Ucina: al Flibs un successo del made in Italy

Comments (0) Fort Lauderdale, News, Primo piano

Ucina: successo italiano in Florida

Va in archivio il 60° Fort Lauderdale International Boat Show, la rassegna americana (nella foto) che ha registrato la presenza di oltre 1.500 imbarcazioni inacqua e 1.200 espositori. Anche quest’anno Ice Agenzia e Ucina Confindustria Nautica hanno organizzato una partecipazione collettiva per il supporto e lo sviluppo delle attività di business e di networking degli operatori italiani. Alla colletiva hanno partecipato Api, Ascom, Besenzoni, Boat Lift, Micad, Navaltecnosud Boat Stand, Navisystem Marine Electronics, Palinal Yachting, PMP Nautica, Regione Autonoma della Sardegna, Novamarine, Sanguineti Chiavari, Thermowell Marine, Viraver Technology.
“Il Salone Nautico di Fort Lauderdale è un appuntamento fondamentale per il mercato Usa, un evento completo e trasversale dei diversi settori della nautica da diporto, il tutto in un’atmosfera molto informale e diversa da quella a cui siamo abituati ai saloni europei il commento di Alessandro Campagna, direttore commerciale I Saloni Nautici  (la società controllata Ucina) – Il mercato Usa è complesso e richiede la costanza nella ricerca delle dinamiche di sviluppo. In quest’ottica la collaborazione tra Ucina Confindustria Nautica e Ice Agenzia risulta strategica e di fondamentale importanza per tutte quelle aziende che cominciano il percorso in questo mercato. Una nota di merito va fatta a tutti i cantieri e alle aziende italiane presenti in forza a Fort Lauderdale a rappresentare il meglio del made in Italy, un valore riconosciuto e apprezzato dagli armatori americani e non solo che hanno affollato l’evento”.
Gli States sono il primo Paese di esportazione per le unità da diporto italiane, con un valore di export pari a 410,7 milioni di euro (dati 2018), con un incremento del 37,5% rispetto al 2017. Il comparto delle barche e yacht da diporto con motore entrobordo è il più rilevante in termini di valori esportati negli Usa: il 23,9% della produzione nazionale  per un valore di 476 milioni di dollari.
“Ice Agenzia organizza una partecipazione collettiva di 14 aziende italiane su un’area di circa 176 mq presso il Bahia Mar Yachting Center di Fort Lauderdale – spiega Daniele Deustachio dell’ufficio Ice di Miami – Si tratta del principale evento di settore, che copre diverse tipologie di prodotti, dagli yacht ai prodotti per la cantieristica e la movimentazione, i bunkeraggi marini, le antenne satellitari, la componentistica elettronica e meccanica, gli accessori e arredamenti nautici, le attrezzature per la pesca, le divise da equipaggio fino ai nuovi prototipi di imbarcazioni. La fiera si sviluppa su un’area totale di oltre 279mila metri quadrati con più di 1.200 espositori provenienti da 52 Paesi. Le imbarcazioni in esposizione vanno dai superyachts alle barche tradizionali, per un valore di oltre 3 miliardi di dollari, lungo un percorso di circa 10 km di banchine galleggianti, collegate da una rete di taxi acquatici”.
Presenti oltre 20 aziende del panorama nautico italiano: al di fuori della collettiva, infatti, hanno partecipato al Flibs 2019 Absolute Of Americas, Azimut|Benetti, Baglietto, Benetti Yachts, Cimolai Technology, Ferretti Group, Fincantieri Yachts, Gianneschi Pumps And Blowers, Monte Carlo Yachts, Palumbo Superyachts, Rossinavi, Sacs e ZAR Formenti.

I COMMENTI DI ALCUNI PROTAGONISTI
Dopo il successo della presentazione ufficiale al mercato americano del nuovo ZAR 95 SL con T-Top in VTR, Piero Formenti, vicepresidente di Ucina Confindustria Nautica, parla di “un crescente interesse del pubblico americano nei confronti del brand ZAR: “Sono felice e  orgoglioso di esportare con successo la qualità e il design made in Italy nel comparto dei battelli pneumatici”.
Per Alessandro Gianneschi (Gianneschi Pumps and Blowers), “Il Fort Lauderdale Boat Show rappresenta certamente una fiera strategica. La nostra percezione è stata di un salone migliore rispetto a quello dello scorso anno, anche se il caldo ha probabilmente inciso sull’affluenza dei visitatori nelle ore centrali della giornata. Per Gianneschi pumps and blowers il mercato Usa è di estremo interesse, stiamo crescendo e puntando da una parte sul potenziamento della presenza e dell’assistenza dei clienti, dall’altra sull’ampliamento delle vendite sul mercato americano”.
“Siamo molto soddisfatti dei risultati commerciali ottenuti nel mercato americano nel 2019, anno in cui Sanlorenzo Americas registra la performance di vendita più significativa dall’ingresso del nostro brand negli USA nel 2006 – il parere di Mario Gornati, marketing & communication director Sanlorenzo – Il Fort Lauderdale Boat Show conferma essere la vetrina principale dello yachting d’oltreoceano sia per il numero di espositori e imbarcazioni, sia per il numero e la qualità dei visitatori”.
“Nonostante il caldo torrido, gli americani non hanno mancato anche quest’anno di visitare un boat show sempre interessante e più esteso che mai – dice Marco Donà (Saim Group) – In gran forza, come sempre, la rappresentanza italiana, grazie alla presenza di tutti i principali costruttori con un rilevante numero di imbarcazioni in mostra, a sottolineare, se necessario, la leadership nella fascia yacht a motore. Anche il cluster italiano promosso da Ice ha confermato la sua rilevanza nel panorama della componentistica internazionale. Il Flibs è un appuntamento imprescindibile per la nostra visibilità sui mercati americani”.
Infine Gino Chiodini (Besenzoni): “Quello di Fort Lauderdale rimane un appuntamento importante e la presenza di brand provenienti da ogni parte del mondo lo dimostra. Ritengo positiva l’affluenza di visitatori e l’interesse dimostrato durante tutta la rassegna”.
La rassegna americana è stata come ogni anno anche l’occasione per fare il punto con la stampa statunitense e con le aziende coinvolte presenti al Ft. Lauderdale Boat Show sugli ottimi risultati dell’edizione appena conclusa del Salone Nautico a Genova che, con 188.404 visitatori e 986 espositori, si è confermato come l’evento nautico di riferimento di tutta l’area del Mediterraneo e strumento indispensabile per le aziende della filiera. L’attività di promozione internazionale di Ucina Confindustria Nautica e Ice Agenzia si chiuderà nel 2019 con l’organizzazione di un collettiva di aziende al MetsTrade di Amsterdam (19-22 novembre), per riprendere con una presenza istituzionale al Boot Düsseldorf (18-26 gennaio 2020).

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *