Baglietto show a Miami in partnership con Visionnaire

Comments (0) Miami Boat Show, News, Primo piano

Baglietto: la flotta del Gabbiano

Baglietto torna al Miami International Boat Show dove un anno fa aveva presentato in anteprima mondiale il 48m T-Line Silver Fox. Un ritorno, quello del Gabbiano, in partnership con Visionnaire, azienda bolognese specializzata nell’arredamento di alta gamma. Un sodalizio che nasce dall’esigenza di una clientela che sempre più spesso vuole godere degli interni della casa anche sugli yacht con lo stesso somfort e lo stesso benessere.
Progettare imbarcazioni uniche e personalizzate accomuna Baglietto & Visionnaire che, in modo analogo, realizza progetti sartoriali per le case dei propri clienti. Il comfort dell’abitazione privata diviene un punto di partenza per la creazione di dimore galleggianti da sogno, che riflettono la personalità e lo stile di vita di ciascun armatore. Con questa filosofia nasce il concept 48 m T-Line Baglietto, interamente arredato Visionnaire e presentato in anteprima al Monaco Yacht Show lo scorso settembre.
“Prosegue la volontà di Baglietto – spiega l’amministratore delegato del Gabbiano, Michele Gavino – di costruire e consolidare collaborazioni con partner e design di altissimo livello, capaci di interpretare la filosofia e l’identità del nostro marchio e garantire ai nostri clienti un prodotto unico. Un’opportunità per raccontare a un pubblico internazionale tutta la potenza della gamma Baglietto”.
Sono cinque le linee offerte dal cantiere che ne ripercorrono la tradizione, reinterpretandola in chiave moderna, senza perderne l’identità distintiva.
Quella più classica è la T-Line il cui ultimo esemplare è il M/Y Severin*s di 55 metri presentato in anteprima all’ultimo Monaco Yacht Show e recentemente consegnato al suo armatore. Prua tradizionale a bulbo, linee morbide e sinuose che ripercorrono gli stilemi della tradizione Baglietto firmata Francesco Paszkowski Design, la T-Line ha i suoi punti di forza nei volumi interni e nella vivibilità delle aree esterne. I modelli in linea vanno dai 43 ai 62 metri, dislocanti in acciaio e alluminio, e si estendono fino ai 70 metri con un progetto disegnato dall’olandese Mulder Design. Nel cantiere spezzino si sta costruendo lo scafo #10233, 48m sistership di Silver Fox recentemente venduto a un armatore sudamericano.
Più sperimentazione stilistica nella linea V-Line: yacht caratterizzati dalla prua verticale e da linee maggiormente aggressive. Il brief del cantiere è quello di disegnare imbarcazioni che, pur mantenendo un forte legame con gli stilemi connotanti del brand, rispondano alle esigenze e ai gusti di un mercato in evoluzione. Il compito è stato affidato, oltre che a Francesco Paszkowski che firma 5 progetti dai 38 ai 65 metri, anche a Hot Lab e Santa Maria Magnolfi. Studi italiani che hanno sapientemente integrato la cultura del cantiere, lo stile italiano e le nuove tendenze stilistiche. I modelli proposti includono un’ampia gamma dai 38 ai 65 metri. Di questa linea è stato recentemente presentato al pubblico statunitense Abaco, un progetto di 40m firmato Santa Maria Magnolfi dalle linee innovative ed espressamente pensato per le acque basse dei Caraibi.
La linea Fast in alluminio ripercorre la tradizione delle imbarcazioni performanti del marchio: yacht dai profili filanti e aggressivi che privilegiano la velocità senza trascurare il comfort. Di questa linea fanno parte i modelli di 43m e 46m i cui esemplari iconici più recenti portano il nome di Pachamama e Lucky Me. In costruzione e disponibile alla vendita con consegna nel 2021 lo scafo #10226, 43m HT firmato Francesco Paszkowski Design.
Una linea di explorer yacht firmata Francesco Paszkowski Design e Santa Maria Magnolfi, prevede due concept di 48m e 43m, e offre la possibilità di imbarcazioni dalla forte personalità e solidità, pensate per la circumnavigazione del globo.
Ispirata ai Mas dei due conflitti mondiali, infine, la linea MV (Motoscafi Veloci) di Baglietto ripercorre, in chiave moderna, una pagina importante della storia nautica del brand in campo militare riproponendone alcuni stilemi abbinati, al contempo, ad elementi architettonici mutuati dal mondo degli open. MV13 e MV19 sono le due serie proposte, day boat veloci e aggressivi per chi ama volare sull’acqua. L‘ampia gamma offerta dal cantiere non limita, tuttavia, la scelta per gli amatori Baglietto che possono anche contare sulla totale flessibilità del cantiere che dedica una parte della sua produzione al totalmente personalizzato e su misura. Ne sono un esempio le ultime due commesse di 54m e 40m in consegna nel 2020 nate da piattaforme navali completamente nuove e fully custom.
Puntare su ricerca e sostenibilità, grazie a nuove soluzioni ecosostenibili e scelte a basso impatto ambientale, sarà una delle missioni del cantiere per il futuro, che ha già in atto alcune partnership scientifiche volte a verificare la possibilità di impiego di materiali innovativi e nuove tecnologie. Design e artigianalità italiani, riconoscibili in tutto il mondo, e massima attenzione al cliente, si uniscono così a tecnologia e prestazioni all’avanguardia, per un cantiere dall’assetto totalmente ridefinito e orientato al futuro, capace di garantire una produzione media annua di 3-4 nuove imbarcazioni.
A oggi gli yacht in costruzione presso il moderno cantiere di La Spezia sono 4: i progetti fully custom di 54m e il 40m, entrambi disegnati da Horacio Bozzo per gli esterni e con interni rispettivamente di Hot Lab e Achille Salvagni, previsti in consegna nei prossimi mesi, oltre allo scafo #10233 di 48m ed al 43m FAST HT entrambi in consegna nel 2021.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *