Sanlorenzo Star, la rotta da Monaco a Piazza Affari

Comments (0) Monaco Yacht Show, News, Primo piano

  • Sanlorenzo Star: nella foto 64Steel Attila
    Sanlorenzo Star: nella foto 64Steel Attila
  • Tutti i vincitori: terzo da sinistra Mario Gornati (Sanlorenzo)
    Tutti i vincitori: terzo da sinistra Mario Gornati (Sanlorenzo)

I superyacht Sanlorenzo conquistano Montecarlo – ai Superyacht Awards è stata premiata l’ammiraglia 64Steel Attila – e fanno rotta verso Piazza Affari. Il cantiere di Massimo Perotti, infatti, ha presentato domanda di ammissione alla quotazione. Andiamo per ordine. Alla vigilia dell’apertura del Monaco Yacht Show 2019, l’ammiraglia del cantiere ha ricevuto il prestigioso premio 2019 Mys-Rina Award, assegnato al superyacht più eco-friendly secondo gli standard stabiliti dalla società di classificazione navale italiana Rina.
Per la cronaca, il superyacht 64Steel Attila, era stato premiato in occasione dei World Yachts Trophies con il Best Interior Design Trophy.
Con 1.600 tonnellate lorde, 64 metri di lunghezza, cinque ponti e una larghezza massima interna di 12,5 metri, 64Steel Attila è il più grande yacht finora realizzato da Sanlorenzo. Una proposta innovativa grazie a un layout e strutture comunemente presenti su yacht di maggiori dimensioni che hanno permesso a Sanlorenzo di adottare  soluzioni inedite pensate per rendere massima la vivibilità a bordo, coniugate ad eleganti linee esterne.

LA QUOTAZIONE
Società leader nella produzione di yacht di lusso di alta gamma, Sanlorenzo ha presentato a Borsa Italiana la richiesta di ammissione alla quotazione per il segmento Star. La società ha preparato e sottoposto all’approvazione della Consob il prospetto informativo. Il flottante richiesto per la quotazione sarà realizzato con un collocamento privato riservato a investitori qualificati in Italia e a investitori istituzionali all’estero. L’offerta sarà composta da azioni di nuova emissione rivenienti da un aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione e da azioni detenute da Holding Happy Life, azionista di maggioranza della società e controllata dal cavalier Massimo Perotti. Prevista un’offerta fino al 35% del capitale sociale. I proventi derivanti dall’aumento di capitale sono destinati a “sostenere ed accelerare – afferma una nota – il futuro percorso di crescita e per cogliere opportunità di mercato. Dopo l’offerta, la Società prevede di avere una struttura finanziaria senza debito”.
Banca Imi, BofA Merrill Lynch e UniCredit Corporate & Investment Banking agiranno in qualità di coordinatori dell’Offerta e Joint Bookrunners. Banca Imi agisce anche in qualità di sponsor per l’ammissione alla quotazione.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *