Columbus consegna Dragon 80 e svela i segreti

Comments (0) Barche a motore, Cantieri, Monaco Yacht Show, News

  • Columbus Dragon 80
    Columbus Dragon 80
  • Il beach club
    Il beach club
  • Columbus Dragon 80, la cabina dell'armatore
    Columbus Dragon 80, la cabina dell'armatore
  • L'area cucine
    L'area cucine
  • La plancia spaziale di Team Italia
    La plancia del Columbus (Team Italia)
  • Il sun deck di Columbus Dragon 80
    Il sun deck di Columbus Dragon 80

Dragon 80, l’ammiraglia costruita da Columbus Yachts in appena 27 mesi e varata nel marzo 2019, è stata consegnata all’armatore. E, per l’occasione, Gentedimare2.0 è in grado di svelarne alcuni segreti. Ricordiamo che Dragon si aggiunge alla flotta dei fuoriserie Columbus (brand di Palumbo Superyachts) quali i pluripremiati Sport Hybrid 40 metri M/Y Divine e M/Y Eleonora 3, il 54 metri M/Y Prima, il 57 metri M/Y Taiba. Attualmente nel cantiere di Ancona è in costruzione Columbus Sport 50 metri che verrà varato a primavera 2020.
L’ammiraglia è nata dall’avanzata ingegneria navale dello studio Hydro Tec di Sergio Cutolo che ne ha firmato anche il design esterno. Gli interni sono a firma Francesco Guida.
Dragon 80 coniuga elementi contemporanei a proporzioni classiche creando un design elegante in grado di non passare mai di moda. Le linee esterne sono pulite e senza tagli netti, con pochi elementi fissi per mantenere i pozzetti ampi e flessibili. Il megayacht si sviluppa su sei ponti, cinque dei quali sono serviti da un ascensore per garantire la massima comodità a bordo. Il design degli interni, lussuoso ma sobrio, è stato studiato per creare una calda, sofisticata ma allo stesso tempo moderna atmosfera.  Le essenze del legno chiaro delle pareti e inserti color bronzo o oro satinato si uniscono magistralmente alla palette di colori naturali dei tessuti e del mobilio creando ambienti armoniosi e delicati (basta guardare la nostra gallery).
Il lower-deck di comprende l’area crew con 10 cabine, dinette, cucina in acciaio, palestra, locali tecnici che includono garage per i due tender principali di 7 e 9,5 metri (quest’ultimo è stato costruito direttamente dal cantiere); la lobby con ascensore e una cabina ospiti.  Completa questo ponte il grande beach club, di 200 mq, completamente rivestito in teak, che include bar, sauna e bagno turco, diverse zone relax e chaise-lounge. Di particolare rilievo artistico sono i 3 pannelli retro-illuminati realizzati in agata blu. Ad accogliere gli ospiti nel grande salone, un tavolo Chelini dal design classico che crea un armonioso gioco di stili con le due grandi aree lounge, con sedute a C, dal look provenzale contemporaneo. La zona dining include un tavolo da pranzo su misura per 14 persone firmato Giorgetti con piano in travertino romano, bordi in acero e gambe in cuoio. Dettaglio unico nel suo genere sono le sei grandi finestrature, quattro delle quali sono lunghe ben 5 metri per 2 di altezza, e permettono alla luce naturale di diffondersi nello spazio creando un’ambiente luminoso e confortevole. Proseguendo verso prua si sviluppano le quattro cabine ospiti e l’ampia cabina vip panoramica. Tutte le cabine dispongono di bagno privato rivestito in travertino romano.
Il quarto ponte, a uso esclusivo dell’armatore, comprende, una cabina di 110 mq, con ampie finestrature che permettono una vista a 180 gradi sul ponte di prua ad uso privato, sala da bagno rivestita in travertino romano e sauna, guardaroba separato e vanity. Una pantry sul piano serve nel massimo confort sia la zona notte che il grande living dotato anche di una zona bar. Il pozzetto di poppa dispone di un tavolo da pranzo per 14 persone ed una zona relax con divani e chaise-lounge. A prua, una seconda zona living che permette l’accesso alla piattaforma elicottero.
Sul bridge-deck, l’area wellness di 50 mq è attrezzata Tecnogym ed è abbinata ad una zona beauty e massaggi. Completano questo deck la timoneria e la cabina del comandante posizionate a prua.
Spingendo il tasto 5 dell’ascensore, realizzato in acciaio dipinto a mano con effetto bronzo colato, si arriva al sun-deck che include a prua delle chaise-lounge e a poppa una piscina di 7 metri. Una cascata a lama divide la piscina dall’idromassaggio e rende questa area una vera zona esclusiva con panorama mozzafiato a circa 12 metri dal livello del mare.
Lungo 80 metri e largo 13 (baglio massimo), Columbus Dragon 80 può contare su un volume interno di quasi 2.300 GT. Oltre ai due tender da 7 e 9,5 metri posizionati nel lower-deck, il megayacht dispone di 3 jet ski alloggiati sotto la piattaforma di atterraggio elicottero. La lavanderia assieme a diversi locali di stoccaggio e celle frigo sono posti nell’under-lower-deck.
La coppia di motori MTU da 2.240 kW ciascuno consente una velocità massima di 17 nodi e un’autonomia di oltre 6.200 miglia nautiche alla eco-velocità di 12 nodi. Il sistema di domotica ed intrattenimento è stato studiato da Videoworks mentre per garantire la massima sicurezza a bordo, la plancia è stata ingegnerizzata dal dipartimento tecnico di Palumbo Superyachts in collaborazione con TEAM Italia, leader internazionale dei sistemi integrati di navigazione. Dragon 80 sarà esposto in anteprima mondiale al prossimo Monaco Yacht Show di settembre 2019.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *