Appello Scuola Vela «Aiutateci a sognare ancora»

Comments (0) News, Primo piano

  • Santa Margherita, i danni causati dalla mareggiata del 29 ottobre 2018
  • Santa Margherita, i danni causati dalla mareggiata del 29 ottobre 2018
  • Santa Margherita, i danni causati dalla mareggiata del 29 ottobre 2018

La violentissima mareggiata del 29 ottobre che ha provocato ingenti danni nel Golfo del Tigullio, è una ferita ancora aperta. Spalancata per la verità. La Lega Navale di Santa Margherita non è stata risparmiata dalla furia del mare. Una furia mai vista che, evidentemente, dilaniando «cose», ha dilaniato anche sogni, passioni. C’è davvero un grande, grandissimo bisogno di aiuto. È accorato l’appello della Scuola vela che nel suo complesso ha subito danni per oltre 200 mila euro. 
La struttura situata nel porto fortunatamente era stata sgomberata, purtroppo però un grosso cassone in alluminio dove erano stivate 20 alberature e le vele degli optimist è stato inghiottito dalle onde. La parte più danneggiata è quella sulla spiaggia. Il mare è entrato nel magazzino, dove c’erano l’officina, il deposito dei materiali, l’aula polivalente e gli spogliatoi. Il muro è stato abbattuto dalle onde. Masse d’acqua impietose che si sono prese tutto. Tutte le attrezzature delle barche da scuola vela (20 derive, 20 timoni, manovre optimist; 5 alberature complete, timoni derive, manovre e vele Rs feva; 10 timoni e derive, 15 vele, manovre dei laser), il materiale didattico, la totalità del materiale dell’officina, le scaffalature, gli arredi, il televisore, il pc, gli elettrodomestici. Il mare è entrato dalle finestre della sede, sita in altro punto del porto, allagando il soppalco e il sottostante ufficio, bagnando, rovinando, rompendo tutto e riempiendo i locali di acqua e di sabbia: il materiale d’ufficio, gli arredi, il pc e le stampanti, nonché l’archivio e gli strumenti utilizzati per lo svolgimento delle regate è andato perso o gravemente compromesso (radio, anemometri, binocoli e bussole). In porto, la passerella utilizzata per l’imbarco dei soci è stata spazzata via, compresi due cassoni di materiale del nostromo sotto il gazebo dedicato. Sono andate perdute due lance sociali usate per il traghettaggio dei soci per accedere agli ormeggi a gavitello, il motore della lancia del nostromo è andato perduto. Dodici barche dei soci sono affondate compreso il Soling sociale usato come barca da scuola vela. Uno dei tre gommoni della scuola vela ha subito ingenti danni al motore e alla timoneria dovuti all’urto con altre imbarcazioni, poi affondate. Gran parte dei corpi morti e delle catenarie degli ormeggi sono stati spostati e compromessi.
Chiunque desideri dare un contributo può fare un versamento su questo IBAN: IT33X0617532180000001470680. La causale da indicare è donazione per ricostruzione mareggiata 2018.”

NECESSITÀ URGENTI
– Timoni e derive per optimist da scuola vela (quindi anche quelli vecchi di legno ormai fuori stazza)
– Vele optimist e alberature optimist
– Vele Laser e alberature laser
– Timoni e derive laser
– Vele, alberature, timoni e derive RS Feva (ci sono soltanto gli scafi)
STIMA DEI DANNI
– Base Nautica Ormeggi: rispristino ormeggi: € 65.000, acquisto lance di servizio: € 2.500, ripristino scalandrone e pontiletto galleggiante € 5.000, attrezzature varie: € 2.500. Totale € 80.000
– Scuola Vela: attrezzature per optimist, laser, RS Feva: € 50.000, attrezzeria ed elettro utensili: € 10.000, riparazione motori gommoni: € 5.000, recupero e smaltimento barca scuola Soling: € 3.000. Totale € 68.000
– Base Nautica-Magazzino: opere edili e impianti: € 25.000, arredi, pc e varie: € 10.000. Totale: € 35.000
– Sede segreteria: opere edili e impianti: € 10.000, arredi, stampanti, pc: € 10.000. Totale: € 20.000.
Danno complessivo stimato: € 203.000

Riproduzione riservata © Copyright Gentedimare2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *