Canados vende il primo Gladiator 631 Next

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News

  • Canados Gladiator 631 Next
    Canados Gladiator 631 Next

Ancora in costruzione ma già venduto il primo modello Canados Gladiator 631 Next che sarà varato nell’aprile 2021. Si tratta del modello più veloce nella sua classe con il migliore rapporto miglia nautiche-consumi. Gladiator 631, infatti, raggiunge una velocità massima di 50 nodi con appena due Volvo D13 da 1000 hp. La carena è stata progettata da Simone Cesati.
Il progetto Canados Galdiator è iniziato a fine 2019 con l’obiettivo di creare uno yacht sempre più affidabile e performante ma con i più bassi consumi in relazione alle miglia nautiche.
Come appena accennato, Canados ha lavorato in partnership con l’architetto navale Simone Cesati, esperto in costruzione composita high-tech e produttore di barche da corsa. Risultato: oltre alla notevole velocità di 50 nodi, Gladiator risulta estremamente maneggevole e può essere manovrato dallo stesso armatore, ridefinisce il concetto di day cruiser con grandi aree conviviali all’aperto, offrendo al contempo due o tre cabine confortevoli e lussuose ideali per lunghe crociere. Navigando infine alla velocità di 35 nodi consuma almeno il 30% di caburante in meno di qualsiasi altra barca della sua categoria. Immaginate uno yacht di 20 metri che consuma soltanto 5,5 litri per miglio nautico a 35 nodi, mentre ogni altro modello della stessa categoria fatica a consumarne circa 9.
Inoltre, il rapporto peso-potenza è stato mantenuto sotto i 10 kg per cavallo motore. In questo modo il dislocamento a vuoto di Gladiator 631 Next ha potuto rimanere sotto le 18,5 tonnellate, mentre gli altri 20 metri sul mercato variano da 24 a 26 tonnellate. Questo importante guadagno in termini di peso non poteva essere ottenuto riducendo le strutture, ma è stato raggiunto lavorando sulla tecnologia, sui materiali e su una costruzione alleggerita degli interni, mentre al contempo lo studio idrodinamico è stato particolare avanzato.
I dettagli della carena: a tre gradini con ventilazione naturale; sezione finale della trasmissione con eliche di superficie e trim senza impianti idraulici in acqua; pattini rovesciati per accentuare il sollevamento della poppa e canalizzare più acqua verso le eliche.
Laminazione di scafo e ponte: kevlar, carbonio, vetroresina utilizzando l’infusione sottovuoto; hard-top in fibra di carbonio con infusione sottovuoto; pattini rinforzati in fibra di carbonio; poppa in fibra di carbonio; serbatoi carburante, acqua dolce e acque nere strutturali; paratie strutturali e pannelli del mobilio a nido d’ape.
L’anima del Gladiator 631 Next è quella di un vero e proprio open yacht. Si salirà a bordo tramite una passerella multifunzione Opacmare che fungerà anche da scaletta bagno. Sotto al prendisole poppiero sarà posizionato il garage per un tender a idrogetto di 2,85 metri. L’hardtop ripara la zona pranzo esterna, trasformabile grazie al tavolo elettrico in un prendisole ombreggiato. La cucina a isola sarà equipaggiata con due frigoriferi in acciaio inox da 130 litri, BBQ elettrico, ice-maker e lavandino. Su entrambi i lati della cucina troviamo porte in fibra di carbonio, una che dà accesso al gavone dei parabordi e all’alloggiamento ventilato della batteria agli ioni di litio, l’altra dalla quale si accede alla cabina marinaio.
La timoneria è stata disegnata come un Center Console con tre comode sedute e un futuristico pannello di 1,80 metri con due schermi Garmin Crystal utilizzabili come una plancia integrata. Le porte scorrevoli in fibra di carbonio che danno accesso alla cabina e una chaise longue sono protette da un parabrezza laminato e da deflettori laterali.

PRESENTAZIONE PRIVATA ITINERANTE
Il cantiere di Ostia rende noto che dopo la consegna, il primo Canados Gladiator 631 Next, insieme con due altri Gladiator (un 431 e un altro nuovo modello), sarà protagonista di una presentazione itinerante. Il roadshow farà tappa a Capri, Portofino, Montecarlo, Cannes, Saint Tropez, Porto Vecchio e in Costa Smeralda.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *