Salone Nautico record. Il settore cresce del 9,5%

Comments (0) News, Primo piano, Salone Nautico di Genova

  • Salone Nautico: la presentazione
    Salone Nautico: la presentazione
  • In primo piano Balducci, Formenti e Perotti
    In primo piano Balducci, Formenti e Perotti
  • Tra gli altri: Razeto, Marina Stella, Albertoni, Gianneschi e Campagna
    Tra gli altri: Razeto, Marina Stella, Albertoni, Gianneschi e Campagna

Oltre mille imbarcazioni, 986 espositori e 14 nuovi brand, il 48% dei quali arriva  dall’estero. Il 59° Salone Nautico Internazionale di Genova dà i numeri. In programma dal 19 al 24 settembre 2019, passerà alla storia come l’edizione più ricca e completa dai tempi della crisi. A Genova arriveranno anche 763 giornalisti da tutto il mondo. Più che soddisfatti i vertici di Ucina Confindustria Nautica: i numeri – come hanno sottilineato il presidente Saverio Cecchi, Carla Demaria (presidente de I Saloni Nautici), Alessandro Campagna (direttore commerciale) – si commentano da sé. Alla presentazione del Nautico 2019, che si è svolta a Palazzo Tursi, sono intervenuti il sindaco di Genova Marco Bucci, e il governatore della Liguria Giovanni Toti.
Per l’industria nautica da diporto, l’edizione 2019 si apre in un quadro economico che conferma lo stato di salute del settore. E format vincente non si cambia. Sarà infatti un contenitore di quattro Saloni: il TechTrade dedicato alla componentistica e agli accessori, la Vela (Sailing World), il mondo del fuoribordo (Boat Discovery) e l’area yacht e superyacht. Con un’altra novità: un nuovo Urban Wall di 1.500 metri quadrati accoglierà espositori e visitatori nella Città della nautica per un benvenuto speciale. Attesa per le opere d’arte moderna di Piero Lissoni, che porterà negli spazi espositivi la sua gigantesca arca rossa, per le ballerine sull’acqua di Davide Dall’Osso, per il light mirror di Marco Nereo Rotelli e le sculture monumentali di Igor Mitoraj.
“Il denominatore comune dell’edizione di quest’anno  – ha spigato Alessandro Campagna – è la richiesta da parte degli espositori di spazi espositivi ben superiori alla disponibilità attuale (28% di richieste in più per quanto riguarda la categoria yacht & superyacht, 48% per la vela, ben 73% per le imbarcazioni fuoribordo, 35% per gli accessori). Gli espositori arrivano a quota 986, oltre 1.000 le imbarcazioni, con la presenza di nuovi brand tra cui Gulf Craft, Canados, Sunbeam, Franchini Yachts, Maxi Dolphin, Greenline, Axopar, Nadir Yacht, Solaris Power, Cayman Yachts, Coming Solutions, Excess Catamaran, Leopard Catamaran, Delta Catamarans. Il 48% delle nuove richieste di partecipazione proviene dall’estero, confermando la tendenza delle ultime edizioni. Il grande fermento trova riscontro nel dato relativo alle prevendite online, +136% rispetto al pari data del 2018″.
“Sarà un salone bellissimo – ha detto il presidente Saverio Cecchi – Chi vuol vedere il bello e il ben fatto deve venire in Italia, perché il mare italiano è il più bello al mondo. Un Salone nautico che sta crescendo da tre anni, un salone sempre più bello, perché Genova si merita questo, perché Genova è la capitale della nautica”.
Poi Saverio Cecchi manda subito un messaggio al nuovo governo, anzi tre: “Il primo problema da risolvere è il Codice della Nautica che dopo 15 anni ancora non abbiamo ben definito, il buon segnale del registro telematico che è partito ieri l’altro. Infine abbiamo il furto sui canoni demaniali dei porti che dobbiamo sistemare. Quello che chiediamo alla politica è che ci lascino lavorare e che ci ascoltino. In due mesi ho già conosciuto due ministri del Mit, dopo cinque giorni dal mio insediamento incontrai Danilo Toninelli e penso di incontrare il 19 settembre all’inaugurazione del Salone di Genova la nuova titolare del dicastero, Paola De Micheli”.
Come accennato, saranno presenti 150 tra giornalisti delle più importanti testate internazionali e buyer esteri, provenienti da 25 nazioni, risultato del progetto di incoming organizzato da Ucina  Confindustria Nautica e Ice-Agenzia, nel quadro del Piano Straordinario di Promozione del made in Italy varato dal ministero dello Sviluppo Economico. Inoltre, in un apposito spazio dell’area espositiva, l’Agenzia ICE ospiterà per la prima volta 5 start-up selezionate da Ucina, appartenenti ai settori dei materiali, delle App per la navigazione e del design che potranno così beneficiare di visibilità e dell’opportunità di partecipare ai business matching.

CARLA DEMARIA
“L’Industria della nautica in Italia consolida il trend di crescita. Possiamo anticipare quanto sarà confermato nel corso della presentazione della nuova edizione della Nautica in Cifre, ovvero che per il quarto anno consecutivo l’incremento di fatturato complessivo sarà a due cifre, assestandosi oltre le previsioni annunciate alla conferenza stampa di Milano del giugno scorso – h detto la presidente de I Saloni Nautici – La manifestazione celebrerà la Città della Nautica  puntando sull’eccellenza e sul contenitore Salone, che sarà valorizzato da installazioni artistiche che occuperanno gli spazi tra banchine e padiglioni, con un richiamo al connubio tra mare, eccellenza, arte e design sotto il segno del made in Italy. In questa prospettiva l’area espositiva è stata ridisegnata a cominciare dall’ingresso, dove espositori e pubblico saranno accolti dall’installazione From shipyard to courtyard dell’archistar Piero Lissoni, realizzata per il cantiere Sanlorenzo e esposta per il Fuori Salone alla Statale di Milano. Opere di artisti di livello internazionale come Davide Dall’Osso, Marco Nereo Rotelli e Igor Mitoraj renderanno il Salone una galleria d’arte a cielo aperto. E con uno sguardo alle future edizioni è stata avviata una partnership con la Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze”.
Poi Demaria ha rivolto un plauso allo staff impegnato nella macchina organizzativa e ha concluso sottolineando: “La nostra crescita deve essere sfruttata e realizzata con l’impegno di tutti. Questo è il valore del patto per la Città della Nautica”.

MARCO BUCCI 
“In questa occasione – ha detto il sindaco – anticipo il futuro di Genova come Città della Nautica, riprendendo lo slogan, che è anche un’affermazione, coniato da Ucina e che rappresenta testa e cuore di ciò che stiamo facendo. Abbiamo a Genova una porzione della blue economy che dà lavoro. L’Italia è la numero uno nella nautica, la migliore al mondo. Le premesse sono ottime, dobbiamo puntare in alto e rimboccarci le maniche. Ucina lo sta facendo da parecchio tempo e tutta la città deve mostrare ai molti visitatori che arriveranno la sua accoglienza e la sua bellezza, così Genova e il Salone saranno davvero la Città della Nautica”.

GIOVANNI TOTI
“Il Salone Nautico ha accompagnato la storia di questo Paese e di questa città – ha sottolineato il governotore della Liguria – Negli ultimi anni è stato fatto un percorso straordinario, in primo luogo da parte di chi lavora nel settore e dalla città, che ha saputo riappropriarsi di un’occasione e farla diventare un momento condiviso. E’ segno che il Salone Nautico rappresenta una pietra miliare di questa città. Sarà una settimana entusiasmante: noi ci saremo come Regione Liguria, anche con la Liguria Lounge a Terrazza Colombo, e accoglieremo i nostri ospiti”.

LE AMMIRAGLIE DEL NAUTICO 2019
Per la vela, loSwan 78 del Cantiere Nautor’s Swan con i suoi 25,66 metri fuori tutto e, per il motore, il Sanlorenzo SD126 di 37,95 metri. Tra le imbarcazioni pneumatiche a primeggiare sarà il Black Shiver 220jet del Cantiere Novamarine, che raggiunge i 22 metri. Sarà presente in banchina per la categoria charter la Signora del Vento, 85 metri fuori tutto, il veliero italiano più grande secondo soltanto alla Amerigo Vespucci della Marina Militare.

CONVEGNI ED EVENTI
Il Salone Nautico rappresenta da sempre anche il momento per fare il punto sui valori e sulle sfide del settore, con un’intensa attività organizzativa di convegni istituzionali, seminari, tavole rotonde, eventi collaterali svolta dall’Associazione di categoria nell’ambito del ForumUcina. Giovedì 19 settembre, giornata di apertura, sarà dedicato all’analisi dei dati dell’industria nautica da diporto: la mattina, nella Terrazza del Padiglione Blu, con il convegno inaugurale e la presentazione della ricerca completa di Fondazione Symbola Le Capitali della Nautica, il pomeriggio nella Sala ForumUcina con i dati aggiornati de La Nautica in Cifre, la pubblicazione annuale realizzata dall’Ufficio Studi Ucina in collaborazione con il Centro Studi Confindustria, Fondazione Edison e Assilea. Nelle sei giornate di appuntamenti, in programma workshop, eventi e premiazioni sportive, tra le quali, domenica 22 settembre al Breitling Theatre, quella della regata Millevele organizzata dallo Yacht Club Italiano.
Tra le collaborazioni più importanti quelle con ministero dell’Ambiente e Legambiente per la sostenibilità ambientale, con Federturismo per fare il punto sul Turismo costiero, con l’Università di Genova per il progetto Università del Mare, con il Comune di Genova per Genova Hub del mare, con Confindustria Bruxelles per i finanziamenti europei e con Retimpresa per le opportunità per le aziende di sistema. Si chiude martedì 24 settembre con Nautica & Fisco e con gli incontriB2B organizzati in collaborazione con Confindustria Giovani Imprenditori. A queste iniziative si affiancano le attività del Sea Experience, con l’iniziativa Navigar m’è dolce della  Federazione Italiana Vela e il “battesimo del mare” per provare le ultime novità in fatto di sport acquatici. E per quanto riguarda gli eventi di Experience in città, lo spettacolo è assicurato con la regata Ocean Race, quattro giorni di challenge nel mare davanti a Corso Italia.
Nutrito anche quest’anno il programma di eventi fuorisalone, GenovaInBlu, tra cui l’appuntamento al Museo del Mare nell’ambito della rassegna Incontri in Blu nella giornata inaugurale, Light in the Blue, serata benefica a favore dell’Istituto Giannina Gaslini riservata agli espositori venerdì 20 settembre e l’evento Radio Deejay Time – Il Salone Nautico per Genova in piazza De Ferrari domenica 22 settembre, l’evento clou dedicato a Genova e ai genovesi.

NUOVE FACILITIES
Tra le novità di quest’anno il nuovo servizio Vip di elitrasporto che permetterà di raggiungere il Salone Nautico in elicottero, atterrando sulla elisuperficie all’interno dell’area espositiva, e la biglietteria online con fast lane, una corsia preferenziale per accedere direttamente alla manifestazione. La ristorazione, che vede confermata la partnership con Eataly, punterà all’esperienza del territorio.
Nuovo il format Lounge Liguria sulla Terrazza Colombo, in partnership con la Regione Liguria che sarà riservato agli espositori della kermesse, per offrire loro un momento di incontro e confronto tutte le sere dopo l’orario del Salone Nautico. La partecipazione a questa iniziativa dei vertici dei più rilevanti cantieri nazionali e internazionali costituisce per Regione Liguria un’importante opportunità di stringere relazioni e confrontarsi sulla crescita e lo sviluppo di un settore strategico per tutto il territorio.

PARTNER E SPONSOR
Di primario rilievo i partner e gli sponsor del 59° Salone Nautico, che ne condividono visione e progetto: Bmw è l’auto ufficiale dell’evento e Breitling l’orologio ufficiale che scandirà le giornate all’insegna del mare. Main sponsor sono Fastweb e Banca Carige. Sponsor RINA, Grohe, Leffe. Partner tecnici: Eataly, Compagnia dei Caraibi, Euthalia Fragrances, Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta. Clothing partner: Slam. Partner e sponsor svolgono un ruolo attivo nell’ambito della manifestazione, offrendo servizi dedicati agli espositori e ai visitatori.

PARTNER ISTITUZIONALI
Ministero dello Sviluppo Economico, Ice-Agenzia, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova, Regione Liguria.

IL SALONE CHE VERRA’
L’edizione 2020 del Salone Nautico Internazionale di Genova per la prima volta si allargherà dalla Fiera agli spazi in acqua del Porto Antico. Lo ha annunciato il presidente di Ucina, Saverio Cecchi, al termine di un confronto con il sindaco Marco Bucci.
“Ho ripetuto al sindaco un vecchio detto contadino toscano: perché l’amicizia si mantenga un panierino vada, un panierino venga – ha chiosato Cecchi –  Lui fino ad ora ha avuto un braccio più lungo per chiedere e uno più corto per dare, ma troveremo la quadra. Il panierino che manca è la firma del protocollo d’intesa pluriennale per la concessione della darsena nautica degli spazi della fiera, siamo ancora in fase di trattativa”.

IL FATTURATO DEL COMPARTO
“Nel 2018 il fatturato italiano della nautica è cresciuto per il quarto anno consecutivo a doppia cifra superando la previsione del +9,5%. Il dato consolidato ufficiale sarà presentato il 19 settembre. “Questo – ha detto Carla Demaria – ci fa ben sperare anche per il salone che è lo specchio del mercato italiano e internazionale. Abbiamo dovuto dire no a qualche espositore che riuscirà a venire a Genova l’anno prossimo. Dobbiamo fare evolvere il Salone Nautico di Genova sulla scia del modello del Salone del Mobile per Milano, un evento che si è allargato a tutta la città”.
Per la prima volta partner dell’edizione 59 del Salone di Genova sarà la Biennale dell’Antiquariato di Firenze.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *