Baglietto Panam: quando il Gabbiano fa poker…

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News

  • Baglietto Panam, 40 metri
    Baglietto Panam, 40 metri
  • Il varo
    Il varo

Varato nel cantiere della Spezia l’ultimo gioiello, Baglietto Panam, un 40 metri fast destinato a un armatore europeo. Il superyacht è l’ultimo in ordine cronologico della serie varata da fine giugno nel cantiere della Spezia, serie inaugurata con lo scafo #10232 e continuata poi, la scorsa settimana, con gli scafi #10231 e DOM123 .
Scafo in alluminio, Baglietto Panam è firmato da Francesco Paszkowski Design sia per gli esterni sia per gli interni, questi ultimi in collaborazione con Margherita Casprini. Filante e aggressiva, l’imbarcazione si caratterizza per la sua spiccata attitudine alla performance garantita dallo scafo in lega di alluminio e da 3 motori MTU V16 2000 e 3 idrogetti KaMeWa che la spingono ad un massimo di 31 nodi ed una comoda velocità di crociera di 25. Molti componenti tecnici, come i quattro portelloni di poppa, sono stati previsti in fibra di carbonio per ridurre il peso. La prua verticale conferisce allo yacht un carattere moderno e dinamico, di grande potenza, esaltato anche dalle ampie finestrature con tagli irregolari che garantiscono grande luminosità ai saloni interni.
Gli interni sono in stile contemporaneo e prediligono l’utilizzo di legni caldi e morbide sfumature di grigio arricchite dall’ampio uso di onice e marmi scelti in collaborazione con l’armatore.
Il layout prevede sul ponte principale un ampio salone separato dall’area pranzo grazie a una parete verde. A prua la cabina dell’armatore a tutta larghezza include cabina armadio e bagno con hammam. Due finestrature elettriche si aprono ai lati per consentire una vista panoramica.
Quattro cabine ospiti occupano il ponte inferiore sul quale è ubicata anche la cucina professionale. A prua di questo stesso ponte l’area equipaggio include la cabina del comandante, 2 cabine doppie, lavanderia e dinette. Alle spalle della sala macchine si trova il garage semi allagabile che ospita un tender di 17′ direttamente collegato con la piacevole beach area a poppa, aperta su 3 lati con beach platform trasformer per un comodo ingresso in mare.
Il fly bridge di 65 metri quadrati è occupato, a poppa, da una grande piscina custom made con nuoto contro corrente mentre a prua trova posto la zona prendisole.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *