Rolex Giraglia nel segno del World Oceans Day

Comments (0) News, Regate, Ultima ora

  • Rolex Giraglia, suggestioni notturne
    Rolex Giraglia, suggestioni notturne
  • Fuochi d'artificio sul golfo
    Fuochi d'artificio sul golfo

Rolex Giraglia atto primo nel giorno del World Oceans Day, l’appuntamento annuale dell’ 8 giugno, giornata mondiale dedicata agli oceani e istituita dall’Onu nel 1992. La flotta della regata Sanremo-Saint Tropez è arrivata nel golfo francese sabato 8 giugno 2019. Vittoria per l’equipaggio di X-Wave in ORC e di Solsting in IRC. Nel golfo di Saint Tropez una magnifica giornata di vento ha accolto i regatanti che ne hanno approfittato per allenarsi in vista della partenza delle regate inshore. La giornata di sabato è stata interpretata in vari modi dai regatanti che hanno iniziato ad affollare la celebre località. Con i 104 scafi iscritti alla Sanremo-Saint Tropez, partiti alla mezzanotte di venerdì 8 giugno, che hanno iniziato ad arrivare nella mattinata. Il tempo reale di Ange Transparent, lo Swan 45 che primo ha tagliato la linea d’arrivo: 11:04:51. Risultati finali che hanno visto la vittoria in tempo compensato di X-Wave, l’X 332 di Marco Roccatagliata nella divisione ORC, e del Grand Soleil 34.1 Solsting di Stanislav Pechenkin.
Pomeriggio di riposo per questi equipaggi, impegnati tutta la notte nella regata costiere – mentre giornata di allenamenti intensi nel golfo per il resto della flotta che ha approfittato di una bella brezza moderata per la messa a punto finale di barca ed equipaggio.
Il primo a tagliare il traguardo della Leg 1 della Rolex Giraglia è stato lo Swan 45 Ange Transparent, arrivato a Saint Tropez alle 11:03 di sabato dopo poco più di 11 ore di regata: “Siamo riusciti a mantenere sempre una buona velocità – ha detto commenta Vittorio Zaoli, timoniere dello Swan 45 – ci siamo tenuti a circa 6 miglia dalla costa, per evitare buchi di vento, e abbiamo camminato sempre bene. Un rinforzo di vento poco prima del Golfo di Saint Tropez ci ha consentito una bella volata finale”.
Un ulteriore rinforzo del vento, giunto in tarda mattinata, ha però favorito i piccoli rimasti più indietro, che hanno così avuto modo di ‘raggiungere’ in tempo compensato gli scafi più veloci.
I giochi, però, cominciano domenica 9 giugno con lo start alle 11 per la tre giorni di regate costiere e per lo spettacolo delle 297 barche che coloreranno il golfo di Saint Tropez.
Il presidente della Société Nautique de Saint-Tropez, Tony Oller, ha accolto i regatanti della Rolex Giraglia nelle acque di casa: “Siamo sempre felici ed entusiasti di co-organizzare questo prestigioso evento. Sono molto soddisfatto di questa collaborazione tra i tre club storici che sono lo Yacht Club Italiano, lo Yacht Club de Monaco e la Société Nautique de Saint-Tropez. C’è sempre stata una grande intesa tra questi tre club e il fatto di arrivare a Monaco quest’anno perfeziona questo collegamento e questa atmosfera. Con un partner prestigioso, la Rolex Giraglia è sempre più moderna e più partecipata. Occhi puntati sulle barche molto belle come il Maxi Rambler che vuole battere il record in tempo reale nella regata offshore. Essendo un habitué delle regate e soprattutto de Les Voiles de Saint-Tropez, dedico un pensiero speciale a Pier Luigi Loro Piana e alla sua barca a vela My Song che ha subito un triste incidente. E non dimentichiamo tutti i volontari del SNSM, tutti questi uomini e donne che danno la vita per venire in soccorso dei marinai in ogni momento. Pensiamo soprattutto alle famiglie dei tre soccorritori che sono morti durante un’operazione presso Les Sables-d’Olonne il 7 giugno durante la tempesta Miguel”.

WORLD OCEANS DAY 
Il primo giorno della Rolex Giraglia corrisponde anche con il World Oceans Day, la giornata mondiale dedicata alla salvaguardia degli oceani. Il mare che unisce è anche uno degli impegni di questa regata, un evento che riunisce migliaia di velisti in rappresentanza di oltre 30 nazioni differenti, tutti pronti a fare la loro parte per preservare il bene più prezioso, il mare. Un’ooccasione per riflettere sui comportamenti individuali nell’ambito di una situazione, complessa e problematica in cui ognuno di noi è chiamato a fare la propria parte, oltre ovviamente alle politiche dei governi mondiali.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *