A bordo del Fuoriserie Freedom di Cavalli

Comments (1) Barche a motore, Cantieri, News

  • CCN Fuoriserie Freedom, 28 metri
    CCN Fuoriserie Freedom, 28 metri
  • La suite armatoriale
    La suite armatoriale
  • L'ampio salone
    L'ampio salone
  • Marmi pregiati e specchi per il bagno
    Marmi pregiati e specchi per il bagno
  • La cucina a tutto baglio
    La cucina a tutto baglio
  • Da poppa verso il salone
    Da poppa verso il salone
  • La plancia di comando
    La plancia di comando

Invito a bordo di Fuoriserie Freedom dello stilista Roberto Cavalli, terzo gioiello della collezione Fuoriserie di Cerri Cantieri Navali (Gruppo Gavio). Questo superyachy di 28 metri nasce da una brillante sinergia tra l’architetto Tommaso Spadolini e lo stesso stilista-armatore. Gentedimare2.0 vi propone una gallery di immagini inedite rubate a bordo. Sia il profilo esterno di CCN Fuoriserie Freedom, sia il layout interno riflettono la forte personalità dell’armatore, che ha richiesto uno yacht che garantisse il massimo contatto con il mare nella più assoluta privacy. Il risultato finale è un superyacht in alluminio, con linee aggressive, basso sull’acqua, con molto volume interno, alta velocità e uno spettacolare flybridge. Lo scafo planante di Fuoriserie Freedom, il cui design garantisce stabilità, tenuta in mare ed efficienza in tutte le condizioni meteorologiche, è stato progettato per rispettare i generosi valori di larghezza richiesti dal GA, ma limitati a una lunghezza di 28 metri (in conformità con gli standard ISO), consentendo di raggiungere una significativa velocità massima di 42 nodi grazie a un trio di idrogetti Rolls-Royce e tre motori diesel MAN.
La disposizione degli interni è la perfetta sintesi del genio creativo di Roberto Cavalli. L’armatore, infatti, ha chiesto che l’intera area del ponte principale (suite a tutto baglio, area lounge e timoneria) fosse sviluppata sullo stesso piano, con pochi gradini di dislivello. Questo concetto innovativo offre uno spazio abitativo insolito, dove la spiaggetta di poppa e il salone principale contribuiscono a creare un ambiente continuo, in prossimità dell’acqua. Inoltre, con le porte laterali e la tenda chiusa, la sala principale gode di tutti i comfort di uno spazio interno. Sul ponte principale, la cabina armatoriale, progettata per conferire continuità visiva con il salone esterno, garantisce una costante vista mare, luce naturale e ventilazione grazie a quattro grandi finestre apribili e ad un lucernario centrale. La decorazione degli interni è stata curata personalmente da Roberto Cavalli, che ha selezionato tessuti e finiture, oltre a mobili e accessori. Le pareti, caratterizzate da pannelli decorativi retroilluminati, riproducono foto scattate dall’armatore durante i suoi viaggi, conferendo un ulteriore tocco personale agli ambienti. La cabina armatoriale e il flybridge possono essere isolati dal salone formando una vera e propria suite con terrazza privata. Inoltre, dalla cabina armatoriale è possibile accedere direttamente alla timoneria, poiché il proprietario intende guidare lo yacht personalmente. Dal salone, un comodo accesso alle scale conduce direttamente a una cucina a tutto baglio, caratterizzata da ampi spazi di lavoro, grandi frigoriferi, congelatori, tv e sistemi audio. Sul ponte inferiore è prevista una sistemazione per 2 + 2 ospiti. Qui, come nella cabina armatoriale, i mobili sono stati personalizzati con dettagli e materiali provenienti dalla collezione Roberto Cavalli Home. Un mix colorato di motivi animalier incontra elementi decorativi di ispirazione naturalistica, creando un ambiente unico dal fascino glam-chic.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

One Response to A bordo del Fuoriserie Freedom di Cavalli

  1. GioB ha detto:

    Fa schifo dalla A alla Z…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *