Evo Yachts: Velar 78, un po’ motore e un po’ vela

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News

Evo Yachts: il progetto Velar 78

Annunciato un progetto che ancora una volta vede protagonista il sodalizio Evo Yachts & Valerio Rivellini. Si tratta di Velar 78, concept presentato dal noto progettista pochi mesi fa. La prima unità è in costruzione nel cantiere e sarà varata nella primavera 2021.
Era dicembre quando Valerio Rivellini lanciò il nuovo progetto, un’imbarcazione di 70 piedi che stupì per i contenuti innovativi: uno yacht a motore in grado di incorporare anche i punti di forza di una barca a vela. La trasformazione del concept in un progetto vero e proprio è stata possibile grazie alla sinergia tra la scelta di andare al di là delle convenzioni del progettista e la visione strategica e la capacità costruttiva di Evo Yachts, il marchio di proprietà del cantiere Blu Emme Yachts noto sul mercato della nautica per la sua gamma di imbarcazioni open con le sponde laterali apribili e di tender. La collaborazione ha portato a perfezionare il concept di Rivellini, che il progettista aveva battezzato Velar 70, per trasformarlo nel Velar 78, con contenuti e dimensionamento più consoni ai progetti di sviluppo del cantiere.
“Dopo il successo dei nostri modelli R4 e R6, da tempo volevamo ampliare la gamma e aggiungere una nuova serie di imbarcazioni che fosse all’altezza della nostra fama di innovatori – spiegano i fratelli Mercuri, proprietari di Blu Emme Yachts, la società a cui fa capo il brand Evo Yachts – Quando abbiamo visto la proposta del Velar di Valerio Rivellini, nostro designer di riferimento da tanto tempo, abbiamo capito che era esattamente quello che stavamo cercando: il Velar è originale, intelligente e trasversale ma contemporaneamente è una barca che un cantiere può costruire secondo processi consolidati. Con Valerio ci siamo intesi in un attimo a da quella intesa è nato il nuovo Velar 78, primo modello di una nuova serie”.
Velar 78 è una barca a motore di 24 metri che propone un design minimalista e raffinato, pensata per una navigazione lenta e riflessiva. È uno yacht che non si riesce a classificare, che sintetizza in un unico modello i punti di forza di uno yacht a motore e quelli di una barca a vela, per andare oltre ogni etichetta superando i parametri precostituiti: i grandi timoni a ruota danno all’armatore la sensazione di guidare una barca a vela, mentre la possibilità di condurre lo yacht in sicurezza e al coperto è fornita dalla postazione di guida all’interno della tuga, dotata di joystick drive, perfetta per le manovre più complicate o in caso di mare mosso, che consente di sostituire la ruota del timone proprio come avviene negli aerei. La tuga prevede poi delle vetrate che scompaiono completamente rendendo la barca un open puro dotato di T-top. In sintesi, è un’imbarcazione che si rivolge a chi voglia vivere il viaggio in modo nuovo e al tempo stesso tradizionale, con un occhio alla riduzione dei consumi e all’eco-sostenibilità.
Velar 78 rappresenta il primo passo di un nuovo cammino fatto di innovazione e sostanza nonché conferma della partnership di successo tra cantiere e progettista. Evo Yachts e Valerio Rivellini sono ancora una volta al lavoro insieme dopo aver già creato modelli di grande impatto come i pluripremiati Evo R4 ed Evo R6 o ancora come il tender Evo T2.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *