Tirrenia II, lo storico lifting della Signora del Mare

Comments (0) News, Primo piano

  • Tirrenia II dopo il varo
    Tirrenia II dopo il varo
  • Gli armatori con Beatrice Venezi e Roberto Farnesi
    Gli armatori con Beatrice Venezi e Roberto Farnesi
  • Beatrice Venezi con Alessandro Preziosi
    Beatrice Venezi con Alessandro Preziosi
  • Il modellino di Tirrenia II
    Il modellino di Tirrenia II
  • Tirrenia II scortata da un celebre motoscafo Riva
    Tirrenia II scortata da un celebre motoscafo Riva

Torna in acqua una celebrità dello yachting internazionale a 105 anni dal suo primo varo. L’imbarcazione a vela Tirrenia II, costruita in legno nel 1914 dal cantiere H.R. Stevens di Southampton su progetto dello yacht designer inglese Frederick Shepherd, è tornata ufficialmente in mare a dieci anni dalla sua ultima navigazione e dopo tre anni di lavori di restauro nel Cantiere Francesco Del Carlo di Viareggio. Dopo 105 anni di vita trascorsa tra il nord Europa, Mediterraneo, Atlantico e Caraibi, questo ketch aurico lungo 18,54 metri, acquistato nel 2016 da una coppia di armatori lombardo-piemontesi, continuerà dunque a farsi ammirare in occasione dei numerosi raduni di vele d’epoca organizzati ogni anno nelle più belle località italiane ed estere. Lo storico evento è stato celebrato in grande stile a Viareggio.

IL VARO: ALESSANDRO PREZIOSI LEGGE MOBY DICK
Folla di ospiti e curiosi nella Darsena Italia del Cantiere Del Carlo per assistere al varo Tirrenia II. La cerimonia, è  il caso di dirlo, è stata diretta da Beatrice Venezi, direttore d’orchestra di fama internazionale investita del ruolo di madrina dell’evento. Presente anche un ospite d’eccezione, l’attore Alessandro Preziosi. A lui è stata affidata la lettura di un brano tratto dal Moby Dick di Herman Melville. Come in un vero spettacolo, nei momenti precedenti il varo, la danzatrice viareggina Eleonora Di Vita ha eseguito volteggi aerei a ritmo di musica sospesa tra i due alberi di Tirrenia II. Poi è stata la volta dei saluti e dei ringraziamenti da parte dell’armatrice e del consulente incaricato della direzione del restauro, il fiorentino Enrico Chicco Zaccagni. Il norvegese Peter Jespersen, ex armatore di Tirrenia II durante gli anni Ottanta, ha fatto dono agli armatori della campana originale. Presente alla cerimonia anche Alberto Scuro, recente nuovo presidente dell’ASI, l’Automotoclub Storico Italiano. Dopo la benedizione di don Luigi Pellegrini, si è svolto il tradizionale e beneaugurante rito della bottiglia infranta (al primo colpo) sullo scafo.

SERATA DI GALA AL PRINCIPINO
Serata di gala al Principino di Viareggio con circ 130 ospiti tra armatori ed equipaggi di alcuni motoscafi Riva associati alla Riva Historical Society, capitanata dall’architetto milanese Piero Maria Gibellini, intervenuti per salutare il ritorno in mare di Tirrenia II. Due maxi schermi hanno proiettato le foto storiche di Tirrenia II eseguite dai fotografi Carlo Borlenghi e James Robinson Taylor e il video del restauro realizzato da Paolo Maccione, direttore della testata giornalistica Barche d’Epoca e Classiche che ha documentato il restauro nel corso degli anni precedenti. Tra gli ospiti un altro grande attore, il pisano Roberto Farnesi, il re delle fiction, il capitano di Fregata Giovanni Calvelli, comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio, Roberto Brunetti, presidente del Club Nautico Versilia, Angelo Bonati, ex ceo di Officine Panerai fondatore del circuito di regate di vele d’epoca Panerai Classic Yachts Challenge e del recupero della vela d’epoca Eilean del 1936, anch’essa restaurata dal cantiere Del Carlo.

RINASCE UN PRESTIGIOSO TROFEO
Torna la Coppa Tirrenia II, trofeo istituito nel 1925 dall’ex armatore cavalier Guido Fiorentino, presidente della sede napoletana del Regio Yacht Club Italiano, e assegnata annualmente fino al 1939 all’imbarcazione che avesse compiuto la più lunga crociera in Mediterraneo. Prossimamente Tirrenia II prevede di partecipare ad alcuni dei più importanti e titolati raduni di vele d’epoca del Mediterraneo. Ogni anno, tra aprile e ottobre, presso numerose località in Italia, Francia e Spagna, si svolgono infatti alcune delle più belle regate al mondo riservate alle Signore del Mare e il rinato ketch rappresenterà una presenza importante. Al comando di Tirrenia II la skipper torinese Lucia Pozzo, esperta velista, circumnavigatrice e scrittrice di mare coinvolta nel recente riarmo velico della barca. Per lei si tratta di un ritorno a bordo, essendo già stata comandante di Tirrenia II nei primi anni Novanta.
(le foto sono di Paolo Maccione)

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *