Benetti Giga Season fase due, via alle consegne

Comments (0) Barche a motore, Cantieri

Benetti Giga Season: l'ammiraglia di 108 metri

La Benetti Giga Season si avvia a grandi passi verso la seconda e ultima fase. Con le congratulazioni ai protagonisti da parte di Saverio Cecchi, presidente di Ucina Confindustria Nautica.
Dopo i tre vari dell’inverno scorso, ecco la consegna all’armatore del primo gigayacht: l’ammiraglia FB275, 108 metri, l’unità più lunga mai costruita dallo storico cantiere di Livorno. Le linee esterne e il decor sono a cura dallo studio inglese RWD, mentre gli interni sono stati realizzati dall’Interior Style Department di Benetti.
“FB275: un grande successo per Benetti, per Livorno, per l’Italia – ha detto Paolo Vitelli, fondatore e presidente del Gruppo Azimut|Benetti – Oggi, in anticipo di 40 giorni rispetto ai tempi stabiliti, abbiamo consegnato FB275. Grazie a questo capolavoro, armatore, capitano e squadra si sono detti molto felici e orgogliosi. Il mio grazie più sincero va all’armatore, che ha riposto completa fiducia in Benetti, a Franco Fusignani e a tutto il team Benetti che hanno reso possibile questo straordinario risultato”.
Nella storia del cantiere italiano, questo momento segna una vera e propria pietra miliare. Con uno scafo in acciaio e una sovrastruttura in alluminio distribuiti su 108 metri di lunghezza, FB275, la cui architettura navale è stata curata da Pierluigi Ausonio, è il più lungo yacht Benetti mai costruito. Largo 14,5 metri, con 4,4 metri di pescaggio e 3.367 tonnellate di stazza lorda, si è inoltre aggiudicato la Lloyd Certification dopo quattro prove in mare.
Con un serbatoio capace di contenere 345mila litri di carburante e due motori gemelli MTU 2880 kW, il gigayacht  naviga a una velocità massima di 18,5 nodi(autonomia di 6.500 miglia a 14 nodi). Sull’ammiraglia, inoltre, è stata installata una pompa Shoettel SPJ di poppa in grado di far percorrere distanze a propulsione esclusivamente elettrica. A bordo spazie e comfort per 51 persone: 22 ospiti e 29 membri dell’equipaggio.
“Le linee esterne di FB275 traducono tutto ciò che lo studio RWD cerca di dare a uno yacht: eleganza, bellezza, cura nei dettagli e qualità su ogni superficie e in ogni angolo – il commento di Adrian Chisnell, team principal per RWD – Dopo anni di sviluppo del progetto, gli esterni sono stati creati con l’idea di voler trasmettere un’immagine decisa e imponente nonostante le linee fluide. Importanti accorgimenti ingegneristici e un’eleganza nelle forme esterne, magistralmente realizzate da Benetti, creano uno stile unico che rende particolarmente fiero tutto il team RWD“.
“Sono veramente orgoglioso dei progressi che abbiamo realizzato nei nostri cantieri – ha detto Franco Fusignani, amministratore delegato di Benetti. Abbiamo lavorato molto per raggiungere una completa efficienza sia da un punto di vista logistico, sia nella nostra abilità a costruire. Il varo in 100 giorni di tre gigayacht di oltre 100 metri di lunghezza costruiti in contemporanea a Livorno e la consegna di FB275, a soli 4 mesi dal suo varo, sono la dimostrazione di questo progresso. Con l’eccellente supervisione di Maria Rosa Remedi dell’Interior Style Department di Benetti, Mauro Izzo e tutta la sua squadra hanno lavorato alacremente per 500mila ore per realizzare gli interni della FB275. Ci siamo concentrati per compiere un passo decisivo nel futuro della costruzione di grandi yacht, senza mai dimenticare gli standard qualitativi che ci rendono orgogliosi interpreti del made in Italy“.
La Benetti Giga Season si concluderà con la consegna del secondo e terzo gigayacht: FB277 (tra poche settimane) e FB272 (in autunno).

LE CONGRATULAZIONI DI UCINA CONFINDUSTRIA NAUTICA
A proposito della consegna all’armatore del gigayacht Benetti FB275, arrivano le congratulazioni del presidente di Ucina Confindustria Nautica, Saverio Cecchi: “La consegna ufficiale all’armatore dell’ammiraglia di 108 metri realizzata da Benetti Yachts è una bella notizia per tutto il comparto della nautica da diporto italiana, che una volta di più si dimostra leader mondiale, confermando che l’eccellenza è made in Italy. Voglio a questo proposito fare i complimenti personalmente e a nome di Ucina a Paolo e Giovanna Vitelli e a tutto lo staff del Gruppo Azimut|Benetti per questo successo tutto Italiano”.

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *