Salone Nautico Venezia, spettacolo aeronavale

Comments (0) News, Primo piano, Salone Nautico di Venezia

  • Salone Nautico Venezia: le Frecce Tricolori
    Salone Nautico Venezia: le Frecce Tricolori
  • La presidente del Senato taglia il nastro

dall’inviato a Venezia Antonio Risolo | Spettacolo in cielo, in mare e a terra. L’esibizione della Pattuglia Acrobatica Nazionale dell’Aeronautica Militare, accompagnata dall’Inno di Mameli eseguito dal coro del Teatro La Fenice, ha inaugurato il Salone Nautico Venezia. La rassegna, in programma fino a domenica 23 giugno all’Arsenale, è promossa dal Comune di Venezia e realizzata dalla società Vela Spa. Alla cerimonia sono intervenuti il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, le più alte autorità civili e militari, e i rappresentanti della città metropolitana di Venezia.
“L’Arte Navale torna a casa, uno slogan dal fascino innegabile che rievoca la storia, la gloria e i successi di Venezia. La Serenissima già nel 1500 produceva in questa location imbarcazioni che hanno decretato la supremazia della sua cantieristica nel mondo – ha detto la presidente Casellati – Il Salone Nautico Venezia confermerà negli anni un’intuizione di assoluto successo. D’altronde questo splendido luogo ha da sempre intrecciato i propri destini con la storia di Venezia e rappresenta un valore aggiunto unico, il migliore punto di partenza per una manifestazione che si è da subito caratterizzata per originalità e tradizione, potenzialità e concretezza, sinergie e visione.
Il sindaco di Venezia, oltre a ringraziare la presidente del Senato, ha voluto congratularsi con “gli imprenditori, pionieri che hanno creduto a questa scommessa, in particolare Alberto Galassi, ad di Ferretti Group, che ci ha aiutato e ci ha dato una credibilità incredibile. Oggi è una giornata di festa, ma non deve restare solo questo: deve essere prorogata nel tempo. Perché questo è un Salone importante per tutta l’Italia: non vogliamo essere contro nessuno. E ricordiamo che ci si può arrivare in barca: vogliamo che i visitatori sentano Venezia come una città aperta, sempre e non solo oggi, e accogliente per tutte le famiglie, italiane e straniere, che vengono qui con educazione. Solo chi va in mare lo rispetta”.
Il primo cittadino ha ribadito la centralità di questo settore per lo sviluppo economico della Serenissima: “Abbiamo 3mila km di costa, vogliamo riappropriarci del mare – ha aggiunto Brugnaro – L’Italia è una frontiera per tutta l’Europa e il nostro obiettivo è riuscire a raccontare che cos’è industria, il design, l’artigianato italiano. Con questo spirito, insieme con la Regione Veneto, stiamo facendo grandi battaglie per sviluppare il lavoro e Porto Marghera. Non vogliamo morire di turismo. Vogliamo sviluppare il terziario e le fabbriche”.
Il Salone Nautico Venezia, in una area espositiva composta da 50mila mq di bacino acqueo e 6mila mq di padiglioni, offre una vetrina con il meglio della produzione nautica: un centinaio di barche tra cui oltre 50 yacht e superyacht tra i 15 e i 50 metri, barche a vela, imbarcazioni ibride ed elettriche, natanti storici civili e militari. In mostra anche servizi marittimi, impianti e accessoristica. Completa la manifestazione un ricco programma congressuale con l’intervento di autorevoli esperti sui temi di più stretta attualità per il settore.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *