Castagnola Yacht svela tutti i segreti di Heritage 9.9

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News, Video

  • Castagnola Heritage 9.9
    Castagnola Heritage 9.9

Progettato come chase boat per grandi superyacht o come weekend cruiser per navigazioni a corto raggio, Castagnola Heritage 9.9 è una barca costruita da maestri artigiani che sapientemente hanno saputo coniugare il legno ai materiali all’avanguardia come la fibra di carbonio. Il general concept e il design esterno e interno sono firmati da Nauta Design, mentre lo studio Names di Francesco Rogantin ha curato l’architettura navale e l’ingegneria strutturale, mentre la costruzione è opera di Castagnola Yacht.
Heritage 9.9 è disponibile nelle versioni open e hard top. Il primo esemplare è stato presentato in versione open.

LA VISIONE DI GABRIELE MAESTRI
Tutto nasce da un’idea originale di Gabriele Maestri, attuale titolare di Castagnola Yacht. Situato a Lavagna, il cantiere è stato fondato del 1974 da Giovanni Castagnola, e nel corso degli anni è diventato famoso per la qualità e la bellezza delle sue barche in legno. Gabriele Maestri (nomen omen), nipote di Giovanni, al quale sono stati tramandati i segreti di quest’arte, negli ultimi anni ha preso la guida del cantiere ed è diventato Maestro d’ascia. Dopo un’attenta analisi, Gabriele ha capito che il mercato chiedeva un tipo di barca nuovo, che unisse tradizione e innovazione, con caratteristiche che non erano presenti in nessun altro prodotto esistente. La sua visione si concentrava su una costruzione custom, in legno e fibra di carbonio. Una barca molto esclusiva, disegnata per clienti attenti all’ambiente ed esigenti in termini di eccellenza del design e del comfort nella vita a bordo, attentissimi alla qualità costruttiva, e in cerca di un prodotto unico e speciale.
Qualità costruttiva artigianale, alta qualità, un mix di tradizione e innovazione e un design senza tempo: sono queste le parole chiave del design e della costruzione del nuovo Castagnola Heritage 9.9. Gabriele Maestri, unendo le qualità della costruzione tradizionale con le più moderne tecnologie, ha sviluppato e brevettato la tecnica costruttiva  denominata Wood in Tech Skin (WTS) che unisce il legno con la fibra di carbonio, materiali con caratteristiche complementari. Pur mantenendo la sua naturale bellezza, il legno naturale rivestito in carbonio è ecocompatibile e mantiene la sua efficienza nel tempo. Infatti, le carene costruite in WTS, sono leggere, robuste, hanno grandi doti di navigazione e sono di facile manutenzione.
Il metodo costruttivo di Castagnola parte da solide tavole di mogano, che vengono rivestite utilizzando la tecnologia WTS con un sottile strato di fibra di carbonio e resina epossidica attraverso il processo di infusione. Le ordinate sono in frassino con squadre di rinforzo in compensato marino di mogano, incollate con resina epossidica, e quindi impermeabili all’acqua. Le strutture interne sono lasciate a vista e dipinte con vernice ad acqua. Tutto il progetto è stato sviluppato con software 3D, permettendo così di tagliare con la fresa a controllo numerico la maggior parte delle strutture dello scafo. Questo processo, preciso ed efficiente, riduce i tempi di preparazione e di produzione, lasciando intatto il fascino del legno naturale.

GRIFFATO NAUTA DESIGN
Non solo il processo costruttivo, ma anche il design di Heritage 9.9 combina sapientemente classico e moderno, tradizione e innovazione. Le line esterne dello scafo e del ponte sono pulite e moderne, con sezioni piene e prua verticale che esprimono velocità e robustezza. La loro modernità si coniuga con l’eleganza senza tempo nel design di elementi e dettagli dal sapore classico, come la falchetta con il fascione di teak verniciato lucido, il paramare, la zona dello specchio di poppa, l’alberino e le prese d’aria laterali. Una equilibrata armonia tra geometrie moderne e materiali e dettagli classici. Negli interni è ancora più visibile l’alta qualità costruttiva dei dettagli, tipica delle barche di un tempo e tramandata fino ad oggi dal lavoro prezioso delle esperte maestranze del cantiere. Diverse parti strutturali sono state lasciate a vista proprio per dare un carattere di marinità e classicità agli interni, definiti da una moderna distribuzione degli spazi e dall’uso di materiali eleganti e raffinati.

GRANDI PERFORMANCE
La carena planante a V profonda, disegnata da Names di Francesco Rogantin, assicura prestazioni eccellenti. Le linee della carena sono state testate con CFD e, grazie a un attento monitoraggio durante la costruzione, la barca pesa meno di 6 tonnellate.
Dotata di motori Yanmar da 320 cavalli ed equipaggiata con i pods, Heritage 9.9 raggiunge una velocità di crociera di 34 nodi, una massima di 40 nodi e un’autonomia di 170 miglia nautiche a 30 nodi. Le prove in mare hanno confermato la morbidezza e la stabilità della barca al passaggio sull’onda e l’eccellente manovrabilità anche alle alte velocità. A bordo regnano così stabilità, silenzio e comodità e il pozzetto rimane totalmente asciutto anche con mare formato. La sala motori è di facile accesso ed è stata attentamente studiata per consentire una manutenzione efficiente (i motori possono essere sbarcati in meno di mezz’ora). Gli armatori possono scegliere tra diverse motorizzazioni, spaziando dalle trasmissioni tradizionali agli idrogetti. Grazie alle naturali qualità di insonorizzazione del legno e alle morbide linee di carena, Heritage 9.9 è molto silenzioso anche alle alte velocità: una caratteristica che accresce la qualità di vita e il comfort a bordo.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *