Vyr 2018, Market Monitor e partner cinese

Comments (0) Primo piano, Versilia Yachting Rendez-vous

  • Market Monitor. Da sinistra: Marco Cappeddu, Lorenzo Pollicardo, Lamberto Tacoli, Luca Petroni e Tommaso Nastasi
    Market Monitor. Da sinistra: Marco Cappeddu, Lorenzo Pollicardo, Lamberto Tacoli, Luca Petroni e Tommaso Nastasi
  • Lamberto Tacoli e Chen Yuntao
    Lamberto Tacoli e Chen Yuntao

Nella seconda giornata del Vyr 2018 Nautica Italiana ha presentato i nuovi dati del Market Monitor sviluppato in collaborazione con Deloitte. Introdotto da Lamberto Tacoli, presidente dell’associzione affiliata ad Altagamma, l’incontro si è aperto con l’intervento di Luca Petroni, chairman di Deloitte Financial Advisory Italy, per proseguire poi con l’esposizione tecnica di Tommaso Nastasi, partner del Business Advisory & Value Creation Service di Deloitte Fa Italy. Le conclusioni in merito al mercato sono state affidate a Lorenzo Pollicardo, segretario di Nautica Italiana, con intervento conclusivo del direttore generale Marco Cappeddu.
In buona sostanza, nel 2017 il valore della produzione della cantieristica nautica italiana delle nuove costruzioni si attesta a 2,3 miliardi di euro con una crescita pari al 14% a fronte di una crescita della produzione industriale italiana nel suo complesso che nell’anno si è fermata al 3%.
“Il Boating market monitor – ha detto Luca Petroni – conferma la crescita del mercato della nautica da diporto italiana anche per il 2017, con un aumento del valore della produzione di nuove unità del 14%, in linea con quanto presentato durante il Monaco Yacht show 2017. Di grande importanza per il mercato risulta l’incremento della domanda interna che raggiunge il livello più alto dal 2012″.
“La cantieristica nautica italiana – ha notato poi Tommaso Nastasi – rileva una crescita del 9% circa nel primo trimestre del 2018, con un’attesa pari al 12-15% nell’anno in corso. La principale sfida per gli operatori nautici italiani è quella di ampliare il bacino geografico della clientela finale”.
Il contributo maggiore giunge dalle barche entrobordo con 2 miliardi di euro, pari all’86,2% del valore della produzione cantieristica italiana complessiva. La crescita più significativa nasce invece dalla produzione dell’unità velica italiana, cresciuta del 23,5% e attestatasi sui 200 milioni di euro.

PARTNERSHIP CINESE
Nel corso del Market Monitor, Nautica Italiana e il gruppo cinese Visun hanno firmato un protocollo d’intesa relativo a una partnership strategica per promuovere le piccole e medie imprese del settore nautico su un ulteriore palcoscenico di visibilità internazionale, ovvero il prossimo Hainan Rendez-vous, il più grande salone di yacht di lusso in Cina e una delle fiere più rappresentative per le industrie internazionali di marchi di lusso. Stando agli accordi, Visun si impegnerà a fornire il massimo supporto ai Soci di Nautica Italiana che vogliano presentarsi alle prossime edizioni dell’Hainan Rendez-Vous ed espandere la propria attività a livello internazionale. Dal canto suo, Nautica Italiana promuoverà la partecipazione dei suoi membri al celebre salone cinese legandolo così ufficialmente al Versilia Yachting Rendez-vous.
“Siamo entusiasti di questa nuova, preziosa collaborazione, convinti dell’esclusiva opportunità offerta in termini di crescita e visibilità ai Soci di Nautica Italiana – ha detto Lamberto Tacoli – In termini di esportazioni, il made in Italy trova nella Cina uno dei mercati principali (15,4% circa del valore totale): in particolare, questa costituisce il settimo Paese al mondo per l’export nautico italiano”.
“Con la partnership tra Nautica Italiana e la nuova lifestyle platform per yacht di Visun, il commento di Chen Yuntao, vice presidente del gruppo Visun – promuoveremo il settore nautico a un livello di eccellenza, sviluppando sinergie comuni per la promozione in Italia e in Cina dei settori nautico e lifestyle. Assistiamo a una nuova era per gli yacht e salpiamo verso nuove avventure: benvenuti a bordo!”.

 

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *