Bellissima Msc e il “battesimo del vento”

Comments (0) Eventi, News, Primo piano

  • Bellissima Msc: Sophia Loren con il comandante e l'equipaggio
    Bellissima Msc: Sophia Loren con il comandante e l'equipaggio
  • Matteo e Andrea Bocelli
    Matteo e Andrea Bocelli
  • L'arrivo a Southampton
    L'arrivo a Southampton
  • La passeggiata lunga 96 metri
    La passeggiata lunga 96 metri
  • Le piscine al 15° ponte
    Le piscine al 15° ponte
  • L'Aqua Park
    L'Aqua Park

dall’inviato a Southampton Antonio Risolo | Bufera di vento nel porto di Southampton sul battesimo di Msc Bellissima. La grande festa sotto la tensostruttura allestita in banchina è stata interrotta per ragioni di sicurezza. La cerimonia è poi proseguita a bordo, nel grande teatro della nave, nel quale Sophia Loren, madrina di tutte le navi Msc, ha tenuto a battesimo Bellissima. Sul palco della tensostruttura, prima dell’interruzione, si erano già esibiti Andrea Bocelli in coppia con il figlio Matteo e gli artisti del Cirque Du Soleil.
“Per noi – ha detto il presidente esecutivo di Msc, Pierfrancesco Vago alla ripresa della cerimonia – è la conferma di una visione avuta ormai 16 anni fa. Vogliamo essere un player globale. Per il 2027, quando tutte le 29 navi della flotta saranno in servizio, puntiamo ad avere 5,5 milioni di passeggeri. Siamo globali e allo stesso tempo locali”.
“Il settore cresce a doppia cifra – hanno aggiunto Gianni Onorato, amministratore delegato di Msc Crociere, e Leonardo Massa, country manager Italia – Solo nel 2018 le persone andate in crociera in Italia sono state complessivamente più di 850mila. E noi di Msc nel mondo abbiamo superato i 2,2 milioni di passeggeri. Dai primi segnali ci aspettiamo un 2019 ancora più forte, anche perché stiamo aumentando sia le navi sia le destinazioni”.
Per la cronaca Msc è entrata nel settore crociere nel 2003: tre navi, 127mila passeggeri. Da quel momento la famiglia Aponte ha avviato un imponente un piano industriale in due fasi di oltre 21 miliardi di euro a tutto il 2027. Sono 16 le unità della flotta, compresa Msc Bellissima, realizzata nei Chantiers de l’Atlantique di St. Nazaire, costata circa 900 milioni di euro. Entro il 2027 ne arriveranno altre 13. Il 4 marzo lascerà Southampton per la sua prima crociera di 10 notti, con arrivo nell’home port di Genova. La nave opererà poi nel Mediterraneo fino al prossimo autunno, quindi in inverno si sposterà negli Emirati Arabi e infine in Cina. Nel prossimo novembre, sempre a St. Nazaire, sarà varata Msc Grandiosa, mentre nel 2020 e nel 2021 entreranno in servizio rispettivamente Virtuosa e Seashore (evoluzione di Seaside e Seaview in costruzione nello stabilimento Fincantieri di Monfalcone).

IL BRAND EXTRA LUSSO
Msc Cruises lancerà un brand extra lusso “che sarà collegato al nome della compagnia ma con una sua specifica identità”, ha annunciato Pierfrancesco Vago. Che ha aggiunto: “Il primo nucleo di questo brand sarà composto da quattro navi, la prima delle quali entrerà in servizio nel 2023 e l’ultima nel 2026, tutte costruite da Fincantieri. Saranno unità da 481 suites, con un rapporto fra equipaggio e passeggeri di uno a uno e mezzo: in sostanza ogni tre ospiti ci saranno due membri dell’equipaggio”.

L’ASSISTENTE VIRTUALE IN CABINA
Fra le tante novità a bordo c’è Zoe, l’assistente digitale basata sull’intelligenza artificiale che darà risposte a oltre 800 domande in 7 lingue: “E’ senza dubbio il dipendente più costoso di Msc Crociere… Tuttavia mi hanno detto che  sarà anche il più produttivo”, la battuta di Gianni Onorato“.
Grande l’impegno per l’ambiente di Msc Crociere: “Entro marzo elimineremo la plastica monouso da tutte le navi – ha sottolineato con orgoglio Pierfrancesco Vago“, ricordando il lavoro che il gruppo sta facendo per arrivare ad avere imbarcazioni alimentate a gas naturale. Anche Msc Bellissima, come la genella Meraviglia, è equipaggiata
con sistemi di depurazione dei gas di scarico, un avanzato sistema di trattamento delle acque reflue, riscaldamento intelligente, tecnologie di condizionamento e ventilazione dell’aria (HVAC) per il recupero del calore dalla sala macchine, illuminazione al Led e device intelligenti per ridurre significativamente i consumi di energia.
“Questi investimenti – ha concluso Vago – sono possibili perché Msc Cruises un’azienda familiare. Non dobbiamo sottostare al mercato della Borsa, non distribuiamo dividendi, più semplicemente reinvestiamo i profitti nell’azienda. Ma non è tutto: abbiamo altri grandi progetti sui quali investiremo altre risorse”.

A BORDO DI BELLISSIMA
Sono ben dodici le aree ristorante, più di 20 bar e lounge, inclusi il nuovo ristorante di specialità francesi, l’Atelier Bistrot, e la famosa pasticceria Jean-Philippe Maury’s Chocolate & Café.  E che dire dello Msc Yacht Club? L’ospitalità del «lusso accessibile» si estende su tre ponti con strutture private e servizio maggiordomo 24 ore su 24. E ancora: il più grande schermo al led sul mare, con una lunghezza di 80 metri sovrasta la splendida «Promenade Bellissima», tutta in stile Mediterraneo, lunga 96 metri, anche questa progettata dallo studio genovese De Jorio Design. Si tratta del principale punto d’incontro della nave, mentre le cabine si suddividono in dieci tipologie differenti con un’ampia possibilità di scelta.

L’IMPEGNO A FAVORE DELL’UNICEF
Infine Piefrancesco Vago ha ricordato la partnership con Unicef: “Abbiamo raccolto oltre 9 milioni di euro – ha concluso – salvando dalla fame milioni di bambini della Costa d’Avorio”. Ne siamo orgogliosi”.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *