Sanlorenzo Academy, Perotti pensa al futuro

Comments (0) News, Primo piano

Sanlorenzo Academy

Il sogno del cavalier Massimo Perotti diventa realtà: ecco Sanlorenzo Academy, corsi post-diploma per la formazione delle figure professionali specializzate del futuro. Ancora una volta l’atelier della nautica guarda oltre e allarga gli orizzonti delle proprie visioni. Sanlorenzo Academy scommette sui giovani e punta a creare figure professionali specializzate molto richieste dal mondo del lavoro, ma che al momento non ci sono. La realizzazione di questo progetto è stata possibile grazie alla collaborazione con l’ente di formazione Cisita, e con il supporto di Confindustria La Spezia, Regione Liguria, Alfa Liguria, Comune di La Spezia e Autorità Portuale.
Si tratta, quindi, di un’iniziativa che crea un importante circolo virtuoso tra industria, ambito formativo e mondo del lavoro, investendo sulle nuove generazioni e creando occupazione. La Academy si propone così come ponte tra istituti tecnici, scuole professionali della Liguria e le aziende con l’obiettivo di formare figure specializzate dotate di preparazione nautica tecnico-pratica da inserire nel mondo del lavoro. Sia Sanlorenzo, sia le aziende appaltatrici coinvolte nel progetto si sono impegnate ad assumere, al termine del periodo di tirocinio, il 60 % degli iscritti all’Academy che supereranno l’esame finale; l’assunzione prevede un contratto a tempo determinato per un periodo di almeno 6 mesi.
I corsi sono stati presentati durante la conferenza stampa nella sede dell’Unione industriale di La Spezia nel corso della quale sono intervenuti l’ingegner Paolo Bertetti  (Sanlorenzo), Paolo Povesi (Cisita) e Francesca Cozzani (presidente Confindustria La Spezia).
Il primo corso, che sarà avviato a metà novembre, prevede la formazione di personale sia per l’area produttiva sia per l’imbarcato:
Operatore Polivalente per la Nautica – formazione di 8 figure professionali dotate di ampia gamma di competenze utili per iniziare ad operare a supporto delle varie fasi dei processi produttivi.
Marinaio addetto agli apparati tecnici di bordo – formazione di 8 figure professionali dotate di competenze di base in impiantistica, motori, ed elettronica unitamente alla padronanza nelle attività di bordo tipiche del marinaio.
Il corso avrà durata di un anno di cui 800 ore di lezioni in aula e laboratori e 6 mesi di tirocinio. L’obiettivo finale è quello di fornire agli studenti sia competenze tecniche e pratiche che “Soft skill” (gestione dello stress, dei conflitti, delle criticità, capacità di pianificazione, comunicazione ecc), integrando la loro preparazione con nozioni specifiche ed esperienza pratica. Sono in preparazione ulteriori corsi, da attivare a inizio 2019, per la formazione di nuove figure professionali ovvero installatore-manutentore di impianti idraulici nautici e installatore-manutentore di impianti elettrici nautici.
L’avvio del progetto Sanlorenzo Academy, infine, è stato reso possibile  grazie al cofinanziamento dell’Unione Europea per mezzo dei contributi ricevuti dalla Regione Liguria (Fondo Sociale Europeo 2014-2020).

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *