marine a Venezia, Punto Mare ad Ancona e molti altri su tutto il territorio nazionale. <
Il consiglio generale dell’associazione di categoria intende coinvolgere il prima possibile i nuovi soci nelle attività delle assemblee di settore, perché contribuiscano con idee e proposte. Il consiglio, nella consapevolezza dell’ottimo lavoro effettuato dal presidente Saverio Cecchi nel processo che ha portato alla riunificazione, lo ha invitato a continuare l’efficace gestione dell’associazione per completare a pieno l’attività di sviluppo associativo.
Il processo di riunificazione di Ucina e Nautica Italiana era stato avviato lo scorso anno. Le assemblee delle due associazioni del 18 e 19 dicembre 2019, avevano sancito le modifiche allo Statuto Ucina condivise dai soci di Nautica Italiana, scelto come regola associativa essendo quella di Confindustria la casa comune, e hanno adottato il nuovo nome Confindustria Nautica.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *