Baglietto Dom133, lavori in corso nei tempi previsti

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News

  • Baglietto Dom133
    Baglietto Dom133
  • Come sarà
    Come sarà

Procedono nei tempi previsti i lavori per la costruzione di Baglietto Dom133, primo esemplare di 40 metri, la cui consegna è prevista nell’aprile 2022. Si tratta del secondo modello della linea Dom firmata da Stefano Vafiadis. Scafo e sovrastruttura sono stati completati e trasferiti all’interno del capannone dedicato all’allestimento.
Perché Dom? Perché alla base di questa serie di cruiser in alluminio di medie dimensioni modellati sulle esigenze e sugli stili di vita di un armatore contemporaneo, c’è davvero l’idea di una vera e propria casa lontano da casa. La linea comprende due modelli: Dom123 e Dom133.  Il primo, Run Away di 37 metri, è stato varato la scorsa estate. A breve la consegna al suo armatore.
Accomunati da un family feeling, entrambi i superyacht si contraddistinguono per linee esterne contemporanee ispirate al design automobilistico e da generosi volumi interni oltre ad ampi spazi all’aperto.

BAGLIETTO DOM133
E’ il modello più grande della nuova linea. Adatta a una navigazione transoceanica, l’imbarcazione di 40 metri si caratterizza per lo scafo in alluminio e un pescaggio ridotto (2,10 m – 7ft) per navigazioni anche in acque poco profonde. Dopo il successo ottenuto da Vanadis – il primo yacht italiano ad aver ottenuto la certificazione “ybrid Power dal Lloyd’s Register, il cantiere spezzino continua a scommettere in ricerca e tecnologia per la progettazione di soluzioni attente alle tematiche green, di eco-sostenibilità ed efficienza ambientale.
Baglietto Dom133, infatti, sarà dotato di un sistema di propulsione ibrida parallela che combina motori diesel tradizionali, motori elettrici e batterie consentendo diverse configurazioni e modalità di propulsione a seconda delle esigenze operative e di crociera. Le diverse configurazioni offerte permetteranno la scelta di una modalità di navigazione più efficiente per ridurre i consumi e l’impatto ambientale, oltre che per massimizzare il comfort a bordo grazie alla riduzione del rumore e delle vibrazioni sia all’ancora, sia in crociera.
L’autonomia con modalità diesel-elettrico può arrivare fino a 7.500 miglia nautiche con la possibilità di ormeggio all’ancora fino a 10h con il supporto delle sole batterie. Grazie a due motori CAT C32, l’imbarcazione è tuttavia in grado di raggiungere la considerevole velocità massima di 17 nodi e un’autonomia di 4mila miglia in modalità tradizionale.
Con una larghezza di 8,70 metri( 29 ft), Baglietto Dom133 ha un volume interno molto generoso e vanta spazi e  soluzioni abitative non usuali per imbarcazioni di queste dimensioni. Ad esempio, il sun-deck offre una terrazza panoramica di oltre 70 metri quadrati (753 sq/ft), con vasca idromassaggio e mobile bar, collegata direttamente con il ponte inferiore tramite un ascensore, per un facile accesso degli ospiti.
Il layout prevede 5 cabine. Il ponte principale è stato sviluppato per garantire un flusso ottimale tra le aree interne ed esterne, valorizzandone al contempo l’atmosfera conviviale. Ne è un esempio il salone principale, caratterizzato da finestre panoramiche apribili a tutta altezza che lo rendono una naturale estensione del pozzetto di poppa. Il beach club a 2 livelli con piscina a sfioro completa il layout unico nel suo genere.
“Il rispetto e la passione per la vita in mare – recita una nota del cantiere – sono i principi fondamentali della nostra filosofia progettuale, che ha portato alla creazione della linea E-Prop, la linea di yacht ibridi. Imbarcazioni concepite e progettate per poter navigare liberamente o rimanere all’ancora a zero emissioni, per proteggere la natura e goderne al meglio”.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *