Eco-tender Perini Navi, varato il primo modello

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, News

  • Eco-tender Perini Navi, il varo
    Eco-tender Perini Navi, il varo
  • Lamberto Tacoli
    Lamberto Tacoli

Varato il primo eco-tender Perini Navi, mini superyacht (25 metri) su misura per le più svariate esigenze degli armatori. Il progetto nasce da un’idea di alcuni proprietari di velieri Perini. Ed eccola la risposta del marchio viareggino: il primo eco-tender destinato al proprietario di una barca a vela di 52 metri. Ovviamente Perini Navi.
“Lo stile esterno classico della eco-tender condivide lo stesso family feeling della flotta storica a vela di Perini Navi, fino allo scafo blu scuro e la linea rossa di carico – dice Lamberto Tacoli, presidente e ceo di Perini Navi – Rappresenta una nuova generazione di super-tender con servizi e tecnologie straordinari che rispecchiano tutte le caratteristiche di alta qualità di Perini Navi. Questa barca apre nuove strade, mentre il marchio continua a perfezionare la propria gamma di prodotti per soddisfare le mutevoli esigenze del mercato”.
Le innovazioni dell’eco-tender Perini Navi iniziano con un sofisticato sistema di propulsione ibrido sviluppato da Siemens, che prevede quattro modalità operative per la massima flessibilità:
Modalità diesel: due diesel MAN (2x1213kW), due idrogetti Hamilton per una velocità massima di oltre 30 nodi.
Modalità ibrida: un motore aziona il getto d’acqua e serve anche come generatore per un motore elettrico che alimenta l’altro getto d’acqua.
Modalità Diesel-elettrica: un generatore 130kW fornisce energia elettrica per due motori che azionano gli  idrogetti.
Modalità emissioni zero: per manovre completamente silenziose attraverso batterie che alimentano gli idrogetti tramite l’E-motori per una navigazione fino a 8 nodi.
In modalità batteria, ad esempio, l’eco-tender può navigare a bassa velocità nei parchi marini o in altre acque ecologicamente sensibili senza emissioni e senza rumore.
“Questa è la prima volta che tale sistema ibrido all’avanguardia è stato installato su una gara del genere – aggiunge Luca Boldrini, direttore commerciale di Perini Navi. L’impulso iniziale è venuto da parte di alcuni proprietari che ci hanno chiesto una nave a impatto zero sull’ambiente marino. Questo know-how guarda lontano”.
Tutti i sistemi di bordo, compresa la propulsione ibrida, possono essere gestiti utilizzando l’alta risoluzione 4K touch screen e trackball di Team Italia. Inoltre, il sistema di ancoraggio (AWS) può visualizzare e controllare tutte le attrezzature necessarie per il controllo della barca all’ancora. In realtà, si fornisce un’immagine a 360° intorno alla barca e il monitoraggio del traffico utilizzando i sistemi radar, telecamera termica o la luce di ricerca, e può essere programmato per gli allarmi di prossimità. Dotato di un doppio sistema VSAT per la connessione internet e tre telefoni Iridium, eco-tender Perini Navi può rimanere collegato alla nave madre a oltre 100 Mbps, anche quando si trova a decine di miglia di distanza.
Eco-tender e il suo sofisticato sistema di propulsione saranno sottoposti a severi test di prova prima di essere consegnato all’armatore nel prossimo aprile.
Intanto – fanno sapere dal quartier generale di Viareggio – nel cantiere di Tuzla (Istanbul) è stato varato lo scafo del 42 metri a vela che dovrebbe raggiungere Viareggio in due settimane circa per l’allestimento.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *